Depositphotos (archivio)
Il testo era stato criticato anche perché impediva ogni altro modello di tassazione
SVIZZERA
10.04.19 - 15:070

Imposizione per le coppie sposate, il Governo «attende» le motivazioni del TF

L'iniziativa del PPD era stata ritenuta «retrograda e omofoba» dagli oppositori. L'esperto: «Un messaggio importante e positivo»

BERNA - Il Consiglio federale intende aspettare le motivazioni scritte prima di stabilire come muoversi dopo la sentenza odierna del Tribunale federale (TF), con la quale viene annullata la votazione del 28 febbraio 2016 sull'imposizione fiscale delle coppie sposate. Quanto deciso dalla suprema corte è una prima assoluta dal 1848, anno di nascita dello Stato federale.

In un comunicato, il governo indica di aver preso atto della sentenza del TF e di volerne trarre i dovuti insegnamenti. I giudici losannesi hanno giudicato, come il PPD, partito promotore dell'iniziativa, che la votazione in questione era stata falsata dalle informazioni errate fornite proprio dall'esecutivo. Davanti ai media, il portavoce dell'esecutivo André Simonazzi si è limitato a constatare l'unicità della situazione.

Il Consiglio federale, per motivare la propria opposizione al testo, sosteneva che il numero di coppie sposate con doppio reddito penalizzate fiscalmente fosse 80'000. Un abbaglio grossolano, dato che il conteggio non includeva le coppie con figli. Con questa categoria, il vero totale sale a 454'000 e a 704'000 tenendo conto anche dei pensionati. L'iniziativa era stata bocciata di misura (50,8% di no).

Il governo, viene sottolineato nella nota, intende adoperarsi affinché nel processo legislativo siano sottoposte basi decisionali affidabili. Già lo scorso anno il cancelliere della Confederazione Walter Thurnherr ha istituito un gruppo di lavoro incaricato di proporre ulteriori misure di garanzia della qualità, di stabilire processi di correzione di eventuali errori e di elaborare proposte su come gestire cifre e fatti che nel corso del tempo evolvono.

Un’iniziativa «retrograda e omofoba» - Durante la campagna di votazione, gli oppositori all'iniziativa del PPD riguardante l'imposizione fiscale delle coppie sposate non avevano solo criticato l'impostazione fiscale del testo ma anche la scelta di precisare che "il matrimonio consiste nella durevole convivenza, disciplinata dalla legge, di un uomo e di una donna". La proposta era stata ritenuta per questo motivo «retrograda e omofoba».

Per il comitato interpartitico (PLR, PVL, PS, Verdi e diverse associazioni di gay e lesbiche) che combatteva il testo, con la scusa di eliminare gli svantaggi fiscali per un numero limitato di coppie abbienti, l'iniziativa popolare intendeva privilegiare un solo tipo di convivenza ancorandolo nella Costituzione. Inoltre, il testo era stato criticato anche perché impediva ogni altro modello di tassazione. Privilegiando poi la tassazione comune, l'iniziativa escludeva il modello di imposizione individuale.

Un «messaggio positivo» - Secondo Vincent Martenet, professore di diritto costituzionale all’Università di Losanna, l’annullamento del voto è un «messaggio importante e positivo» per il popolo. «Si tratta di una decisione storica», poiché è la prima volta nella storia costituzionale svizzera che una votazione federale viene invalidata, ha affermato il professore, che tuttavia non si è detto «sorpreso». La decisione dimostra che «la democrazia è ben regolata dalla legge». L'esperto ha sottolineato soprattutto «l'importanza del messaggio agli occhi della popolazione», che ha il diritto di essere informata «correttamente» dalle autorità.

Secondo Martenet, il Consiglio federale e l'Amministrazione federale comprenderanno questo messaggio e faranno in modo che le informazioni contenute negli opuscoli di voto siano «conformi alla realtà». Il professore ha inoltre rilevato una «tendenza a una crescente giudiziarizzazione dei diritti politici, in particolare con ricorsi sempre più frequenti contro votazioni a livello comunale, cantonale e federale». Le possibilità di giungere a una sentenza federale che invalidi uno scrutinio sono tuttavia «basse».

Commenti
 
tip75 8 mesi fa su tio
raccontare balle non passa mai di moda insomma...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
5 min
Non sa abbastanza bene il tedesco: 22enne romando escluso da Swisscoy
Il centro di competenza dell'Esercito non indicava alcun livello minimo per accedere alla formazione: «È per non scoraggiare nessuno»
SVIZZERA
2 ore
Ecco il primo rifugiato con un impiego fisso presso La Posta
L'azienda descrive così Henok Afewerki: «Da ragazzo dal futuro incerto a collaboratore della logistica con ottime prospettive»
FOTO
SAN GALLO
2 ore
Ne hanno fatto esplodere un altro
Preso di mira la notte scorsa un bancomat a Sevelen. I danni ammontano a circa 100mila franchi
SVIZZERA
2 ore
Svizzeri in vacanza? Sicurezza e prossimità
Il TCS ha elencato una serie di consigli per le vacanze all’estero
ZURIGO
3 ore
«Mentre camminavo la scarpa ha iniziato a squagliarsi da sola»
L'incredibile vicenda accaduta a una zurighese. La colpa sarebbe del dispositivo antitaccheggio nella suola, per gli esperti però è un enigma
SVIZZERA
3 ore
Preferenza indigena e obbligo d'annuncio: «Raccontiamola giusta»
Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale chiedendo di fare luce sulla reale efficacia della misura implementata nel 2018
GINEVRA
4 ore
È il grande giorno del Léman Express
La rete - sulla quale circoleranno 240 treni al giorno - viene inaugurata oggi. Fra tre giorni sarà aperta al pubblico
SVIZZERA
5 ore
La ripresa congiunturale? Solo nel 2021
Gli esperti della SECO pronosticano che il PIL continuerà a crescere anche l'anno prossimo (+1,7%) e quello seguente (+1,2%)
SVIZZERA
5 ore
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
BERNA
6 ore
Preventivo, dissimulazione del viso e disoccupati anziani
Riprendono con questi temi i lavori al Consiglio nazionale dopo il rinnovo del Consiglio federale di ieri
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile