Keystone (archivio)
SVIZZERA
27.09.20 - 18:120
Aggiornamento : 20:11

«Il popolo ha voluto confermare la via bilaterale»

L'iniziativa UDC per un'immigrazione moderata è stata respinta con il 61.7% dei voti.

Chiesa: «È stata una lotta di Davide contro Golia». La Consigliera federale Karin Keller-Sutter: «I cittadini hanno voluto puntare sulla stabilità economica».

BERNA - Niente Brexit in salsa elvetica: il popolo svizzero ha oggi respinto con il 61,7% dei no l'iniziativa UDC per un'immigrazione moderata, che avrebbe portato alla revoca della libera circolazione con l'Ue, mettendo in forse la via bilaterale del paese. A favore si è schierato solo un pugno di cantoni, fra cui un Ticino assai meno convinto che in altre analoghe occasioni.

L'esito finale è impietoso: i sì sono stati 1'233'320, i no 1'988'885, e a livello di cantoni la partita è terminata a 22 a 4. La partecipazione è stata del 59.4%. «La popolazione ha voluto confermare l'impegno della Svizzera per la via bilaterale nei suoi rapporti con l'Ue», ha sottolineato la consigliera federale Karin Keller-Sutter nella conferenza stampa di reazione ai risultati odierni. «I cittadini hanno voluto puntare sulla stabilità economica nella difficile situazione suscitata dalla crisi del coronavirus».

La formazione da poco guidata da Marco Chiesa non è quindi riuscita a ripetere l'exploit del 9 febbraio 2014, quando sola contro tutti con la sua iniziativa contro l'immigrazione di massa ottenne una vittoria di misura, con il 50,3%. Nella costituzione finì un preciso mandato sull'introduzione dei contingenti, dal parlamento uscì però un'applicazione del tutto diversa: light, dissero i politici.

Insoddisfatta di quanto successo, l'UDC ci ha riprovato, ponendo sul tappeto la domanda fondamentale - libera circolazione: sì o no? - ma è stata duramente sconfitta. Ha pesato forse il momento economico - con la pandemia di coronavirus in corso la voglia di esperimenti è poca - e la capacità di coalizzarsi degli avversari: governo, datori di lavoro e sindacati sono scesi in campo compatti, addirittura presentandosi fianco a fianco.

E se il 2014 era solo ieri, politicamente nel frattempo molto è cambiato: stando ai politologi e ai sondaggi il tema dell'immigrazione è chiaramente stato soppiantato da altri nella classifica delle preoccupazioni, a partire da quelli ambientale e delle pensioni. Il tentativo dei promotori di dare un'impronta quasi verde alla proposta di modifica costituzionale odierna, parlando di difesa dell'ambiente attraverso la lotta alla sovrappopolazione, è probabilmente apparso poco credibile. Inoltre l'UDC, un tempo macchina da guerra capace di mobilitare l'elettorato, oggi secondo gli esperti sembra ormai avere un'immagine assai differente: quella di un partito perdente.

I democentristi non sono riusciti a fare il pieno di voti nemmeno in Ticino, cantone che si trova confrontato con una concorrenza pesante da parte di lavoratori italiani, nonché con salari che si allontanano sempre di più da quelli in uso del resto del paese: ha votato per la modifica costituzionale solo il 53,1% dei votanti, assai meno del 68,2% che avevano sostenuto l'iniziativa per l'immigrazione di massa del 2014.

Questa volta insieme al Ticino sono rimasti solo Appenzello Interno (54,3%), Svitto (53,4%) e Glarona (50,5%). I Grigioni, che quattro anni or sono avevano di misura (50,6%) approvato la proposta UDC dei contingenti, ora sono passati chiaramente nel campo opposto (59,1%). Campione del no è stato Basilea Città (74,7%), ma anche in Romandia la proposta ha trovato assai poco sostegno.

Lanciata dall'UDC e dall'Azione per una Svizzera indipendente e neutrale, l'iniziativa chiedeva che Berna tornasse a disciplinare autonomamente l'afflusso di stranieri, revocando in particolare la libera circolazione con l'Unione europea che, secondo i promotori sta mettendo sotto pressione il mercato del lavoro, i servizi sociali e le infrastrutture del paese.

Durante la campagna, l'UDC ha fatto leva sui timori dei lavoratori giovani e anziani di vedersi togliere l'impiego da personale proveniente da altri paesi e disposto ad accettare retribuzioni minori. Oltre al dumping salariale, l'immigrazione definita incontrollata ha inoltre effetti negativi sulle assicurazioni sociali, sugli affitti e la capacità di trovare un alloggio, e porta a un sovraffollamento di treni e strade, nonché all'aumento della cementificazione del paesaggio, affermavano i promotori.

Per gli oppositori la libera circolazione delle persone è invece vantaggiosa per la piazza economica. Le aziende svizzere hanno bisogno di lavoratori stranieri e la fine degli accordi con l'Ue avrebbero messo in forse il benessere nazionale. La maggioranza si è così lasciata convincere, evitando di mettere in serie difficoltà i rapporti con l'Unione europea.

Il dibattito sull'Europa non è però finito. In primo piano nei prossimi mesi tornerà il tema dell'accordo quadro, preteso dall'Ue affinché la Confederazione si sottoponga al diritto europeo nelle questioni che hanno a che fare con l'accesso al mercato. L'intesa negoziata dal governo ha suscitato non poche opposizioni in Svizzera. Gli occhi di tutti sono ora quindi puntati sull'esecutivo, in attesa delle prossime mosse.

Le reazioni:

«È stata una lotta di Davide contro Golia», ha affermato il presidente democentrista Marco Chiesa. Secondo il consigliere agli Stati ticinese ha avuto un ruolo anche il coronavirus, perché la popolazione è attualmente confrontata con le incertezze dello sviluppo economico. Il tema dell'immigrazione rimarrà comunque nell'agenda politica, si è detto convinto: non è solo l'UDC a voler evitare una Svizzera da 10 milioni di abitanti.

Per la vicepresidente Céline Amaudruz ha vinto la clausola ghigliottina: la convinzione che la fine della libera circolazione avrebbe compromesso tutti gli accordi bilaterali con l'Ue ha fatto paura ai cittadini. «Eravamo soli contro tutti», ha ricordato la consigliera nazionale (UDC/GE).

I problemi provocati dalla libera circolazione, come la disoccupazione e lo stress provocato da un'eccessiva densità della popolazione, rimarranno anche dopo il no popolare, ha affermato il capogruppo UDC alle Camere federali Thomas Aeschi. A suo avviso la sconfitta della proposta democentrista non è comunque da interpretare come un segnale positivo per l'accordo quadro con l'Ue.

Sul fronte opposto la soddisfazione è grande presso Economiesuisse, che ha voluto evitare una riedizione della disfatta del 2014. «La popolazione era consapevole di votare sul proseguimento del percorso bilaterale e non sull'immigrazione», ha affermato Monika Rühl, direttrice della federazione delle imprese svizzere.

Secondo Rühl ha giocato anche «una certa stanchezza» da parte del popolo svizzero, che «si è già espresso tre volte di recente, sempre a favore della via bilaterale". Gli oppositori alla proposta democentrista hanno potuto dimostrare i vantaggi dell'approccio elvetico all'Ue.

Per il presidente di Economiesuisse Heinz Karrer il chiaro no crea un importante punto di partenza per l'accordo quadro con l'Unione europea. Ora il Consiglio federale deve comunicare chiaramente a Bruxelles gli adeguamenti che intende apportare ai tre punti in sospeso: misure di accompagnamento, appalti e direttiva sulla cittadinanza dell'Ue. «Si tratta ora di avviare senza indugio i colloqui con l'Ue », ha affermato Karrer.

Per il presidente dell'Unione sindacale svizzera (USS) Yves Maillard la sconfitta dell'UDC è legata anche all'atteggiamento del Consiglio federale, che contrariamente a quanto successo sei anni or sono ha ascoltato le preoccupazioni dei partner sociali.

Il governo ha preso sul serio le difficoltà che esistono in particolare per i lavoratori anziani e ha elaborato una rendita ponte per i disoccupati di oltre 60 anni, ha ricordato il politico vodese. L'attacco dell'UDC alle misure di accompagnamento ha mobilitato anche la base sindacale, ha aggiunto.

Secondo il consigliere nazionale socialista con questo voto gli svizzeri confermano la via bilaterale e tutti gli impegni della Confederazione. «Anche con lo status quo, abbiamo un livello d'integrazione più alto di quello che dovrebbe avere la Gran Bretagna», ha sottolineato. Da parte sua l'Unione Europea non perde nulla. Riguardo all'accordo quadro, secondo Maillard le opzioni sono due: rinegoziare l'accordo con l'UE o interrompere l'esercizio. Così com'è l'intesa è destinata a fallire.

Per Unia il chiaro no all'iniziativa per la limitazione dell'UDC è una vittoria delle lavoratrici e dei lavoratori: il voto rappresenta anche un "sì" alla protezione dei salari e alla parità di diritti fra chi è impiegato in Svizzera.

Anche da Bruxelles sono arrivate le prime reazioni. Il presidente della delegazione del parlamento Ue che si occupa delle relazioni con la Svizzera, il politico CDU tedesco Andreas Schwab, prende atto con favore del no all'iniziativa UDC e si aspetta ora "una rapida firma" dell'accordo quadro.

Per Schwab il rifiuto della proposta di modifica costituzionale è la prova «che i cittadini svizzeri vogliono assolutamente mantenere la cooperazione con l'Ue». Da parte sua, Bruxelles desidera l'accordo quadro, perché crea certezza giuridica per entrambe le parti. «Le forti relazioni con la Svizzera sono nell'interesse dell'UE e la Confederazione deve ora dar seguito alla sua auspicata stretta collaborazione», afferma in una dichiarazione scritta il politico conservatore.

Più sintetica la reazione, affidata a Twitter, di Paolo Gentiloni, commissario europeo all'economia ed ex premier italiano: «Vince il no alla proposta di limitare la libera circolazione delle persone: bella domenica democratica ed europea nel paese dei referendum».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 mese fa su tio
semplicemente VERGOGNA, hanno vinto i svenditori dei nostri valori e della nostra entità !!!
F/A-18 1 mese fa su tio
@Evry I popolo devono convivere, la gente deve parlarsi, ci vuole comprensione e rispetto, altrimenti questi egoismi portano alla guerra.
Duca72 2 mesi fa su tio
Il ticinese dovrebbe capire che è meno svizzero di quello che pensa ! La maggioranza degli svizzeri ha votato e sancito un idea di un popolo che guarda caso non è quella Ticinese. L’italiano mancato o lo svizzero mancato (Non si sa bene cosa sia un ticinese) ha perso ovviamente perché in minoranza ! La votazione non andrebbe fatta con animo razzista ma con cognizione di logica e conoscenza commerciale, parole che un leghista può andare a cercare su google.
lo spiaggiato 2 mesi fa su tio
E ora firmiamo l'accoro quadro!... :-)))
Duca72 2 mesi fa su tio
@lo spiaggiato Se dovessimo parlare di meritocrazia bisognerebbe raddoppiare i frontalieri.
Norvegianviking 2 mesi fa su tio
@Duca72 Duca sei parente di...Conte ?
Lore62 2 mesi fa su tio
@Duca72 ... E sarete accontentati, ora via libera per incrementare la "schiavitù moderna", nei prossimi 10 anni 300mila pendolari e un milione di abitanti solo in Ticino XD, speriamo che le colonne giornaliere su autostrade a 4 corsie (perché non basteranno più le 3 corsie che stanno progettando) arrivino fino a Milano! I treni traboccheranno negli orari di punta stile "India"... XD Proprio non vi rendete conto di quello che avete fatto! Nei prossimi anni "appendete" l'auto al chiodo, perché qui sarete perennemente fermi in coda XD
Francesco Rotundi 2 mesi fa su fb
Il prossimo referendum per l’adesione all’Europa
Tiziana Paladino 2 mesi fa su fb
Una vergogna
Lore62 2 mesi fa su tio
Hihihi...perdona loro perché non sanno quello che hanno fatto... Bene ora visto che la maggioranza NON vuole il controllo dell'immigrazione, acceleriamo le pratiche, facciamo 300mila pendolari frontalieri in Ticino entro 10 anni? e una popolazione di 1 milione nel solo Ticino? XD
Isabella Perli 2 mesi fa su fb
Hanno votato no tutti quelli che hanno la casetta di vacanza in Ticino che non gliene frega niente dell’invasione !!!😡😡😡😡
Bacaude 2 mesi fa su tio
Con buona pace dei livorosi il popolo ha votato. La strada è il salario minimo non l'ostracismo! Questo però l'Unione dei Cervelli non ve lo proporrà mai perché, qualunque cosa pensiate voi, son loro più di altri contenti del risultato...e continueranno a proporre cose nella speranza vengano bocciate, consapevoli che così i i correttivi reali alla situazione dumping non verranno mai presi in considerazione.
Cri Cri 2 mesi fa su fb
La 🇨🇭 è il denaro (si è visto nell’emergenza covid) e i suoi interessi 💰 si fanno al di fuori della propria nazione.
Norvegianviking 2 mesi fa su tio
Ticinesi abituati troppo bene dal posto sicuro (che oggi sicuro non è comunque più), per decenni i ticinesi hanno scelto di restare dipendenti e ben retribuiti con ogni beneficio e con sforzi al minimo sindacale (turni di notte ? ma scherziamo ?). Nessuno, o comunque ben pochi, hanno avuto il coraggio di investire nell'impresa, la quale è ora ad appannaggio di stranieri, italiani in testa ma anche portoghesi, balcanici, mediorientali. Chi dovrebbero assumere loro ? Il ticinese ben retribuito o allo stesso prezzo due o pure tre dei "loro" ? Ci si lamenta di imprenditori, dello Stato, dei frontalieri, ma poi si sta alla finestra a guardare la neve che cade. Aprite e costituite aziende anziché frignare. Poi però assumete solo locali, mica frontalieri, come fanno alcuni della Lega.. Greetings from Norway
Mat78 2 mesi fa su tio
Molti di coloro che hanno votato contro, a mio modesto avviso lo hanno fatto per ignavia, ora quando ci sarà da ingoiare l'accordo quadro con ripresa dinamica del diritto europeo e si accorgeranno che questo significa perdita di sovranità del popolo, voglio proprio vedere come faranno a infilare ancora la testa sotto la sabbia...ma probabilmente ormai sopravvaluto il senso di autodeterminazione e libertà degli svizzeri. L'importante è avere i piedi al caldo, anche se stai andando a tutta velocità contro un muro. Ovviamente con tutti i naturalizzati che abbiamo fatto negli ultimi 20 anni anche l'opinione pubblica generale è cambiata, ovviamente a favore degli spalancatoti di frontiere. Quando la classe media sull'altipiano si sveglierà sudata rendendosi conto di quanto hanno fatto, poi sarà tardi. Il fatto di metterci spesso un po' troppo a capire le cose cari amici svizzero tedeschi ci toglierà il diritto di scegliere come vivere in casa nostra. Mi raccomando adesso facciamoci ricattare bene con l'accordo quadro, ieri già pressavano i balivi di Bruxelles... Buon giornata a tutti i turbo europeisti!
Heinz 2 mesi fa su tio
@Mat78 Quindi un 'naturalizzato' è un cittadino di serie b non libero di pensarla come vuole su un referendum, deve per forza pensarla come te per essere un buon cittadino. Per me questo è un pensiero da FASCISTA indegno della tradizione svizzera. Vergognati.
marco17 2 mesi fa su tio
@Mat78 Guarda che la votazione era ieri e il tuo patetico catalogo di luoghi comuni e di sciocchezze quadriane ("balivi di Bruxelles", "spalancatori di frontiere", suscita soltanto qualche sorriso di commiserazione.
MIM 2 mesi fa su tio
@Mat78 Mat78, concordo in toto con il tuo ragionamento, ma non sulla distinzione che effettui con le naturalizzazioni. Posseggo la doppia nazionalità; ho sempre vissuto in Svizzera sin dall'asilo. Sono sposato, con figli, e casa. Non ho chiesto niente a te o ad altri, non ho avuto aiuti (non li ho chiesti) e sono di centro destra. Io ho votato SI, ieri. Come vedi il tuo discorso, per questo punto, non regge ;-)
patrick28 2 mesi fa su tio
@Heinz Grande Heinz. D’accordo al 100% con te !
Norvegianviking 2 mesi fa su tio
@patrick28 200 %
Riccardo Magni 2 mesi fa su fb
Interessante che Ticinonline pubblichi la fotografia di un cartellone vandalizzato. La dice lunga sulla "linea" editoriale.
Meck1970 2 mesi fa su tio
In Svizzera tedesca le aziende esportano allUE e assumono solo residenti. Mentre le aziende in Ticino assumono quasi solo frontalieri e il lavoro è precario. Ecco la differenza.
marco17 2 mesi fa su tio
@Meck1970 Ma dovi le vai a prendere certe baggianate: a Basilea e a Zurigo ci sono più lavoratori stranieri che in Ticino, eppure la libera circolazione è stata plebiscitata dai cittadini. Ad Appenzello Interno ce ne sono pochissimi e qui l'iniziativa UDC è stata approvata dalla maggioranza.
negang 2 mesi fa su tio
@Meck1970 Tra Svizzera tedesca e Germania probabilmente il divario salariale non e' cosi' elevato come tra il Ticino e l'Italia. Per cui la scelta viene fatta più' per i meriti che non per il salario. In Ticino se puoi prendere un operaio a 1500 CHF al mese dalla vicina Italia e ne trovi tanti che pur di lavorare si accontentano, le ditte che non si adeguano non sopravvivono perché' nessuno le chiamerà' più' se i prezzi che offrono non sono concorrenziali.
Mario Boostin 2 mesi fa su fb
Un bel No! Per l'ignoranza a tutti voi del si 🤏🤡🎪... Adesso silenzio 🤫 prima i nostri cit. La Guerra tra poveri il politico blablabla 💰💰📈🪑 bella la poltrona vero? 😏 che sorrisi che avete in faccia 666👺tutti =🤮... Votate per gli stipendi conformi🇨🇭🇮🇹, votate per abbassare gli affitti, votate per abbassare la cassa malati mafia, votate per infrastrutture lavoro incremento ecc, che il 90% sono aziende italiane/tedesche/francesi in ticino con investimenti esteri tasche gonfie.... Votate votate il gratta gratta magna magna👉🪑 ancora la gente crede alla politica fake virus una piaga sociale oggi una dittatura mondiale 🤡🤏 "guarda c'è l'asino che vola" W😲W. La Svizzera ci campa con la bassa manodopera dei frontalieri stessi nei confini.. Votate una legge che pareggia gli stipendi frontalieri e Svizzeri? Che tuteli un lavoratore un apprendista no! Sfruttamento sempre ha 90°. Il datore di lavoro fa come gli pare in Svizzera no regole no controllo basta che lui rientra nei parametri minimi con i ristorni sulle tasse ecc Iva 8% poi con i licenziamenti fa come gli pare e piace...Quindi? Poi và ha braccetto con la politica, l'imprenditoria fa pure politica quindi 👉 votate 🤡 ma poi la cosa più triste in ticino connazionali italiani residenti razzismo con gli stessi di puro livello un degrado. 🎪 continuate così il cane che si morde la coda... la Svizzera è fatta di stranieri poi ...Siete degli illusi SI!🥳Si!!! VERGOGNA 🧠
Decio Nicolau 2 mesi fa su fb
Fin che in Svizzera decide il popolo (il popolo quello con il denaro) niente cambierà. Scusate sono un Portuguese che paga le tasse come un svizzero o di più ma non posso votare'perché secondo me va bene tutto ma basta prendere UE. E lavorare con quelli che c'è già in desocupasione. Cambiamento senza paura sono un EU ma basta nuovi contrati EU desocupasione ed piena datti lavoro a loro.
Andrea Sperelli 2 mesi fa su fb
Decio Nicolau sì bravo tu ascolta i populisti. Se potessero ti aiuterebbero a fare le valigie.
José Monteiro 2 mesi fa su fb
Decio Nicolau tanta preocupação com os "frontaglieri" (com alguma razão) mas ninguém se preocupa com os seus compatriotas que vão fazer compras a Itália deixando assim lá divisa que podiam ser deixadas no próprio cantão.
Marina Mozzini Vellen 2 mesi fa su fb
Siamo in sostanza pecoroni... I nostri avi si stanno rivoltando nelle tombe... Erano lungimiranti e ora tutto il buono che hanno fatto ora si sta buttando nelle ortiche... Poveri noi... Povera Svizzera.
Heinz 2 mesi fa su tio
L'unico vero male é il superfranco a1. 08 su euro . Quello ammazza l'economia ticinese, ci potete girare intorno ma il superfranco é veleno per l'economia reale. Se di grazia questa speculazione finisse e si tornasse a 1. 40 o meno (valore reale e sostenibile del franco) molte storture si riassorbirebbero da sole.
Galium 2 mesi fa su tio
@Heinz Più logico sarebbe adottare l'Euro, ma se uno ne parla apriti cielo!
Heinz 2 mesi fa su tio
@Galium Non l'ho scritto per non urtar la sensibilità altrui, ma renderebbe molto piu competitivo il ticino.
Andrea Meloni 2 mesi fa su fb
Grazie Svizzera 🇨🇭🇨🇭🇨🇭🇪🇺🇪🇺🇪🇺
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Andrea Meloni 👎🏻
Elisa Pepi 2 mesi fa su fb
E poi si chiedono perché la gente se ne va via dal Ticino
Miriam Gennari 2 mesi fa su fb
Quanto li avranno pagati
Juliana Sambou 2 mesi fa su fb
Sissi Vinci
Bianchi Roberta 2 mesi fa su fb
Diciamo allora che è stato l'ennesimo grido d'allarme del Ticino ....
Jacqueline Madsen 2 mesi fa su fb
Sempre peggio...
Robi Nese 2 mesi fa su fb
I cittadini hanno voluto puntare sulla stabilità economica ...karin Keller ,(consigliera federale ) Poi il resto è solo chiacchiere ..... Da rispettare ogni parere,ma penso che la consigliera federale Keller abbia riassunto in maniera piuttosto palese e chiara la questione elevandosi sopra le parti .
Alessandro Ale Sudmusic 2 mesi fa su fb
Io ci vivo da 30 anni non mi sono mai naturalizzato, ma la Svizzera per mia esperienza avrà sempre idee diverse da cantone in cantone, questa era una votazione per me quasi scontata per il no, visto che erano solo le frontiere per il si e i restanti avevano poco interesse.
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Alessandro Ale Sudmusic purtroppo hai ragione...
Tiziano Ferrari 2 mesi fa su fb
Imbesüiii
Fabrizio Marenghi 2 mesi fa su fb
Tiziano Ferrari 👍
Gabriella Sessa 2 mesi fa su fb
Poveri noi!!
Catina Calabrese 2 mesi fa su fb
Che non si lamentino poi che rubiamo posti di lavoro 🙏
Marcello Vaianella 2 mesi fa su fb
Catina Calabrese lo fanno lo stesso.
Conny Suter 2 mesi fa su fb
Catina Calabrese il problema è il dumping ... non si tratta di rubare il lavoro
Mario Boostin 2 mesi fa su fb
Ignorante
Maurizio Pavesi 2 mesi fa su fb
Adesso...accordo quadro al più presto 😎
Michele Petruccelli 2 mesi fa su fb
salario minimo 4000 franchi
Del Tetto Gianni 2 mesi fa su fb
come si rosica😂😂😂🇮🇹🇮🇹🇮🇹
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
hai vinto qualche cosa? 😎
Fabrizio Marenghi 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio 👍👌
Del Tetto Gianni 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio un gran piacere
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Del Tetto Gianni complimenti allora
Simone Vietti 2 mesi fa su fb
Secondo me dovrebbero togliere le agenzie e dare la dissociazione a solo chi serve
Charlotte Queen 2 mesi fa su fb
Oggi la Svizzera ha perso la sua Sovranità! Peccato. Vediamo se verrà confermato con l’accordo quadro.
Davide Galfetti 2 mesi fa su fb
Charlotte Queen scusi ma c'è un po' di ritardo nel suo commento, senza offesa eh
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Da italiano ho un idea pacifica per risollevare l'economia Ticinese. Ci sono molti comuni, diciamo dal mendrisotto a Chiasso, dove i piccoli negozianti, ma anche i market, vessano sempre più in difficoltà economiche, perché ci sono sempre più svizzeri che fanno la spesa in Italia, danneggiando così l'economia locale. Io proporrei un referendum alla Regione Lombardia che comunque ha un PIL elevato di porre un freno all'ingresso in Italia per le spese. Per esempio un tetto mensile massimo di €100 , verificabile con controlli incrociati tra i due Paesi, da utilizzare per tutte le spese in genere ( alimentari, ristoranti etc), in modo da dare un vero rilancio al Ticino
Charlotte Queen 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto quanta ignoranza
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Charlotte Queen no è un dato oggettivo inconfutabile
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto Con che soldi facciamo la spesa in svizzera ? Magari è meglio che pensi alla tua Italia. L’unica soluzione qui è dare priorità al popolo nativo anziché preferire manodopera a basso costo (e talvolta di qualità dubbia). Pressione sugli stipendi, sotto occupazione, disoccupazione, mancanza di lavoro... E per te la soluzione è fare la spesa in svizzera ?
Rumy Pittaluga 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto ah certo quindi invece di mettere il freno ai frontalieri lo mettiamo a noi stessi? Sarebbe proprio il massimo del ridicolo anzi direi imbarazzante!
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Charlotte Queen io penso alla Lomabardia che ha un PIL più alto del Ticino
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Rumy Pittaluga se sei patriota non lo puoi essere dove ti fa comodo
Rumy Pittaluga 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto gli svizzeri o chi vive in Svizzera e paga le tasse deve poter trovare lavoro e non avere tutte queste difficoltà! Io mi riferivo al fatto che mica possono entrare 70 Mila frontalieri a lavorare però a noi devono mettere il blocco quando tutti sappiamo quale sia il problema alla base, crede che a noi non piacerebbe poter andare sempre alla Coop a comprare ottimi prodotti di prima qualità? Ma ci sono persone che non riescono ad arrivare a fine mese, padri e madri in disoccupazione o assistenza con figli da crescere, non é proprio così semplice! E parlo da persona che non ha queste difficoltà.
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Rumy Pittaluga converrai comunque con quello che ho scritto. Te lo dico perché ho un amico di Chiasso ( Svizzero) , che l'hanno scorso ho chiuso il bar perché tutti i clienti facevano 5 km per spendere meno. Aveva abbassato prezzi al limite del sostenibile ma nulla. Ora mi domando, quei Svizzeri non sono deprecabili? Cerchiamo di avere una visione globale pacifica, ma obittiva
Robi Van Lamsweerde 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto già bella idea, così quelli (e sono tanti) che tirano già la cinghia, vanno sotto i ponti. Perché credi che I negozianti ticinesi se aumenta il loro fatturato assumono personale indigeno? Ma fammi il piacere, come tutti gli avidi del mondo, assumono frontalieri
Massimo Monzani 2 mesi fa su fb
Jann Binda Sulla alta qualità della manodopera ticinese ho serissimi dubbi
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Gentilini Mario la verità fa male eh!!
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Massimo Monzani noi abbiamo l’Attesta federale di capacità anche per fare la donna delle pulizie (ausiliaria di pulizia).
Gentilini Mario 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto io vado a fare la spesa in italia
Massimo Monzani 2 mesi fa su fb
Jann Binda venerdì ho chiamato i più grossi. Idraulici ticinesi chiedendo una pompa ad immersione urgentemente . Nessuno è riuscito a farmi avere un Preventivo in giornata . Da Varese Como e Milano mi hanno inviato tre preventivi. Probabilmente gli impiegati ticinesi si erano persi via a scegliere il carattere dell’offerta
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Massimo Monzani ora per un caso è tutto così? Potrei scriverti un romanzo su porcate che ho visto dai tuoi compà. Buona serata e buona domenica 🤗
Massimo Monzani 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto forse ha sbagliato a taggarmi?
Massimo Monzani 2 mesi fa su fb
Jann Binda vivo qui da 8 anni . Non è un caso .
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Massimo Monzani io da 25.
Patrick Fornasari 2 mesi fa su fb
Ognuno a casa propria 🥰🥰
Massimo Monzani 2 mesi fa su fb
Patrick Fornasari anche le tasse però
Roberto Oliboni 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto 🤐🤐🤐
Roberto Oliboni 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto ma va a 🤐🤐🤐
Stefano Piazza 2 mesi fa su fb
Jann Binda ma tu credi veramente che se le aziende ticinesi assumessero manodopera autoctona riuscirebbero ad essere competitive? (Io non sono frontaliere)
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Stefano Piazza credo che prima bisogna dare lavoro ai ragazzi che abitano qui, non ho detto di NON assumere frontalieri. Per voi è facile parlare, qui ci sono ragazzi che magari finiscono gli studi a 24/25 anni e sono disperati, non possono fare altro che andare oltre Gottardo o all’estero, perché oramai, in Ticino, o sei frontaliere o non ti assumono.
Stefano Piazza 2 mesi fa su fb
Jann Binda io lo capisco, ribadisco che non sono un frontaliere. Il problema del Ticino, di Ginevra e Vaud è che il sistema è ormai malato. La manodopera Svizzera è troppo cara per consentire all’azienda di assumere svizzeri per lavori da operaio o impiegato semplice. La soluzione, visto che la Svizzera è ricca, potrebbe essere solo quella di avere contributi importanti per l’assunzione di svizzeri! (Magari ci sono già)
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Stefano Piazza soluzioni ce ne sono, oggi per esempio era una soluzione. Il Ticino ha votato si, il resto della Svizzera no. Ora o si trova una soluzione o sarà una catastrofe economica per i residenti.
Stefano Piazza 2 mesi fa su fb
Jann Binda tanti svizzeri si sono trasferiti in Italia, così hanno risolto tanti problemi.. capisco che ognuno vorrebbe stare a casa propria, gli italiani per lavorare e gli svizzeri a vivere.
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto ma per carità, io ad esempio sono milanese anche se da una vita vivo in ticino, non potrei fare la spesa se non all’esselunga!
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Jann Binda ecco appunto, il che è ridicolo, primo perché fuori dalla Svizzera quell’attestato è carta straccia, secondo perché i ragazzi è meglio farli studiare, non siamo più negli anni 60, adesso se non hai almeno una maturità il posto di lavoro non lo trovi
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Jann Binda non si parla mai di ragazzi che hanno fatto l’università, anche perché la maggior parte la frequenta in Svizzera interna, il problema è dei ragazzini che hanno fatto un apprendista e delle persone che hanno superato i 50, alla base il problema è un’altro
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni per forza costa poco 🤣🤣🤣🤣🤣
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto no guardi, non è proprio una questione di costi, anche perché l’esselunga è la più cara, è proprio abitudine del milanese, il ticinese va al Bennet non va all’esselunga
Angela Cereghetti 2 mesi fa su fb
Rumy Pittaluga anche italiani che vivono da più che 40 anni in Svizzera . Sono in difficoltà e vanno a fare la spesa in Italia. Qui e tutto troppo caro. Venite a vivere qui , poi vedrete. Lavori paghi e ti chiudi in casa. C'è tavolino magico più che uno, 8 Milla in assistenza etc. Prima o poi quando chi paga ancora le tasse non ci sarà più, andiamo vivere in Italia
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto evidentemente essendo del sud non ha neanche idea di cosa sia l’esselunga
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni io del Sud 🤣🤣🤣🤣🤣 lombardo da generazioni
Cinzia Naciti Fattorini 2 mesi fa su fb
Si fà la spesa in Italia perché chi è disoccupato o assistenza non riesce a sostenere i prezzi in CH. È un circolo vizioso.
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Jann Binda perché secondo te, dove fai la spesa, dove vai a mangiare dove compri le riviste, dove passi il tuo tempo libero non ha ricadute sull'economia del tuo Paese? Se è così dovresti comprarti un bel libro di macroeconomia
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Jann Binda perché secondo te, dove mangi, compri, passi tempo libero non ha riflessi sulla economia del tuo Paese? Se così dovresti leggerti un bel libro di macroeconomia!
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto magari dovresti conoscere la realtà dei fatti per fare commenti di questo genere ! Chi non riesce a sostenere una spesa in svizzera o è perché sia sotto pagato o è perché sia disoccupato o motivi simili. E il 90% di questi motivi sono dovuti ai 70’000 che entrano ogni giorno. Nessuno dice che sia sbagliato dire “comprare svizzero e fate la spesa in svizzera”, ma se gli stipendi sono diminuiti del quasi 10%, se la disoccupazione è più alta di quella in Lombardia (parlando di Ticino) e se l’inflazione è del 3%, uno come fa a sostenere i prezzi svizzeri? Io mi devo leggere i libri di macroeconomia ma tu caro mio devi aprire i tuoi occhi e uscire dal libro di Alice nel mondo delle meraviglie.
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Jann Binda ti farò le foto di auto di lusso che trovo sabato prossimo al Bennet targate TI
Jann Binda 2 mesi fa su fb
Fabio Simonetto ti farò foto di aziende Svizzera con neanche UNA targa ticinese posteggiata! Il che è molto, molto, molto più grave.
Fabio Simonetto 2 mesi fa su fb
Jann Binda evidentemente siamo più qualificati di voi
Dany Elia 2 mesi fa su fb
Troppi interessi in ballo per chi il denaro, (per chi ne ha a già a palate) conta molto di più della povera gente che fa fatica a trovare un lavoro per i motivi che tutti sanno, ma che i “grandi” di questo paese fanno finta di non vedere! 🙈
Gaetano Mendola 2 mesi fa su fb
Mi illustra cosa sarebbe cambiato per lei se avesse vinto la fazione opposta. Giusto per capire.
Raul Romano 2 mesi fa su fb
Gaetano Mendola ci sono persone che non saprebbero neanche rispondere alla sua domanda, ma chi vive in Ticino anno dopo anno vive sulla propria pelle le conseguenze di questa situazione ormai precaria ☺️
Gaetano Mendola 2 mesi fa su fb
Quindi insomma votiamo giusto per cambiare senza sapere tutte le conseguenze? Per scaldarsi le mani non bisognerebbe darsi fuoco ai piedi.
Gaetano Mendola 2 mesi fa su fb
Raul Romano E quindi? Votando a caso risolverebbe?
Srdjan Vukcevic 2 mesi fa su fb
Gaetano Mendola almeno si va verso qualche cambiamento.
Manuel Magri 2 mesi fa su fb
Gaetano Mendola votando a caso? Il testo parlava chiaro. Adesso deve arrivare l’accordo quadro, accordo quadro che noi dobbiamo accettare senza dire nulla perché non in questo ambito non ti fanno la possibilità di farlo.
Gaetano Mendola 2 mesi fa su fb
Manuel Magri il testo parlava chiaro e le conseguenze del testo?
Manuel Magri 2 mesi fa su fb
Gaetano Mendola le si sapeva, che poi certa gente non guardava a lungo andare queste sono un’altro paio di maniche
Joelle Piffe 2 mesi fa su fb
Ditelo ancora che è colpa dei politici se non trovate lavoro. Mi raccomando...
Jose Manuel Feijoo Fariña 2 mesi fa su fb
Joelle Piffe certo che è colpa dei politici, di quelli che non vogliono lo stipendio minimo!
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Jose Manuel Feijoo Fariña eh sì, ora che a Ginevra hanno accettato un salario minimo a 23 Fr. licenziano tutti i frontalieri, avete capito tutto😎
Jose Manuel Feijoo Fariña 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio la questione non è se licenziano o meno i frontalieri, ma se i nuovi assunti verranno scelti UNICAMENTE in base al loro costo, o ANCHE in base al loro valore, e cioè, se anche i residenti in svizzera avranno o no una possibilità di assunzione. Prima non ne avevano praticamente nessuna, perché i lavoratori venovano scelti in base al costo, o quanto meno, questa voce influiva per almeno l'80-85%
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Jose Manuel Feijoo Fariña il frontaliere in ogni caso costa meno, anche in oneri sociali, a Ginevra non cambierà nulla, il lavoratore di 50 anni residente sarà ancora più penalizzato
Jose Manuel Feijoo Fariña 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio infatti la misura è insuficiente, ma l'alternativa è stata bocciata dal popolo 3 o 4 anni fà, questa misura è solo un paliativo, la strada è ancora lunga... Ma almeno hai già ammesso che il problema è il costo, è un inizio...
Marcello Forte 2 mesi fa su fb
Ma di quale popolo parliamo perché a questo punto mi dissocio
Giovanni Villa 2 mesi fa su fb
Marcello Forte parliamo del 61,7% dei votanti. Quel popolo.
aquilasolitaria 2 mesi fa su tio
Per una volta le cose sono andate come dovevano andare :))
Miriana Juras 2 mesi fa su fb
Il popolo si é dimenticato che l'Unione Europea è fallita, e che il 4. Reich è fallito anche questa volta.
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Miriana Juras a me sembra più viva che mai
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, aee, è viva come il pesce fuori d’acqua, boccheggia, pochi respiri ancora,🤣🤣🤣🙈🙈
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic chiedi all'Inghilterra come sta senza aiuti europei in questo periodo!!!
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, loro hanno voluto uscire dal Unione Europea, è ovvio che quando lo fai ci vuole un attimo ad riprenderti, in ogni caso non vanno male, fidati,!!
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic fidati tu!!
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, di chi?
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, fidati è morto, e vai tranquillo e in galera😉
Miriana Juras 2 mesi fa su fb
Quali aiuti? Vale di piu' una sola banca di Londra che loro tutti quanti messi assieme. Mai allearsi coi perdenti Tedeschi, vedi come si distanziano gli Stati uniti e Gran Bretagna prechè hanno pessima esperienza con loro.
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic beh intanto a quanto pare alla Svizzera l'europa piace molto. Buona serata!!! 🇨🇭🇨🇭🇨🇭🇪🇺🇪🇺🇪🇺🇪🇺🇪🇺
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, sai quante cose belle vedo, ma non le prendo perché non ci entrò,🤣🤣🤣👋👋👋
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic faccio fatica a capire il tuo italiano
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, ho detto che vedo belle cose in giro, ma non riesco/o devo per forza entrarci, o averla, anche la Svizzera, gli piacerà UE, ma non per forza deve entrarci😁
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic nessuno ha chiesto alla Svizzera di entrare in Europa, ma vista la posizione è meglio continuare ad avere i rapporti che abbiamo adesso.
Miriana Juras 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt , ti piaccono anche i diktat che arrivano da Berlino e Bruxelles? A me no, essendo già occupato il mio Paese piu' volte nel corso della Storia dai nazi/fascisti, sai come è, uno si sente perseguitato da questa gentaglia, ovuque vai loro ti perseguitano!😏. Buona serata a te!
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Miriana Juras di solito sono dei diktat sensati.
Miriana Juras 2 mesi fa su fb
Nazi/fascismo non puo' essere sensato. Uno che pretende di comandare in casa altrui è un fascista!
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Miriana Juras perdonami ma l'Europa non è fascista né tantomeno nazista. Riprenditi!
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt chiedi alle prossime 2 generazioni in Italia che dovranno rimborsare i prestiti EU, oppure al popolo greco dove gli hanno svenduto mezza nazione per rimborsare l'Ue😎
Miriana Juras 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt , beh, è composta dagli ex-nazi/fascisti, vedi un po' tu!
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Miriana Juras è passato tanto tempo, per fortuna. Non vedo in Angela Merkel o in Macron dei potenziali fascisti.
Alessandro Ale Sudmusic 2 mesi fa su fb
Avdija Besic l'Europa oggi come oggi é piu che viva che mai, anzi l'uscita della Gran Bretagna ne é la prova, ma la Svizzera é più virtuosa, in Europa non sarebbe come Inghilterra, nessuno la vede in Europa, e non la obbligano ad entrarci, ma ci sono accordi che deve far parte anche da neutra,
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, con questa affermazione ti meriti un bel paio di occhiali🙈🙈
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Alessandro Ale Sudmusic, si si, vivissima, tra poco ne vedremo delle belle😉
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic io parlo con cognizione di causa , tu non so. Grazie per gli occhiali ma ho fatto il LASER una settimana fa!
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, era guasto il laser😂😂
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, be parla una di congezione di causa, e non sa chi è Macron, e la maledetta mangia bambini di Merkel, bravissima, cambia causa🤣🤣🤣🤣🙈🙈
Alessandro Ale Sudmusic 2 mesi fa su fb
Avdija Besic c'é poco da vedere l'ultima guerra mondiale ci ha insegnato che le armi nel continente europeo non servono, e che insieme si vince e si perde, nessuna nazione da sola fa strada, non guardare la parte non serve, la Svizzera vive bene proprio per la pace interna all'Europa, un Europa sfasciata é poco auspicabile anche per la Svizzera.
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic perdo il mio tempo con te. Impara l'italiano prima di tutto!
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Alessandro Ale Sudmusic, infatti la EU nazista ha aperto il cancello che aveva chiuso FJK, ex presidente Americano, pagando con la propria vita, e adesso con il NWO, che avanza per lei tutto va bene, e non vede che tutto andrà a rottoli, buona serata va🙈🙈
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, pfff👋👋👋
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, se voi passare per ignorante in materia ancora, vada avanti 🤣🤣🤣👋👋👋
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Alessandro Ale Sudmusic allora questa non è una dittatura?
Alessandro Ale Sudmusic 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio non saprei io sto scrivendo liberamente, nessuno mi arresta se vado in giro, in qualsiasi nazione europea, direi no non è dittatura, almeno sentendo i vecchi che hanno vissuto la dittatura..vera... anche sul pensiero.
Alessandro Ale Sudmusic 2 mesi fa su fb
Avdija Besic ✌chiaramente
Anna Francesca Pischedda Todt 2 mesi fa su fb
Avdija Besic potremmo stare ore a parlare di storia e politica e lei potrebbe solo imparare qualcosa da me, italiano compreso.
Avdija Besic 2 mesi fa su fb
Anna Francesca Pischedda Todt, ecco che in mancanza di argomenti, fanno maestri🤣🤣🤣👋👋👋
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio accordi presi da un governo comunista, il governo di destra, che lei definisce fascista non voleva questi accordi
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni???
Ludovica Fantoni 2 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio l’ha scritto lei di chiedere alle prossime generazioni che dovranno pagare i debiti per i prestiti fatti dall’Europa per il covid, la destra è da marzo che non voleva accettare gli accordi
Pedraita Maurizio 2 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni ecco, appunto
Cristina Santoro 2 mesi fa su fb
non voglio più sentire qlc lamentarsi, avete avuto la vostra chance....da domani continuate a farvi calpestare..
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Cristina Santoro tipico cognome svizzero....
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Cristina Santoro eh no, io continuerò a lamentarmi eccome, anche se è come lottare contro i mulini a vento. 🤷🏻‍♀️
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Gennaro Zuppa problemi?
Cristina Santoro 2 mesi fa su fb
Gennaro Zuppa non so lei ma io qui ci sono nata e cresciuta e sono cittadina Svizzera dalla nascita sennonché ticinese...questa è casa mia, e se permette vedere come si è ridotto questo cantone, mi spiace davvero tanto.
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Ilaria PG a scuola.....
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Gennaro Zuppa non ci sei andato?
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Ilaria PG non è bello dire problemi...
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Ilaria PG non insultare io odio questi atteggiamenti....ci siamo capitino...
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Gennaro come ti pare, ma aspetto ancora una risposta di senso compiuto. Ti ho solo chiesto se hai problemi col mio commento. Prima di parlare di insulti, rivedi il tuo modo di porti.
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Ilaria PG il senso compiuto siamo stati noi stranieri a fare diventare grande la Svizzera... e adesso arriva un signore e decide che non serviamo più....haben sie verstanden danke.....
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Gennaro Zuppa vedo che hai capito tutto tu. Mi inchino.
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Cristina Santoro e tutta colpa dei politici che hanno voluto tutto ciò.....questa si chiama guerra dei poveri...guten abent und viele gluk in sein leben....
Gennaro Zuppa 2 mesi fa su fb
Ilaria PG come pensavo.....sei limitata e rispondi con tanta arroganza.......fatti una trombetta che ti passa tutto....ciao
Daniele Il Moro Moretti 2 mesi fa su fb
Ma non il Ticino ❤️💙
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
3 ore
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
SVIZZERA
7 ore
Con l'inverno meteorologico arrivano anche i primi fiocchi
Martedì è attesa una prima spolverata di neve, in alcune zone anche a basse quote.
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Rapina in un ufficio postale, si cerca una coppia di rapinatori
L'auto usata per la fuga, rubata poco prima, è stata data alle fiamme
SVIZZERA
9 ore
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
10 ore
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
11 ore
La sicurezza del vaccino? Non è negoziabile
La Svizzera, assicura Nora Kronig, non scenderà a compromessi
SVIZZERA
12 ore
L'edizione 2021 del Forum economico mondiale è in forse
Klaus Schwab spiega che la manifestazione avrà luogo solo in condizioni di assoluta sicurezza
SVIZZERA
13 ore
È morta la donna più anziana della Svizzera
«Se mia madre sapesse che sono diventata così vecchia...», affermava la vegliarda in un libro a lei dedicato
SVIZZERA
14 ore
Scuole reclute da record nel 2021
«Sarà la più grande della storia recente» spiega il capo dell'esercito, comandante di corpo Thomas Süssli
SVIZZERA
14 ore
PPD, oggi si decide su nuovo nome e fusione con il PBD
L'assemblea dei delegati si svolge in modo decentrato a causa della pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile