Tipress (archivio)
È stata rilevata una ricorrente mancanza di informazioni nelle proposte di nomina sottoposte al Consiglio federale
SVIZZERA
02.04.19 - 17:560

Relazioni d'interesse più trasparenti nell'amministrazione federale

Secondo la Commissione della gestione del Nazionale i candidati a posti di grado elevato dovrebbero essere meglio conosciuti

BERNA - Le relazioni di interesse dei candidati a posti di grado elevato nell'amministrazione federale dovrebbero essere meglio conosciuti. La Commissione della gestione (CdG) del Consiglio nazionale chiede al governo di fare trasparenza in materia.

Nel novembre del 2013, la CdG aveva bacchettato il governo in merito ai processi di selezione di alti funzionari sulla scia delle dimissioni nel 2008 dell'allora capo dell'esercito Roland Nef, obbligato ad andarsene dopo che i media avevano rivelato l'esistenza di una denuncia penale contro l'alto graduato, sporta dall'ex compagna e poi ritirata a favore di un accordo extragiudiziale. Per la Commissione, a cinque anni dai fatti, la pratica continuava a essere lacunosa, con procedure di selezione mal strutturate, mancanza di controlli di sicurezza, e carenza cronica di informazioni sui candidati.

Ora dopo altri cinque anni abbondanti, la CdG ha fatto il punto della situazione. Le procedure sono ora ampiamente adeguate. I controlli di sicurezza sono effettuati sistematicamente prima della nomina. È possibile rinunciare a un concorso pubblico solo in situazioni particolari e, in ogni caso, non per i direttori di uffici federali e i segretari di Stato.

Alcune cose vanno però corrette: vi è in particolare una ricorrente mancanza di informazioni nelle proposte di nomina sottoposte al Consiglio federale. I vincoli di interesse dei candidati sono indicati solo nella metà dei casi analizzati dal Controllo parlamentare dell'amministrazione (CPA), l'organo che su incarico delle CdG conduce ricerche per verificare la legalità, l'idoneità e l'efficacia delle attività delle autorità federali.

In due casi riguardanti il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) e quello della difesa (DDPS) non è stata fornita informazione alcuna su questo aspetto. In altri due, riguardanti il Dipartimento delle finanze (DFF) e quello delle infrastrutture (DATEC), il percorso professionale ha rivelato una relazione di interesse che poi non è stata considerata.

La CdG del Nazionale ritiene che questa situazione sia problematica. Le relazioni di interesse dei candidati dovrebbero essere sistematicamente comunicate al Consiglio federale affinché possa prendere la sua decisione di nomina in piena conoscenza di causa. I vincoli d'interesse costituiscono una componente importante del profilo di un candidato, soprattutto per le posizioni politicamente esposte.

La Commissione ha constatato altre pecche. Ad esempio, la direttiva che richiede un confronto sommario dei candidati in forma anonima non viene attuata. Solo una delle quattordici proposte fatte al Consiglio federale e analizzate dal CPA conteneva tale sintesi. Oppure, l'uso delle valutazioni delle competenze, normalmente effettuate da uno specialista esterno, non è sistematico come desiderato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
2 ore
Riferisce numerose irregolarità nell'ospedale, licenziato
Questa la sorte toccata a un "whistleblower", ossia un segnalatore di irregolarità sul posto di lavoro
SONDAGGIO
SVIZZERA
4 ore
A trenta all'ora anche sulle strade cantonali?
È quanto chiedono alcuni comuni basilesi per le vie di transito, dove attualmente si circola a 50 km/h
SVIZZERA
4 ore
Coronavirus: Credit Suisse ha concesso crediti per 2,8 miliardi
Anche la seconda banca elvetica è stata confrontata con dichiarazioni fraudolente.
BERNA
5 ore
Prestazioni mediche più care per recuperare le perdite del Covid-19
È la ricetta proposta da Alain Schnegg, direttore del Dipartimento della sanità bernese
SVIZZERA
6 ore
Coronavirus in Svizzera: 17 nuovi casi ma nessun decesso
Dall'inizio dell'emergenza, nel nostro paese 30'845 persone sono risultate positive al virus
BERNA
9 ore
Berna in aiuto agli apprendisti
Un nuovo regolamento intende contrastare le conseguenze del Covid-19. Si temono fino a 20mila posti in meno.
SVIZZERA / EUROPA
10 ore
Dove possiamo viaggiare? Il punto della situazione
Una panoramica generale dell'apertura delle frontiere europee
ARGOVIA
19 ore
Il neonato è morto di coronavirus?
Il piccolo è risultato positivo al virus, ma sarebbe morto a causa di una grave malattia neurologica
ZURIGO
20 ore
Swiss non segue le raccomandazioni per il Covid
Se mostri sintomi da Coronavirus, dovresti poter riprenotare il volo o ottenere un rimborso.
ZURIGO
1 gior
Rubava carte di credito agli anziani, e si comprava di tutto
È arrivata a spendere fino a 10.000 franchi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile