20minuten
SAN GALLO
06.03.21 - 18:400

«Era impulsivo e si infiammava facilmente»

La testimonianza di un ex dipendente dell'uomo accusato di aver ucciso la fidanzata a Buchs.

Il comportamento aggressivo del 24enne sul lavoro era all'ordine del giorno.

BUCHS - Il 23 febbraio, il 24enne N.O.* è stato arrestato nella sua abitazione a Buchs (SG) con l'accusa di aver ucciso la fidanzata 22enne.

A pochi giorni dall'accaduto, parla ora un ex dipendente del presunto colpevole. L'uomo, che ha lavorato come corriere nella pizzeria del 24enne, riferisce di continui comportamenti sopra le righe.

«Impulsivo e aggressivo» - Gli ex compagni di classe hanno descritto N.O. come un burlone, un giovane che non ha mai attirato l'attenzione su di sé in negativo.

Il suo ex dipendente dipinge però un quadro completamente diverso: «Era impulsivo e aggressivo nei confronti dei dipendenti», racconta a 20 Minuten. «Arrivava a lanciare oggetti dalla cucina». Quando i clienti erano presenti nel ristorante, O. riusciva a mantenere la calma e a risultare amichevole.

Con i suoi collaboratori, tuttavia, aveva toni completamente diversi: «Maledizioni e urla facevano parte della giornata lavorativa», continua l'ex fattorino. Il datore di lavoro si sarebbe spinto fino a far piangere i suoi dipendenti. «Avevamo costantemente paura di quando sarebbe arrivato l'ennesimo scoppio di rabbia. È riuscito a litigare con un ex dipendente perché non voleva pagargli lo stipendio».

Un altro incidente rimane nella memoria dell'ex fattorino: «Un cliente aveva chiesto uno sconto perché qualcosa non era andato con l'ultimo ordine». Come convenuto al telefono con chi stava coprendo il turno in pizzeria in quel momento, il fattorino aveva effettuato l'ultima consegna a un prezzo ridotto. Venuto a sapere dell'accaduto, il 24enne si era infuriato: «Ha voluto il nome del cliente in modo che potesse "ricordarselo bene"». Quindi aveva insistito per ottenere l'intero importo. «Per farlo calmare ho pagato la differenza di tasca mia», racconta l'ex dipendente.

«Sovraccarico di lavoro e stress» - O. abitava appena sopra la pizzeria. «Era costantemente stressato e praticamente non smetteva mai di lavorare». Prosegue il fattorino. «Questa pressione deve essersi trasferita nella vita privata».

Come ha annunciato dal Ministero pubblico sangallese, il 24enne si trova ancora dietro le sbarre. Sono tutt'ora in corso le indagini per far luce sull'accaduto

* Nomi noti alla redazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
2 ore
La polizia sgombera un party privato con 40 invitati
L'operazione nel cuore della notte a Zurigo. Tutti multati, e denunciati gli organizzatori
SVIZZERA
3 ore
«Bisogna vietare ai circhi di tenere animali selvatici in gabbia»
La richiesta di diverse associazioni animaliste in occasione della giornata nazionale del circo
ZURIGO
4 ore
Decolla per Johannesburg ma dopo due ore riatterra a Zurigo
Problemi tecnici ieri notte per un Airbus che ha volato in tondo sopra alla città prima di tornare sulla pista
SAN GALLO
4 ore
Svolta, ma non vede un ragazzino sui pattini
È successo ieri sera a Grabs (SG), l'11enne è rimasto ferito ed è stato portato via in ambulanza
GRIGIONI
13 ore
Festeggiamenti senza distanze in una scuola grigionese
L'evento con 200-300 allievi ha avuto luogo venerdì mattina nell'aula magna di un istituto di Coira
SVIZZERA
14 ore
Cassis ha messo gli occhi sul vertice Biden-Putin
Il ministro vorrebbe organizzare in Svizzera il possibile incontro tra il presidente americano e quello russo
SVIZZERA
16 ore
Ecco perché all'improvviso il Canada è un paese a rischio
La decisione è stata comunicata dall'UFSP mezz'ora prima che entrasse in vigore
VALLESE
17 ore
Il Barry avrà il suo parco a tema
Uno spazio di 20'000 metri quadri che sarà un luogo per conoscere i cani San Bernardo
SVIZZERA
18 ore
I test fai da te potrebbero salvare gli eventi estivi
Nonostante i previsti allentamenti, il settore chiede una maggior sicurezza per pianificare il proprio futuro.
SVIZZERA
19 ore
Moderna conferma la “versione Lonza” di Berset
ll vicepresidente della società: «Vendiamo dosi di vaccino, non linee di produzione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile