keystone
ZURIGO
03.06.20 - 14:490
Aggiornamento : 15:48

Personale ospedaliero sempre più "disturbato" a causa del Covid

Si moltiplicano i casi di disturbi mentali come conseguenza della pandemia

Lo stress e l'incertezza sono tra i fattori scatenanti

ZURIGO - Il personale medico e infermieristico in Svizzera è stato decisamente sotto pressione negli ultimi mesi. L'incertezza sul decorso della pandemia, e lo stretto contatto con i pazienti in terapia intensiva, hanno spinto il settore ospedaliero al limite.

Uno studio condotto da psicologi dell'High mountain clinic di Davos, mostra oggi quanto gravemente la crisi stia colpendo questa categoria professionale.

Da un primo sondaggio promosso dallo studio, circa il 15% del personale interpellato (nella Svizzera tedesca), mostrava segni di depressione. L'8% riportava segni di un disturbo da adattamento, cioè una reazione psicologica a un evento critico della vita. Numeri, questi, chiaramente al di sopra della media della popolazione in generale, in tempi pre-Covid. Ma sono in linea con gli studi condotti in Asia, che indicano un aumento dello stress psicologico sul personale medico durante la pandemia.

La maggior parte degli intervistati ha anche asserito di avere più paura di contagiare la propria famiglia piuttosto che di contrarre il virus.

Il cambiamento è un peso psicologico - «Attualmente, stiamo assistendo a un'alta incidenza di disturbi mentali tra il personale ospedaliero e la popolazione in generale», spiega a 20 Minuten Sandy Patsch-Krammer, psicologo a capo dello studio.

Nel settore di riferimento è stato evidenziato un aumento di sintomi da esaurimento. Il personale è depresso, spaventato, dorme male o è afflitto da ansia. Secondo Patsch-Krammer, ciò potrebbe anche avere un impatto economico. «Chi si ammala tende a restare a casa. Resta da vedere come si svilupperà questo stress psicologico».

Ma perché questa straordinaria situazione porta a un aumento dei disturbi mentali nel personale infermieristico? «C'è stato un drastico cambiamento nella vita di tutti noi durante il lock-down», spiega Patsch-Krammer. «In particolare, chi ha svolto un ruolo molto importante durante questo periodo è stato esposto a forti stress. Ci sono stati cambiamenti sul lavoro, nuovi turni, nuove mansioni».

Alcol per distrarsi? - Secondo Patsch-Krammer, le persone interessate cercano di affrontare gli stress psicologici e le paure in diversi modi. «Alcuni iniziano a rivedere la situazione in chiave positiva, il che è un bene. Altri sembrano consumare più alcol per affrontare i problemi emotivi».

Lo psicologo consiglia di chiedere aiuto se ci si sente stressati: «È importante parlare dei propri problemi. È sano e normale avere paure e preoccupazioni per questa situazione».

«L'incertezza scatena paure» - Yvonne Ribi, direttrice dell'Associazione svizzera infermiere e infermieri, conferma i problemi sopportati dagli infermieri: «Questa pandemia è stata uno stress-test. Ma soprattutto è stata la grande incertezza ad essersi abbattuta sul personale». «È stato stressante pensare alle foto di Bergamo e non sapere se sarebbe stato così anche sul tuo posto di lavoro», spiega Ribi. Oltre a ciò, il personale di un reparto Covid è sottoposto a uno stress ancora maggiore, perché il decorso della malattia è spesso lungo e impegnativo.

Anche i turni di 12 ore hanno messo sotto pressione il personale infermieristico interessato. «Ecco perché è importante riposare a sufficienza per ricaricare le batterie». Un certo livello di "robustezza personale" è di per sé importante per la professione infermieristica, ma negli ultimi mesi è stata una situazione eccezionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Ristoranti, manifestazioni e sport: ecco le risposte alle domande più frequenti
Fino a che ora possono rimanere aperte le terrazze? Quali eventi è possibile seguire? Quante persone possono esserci?
SVIZZERA
6 ore
Ora gli albergatori aspettano il certificato Covid-free
HotellerieSuisse soddisfatta degli allentamenti, ma chiede l'urgente riapertura “integrale” dei ristoranti
SVIZZERA
8 ore
Chi si è già ammalato di Covid verrà vaccinato con una dose
Il Consiglio federale ha modificato le sue raccomandazioni per i preparati di Biontech/Pfizer e Moderna.
BERNA
12 ore
Riaprono le terrazze, ma non solo
Da lunedì saranno di nuovo consentite manifestazioni in presenza di pubblico.
URI
12 ore
Inversione di marcia sull'A2 per entrare nel tunnel del San Gottardo (che però era chiuso)
Il conducente protagonista della manovra è stato fermato poche centinaia di metri dopo che era entrato dal portale nord
SVIZZERA
13 ore
Volare Swiss col Travel Pass per il test Covid
La compagnia introduce l'app sperimentale sul collegamento Zurigo-Heathrow
Attualità
14 ore
La campagna vaccinale vodese cambia marcia
Nel cantone romando ora anche i 50enne potranno annunciarsi per un appuntamento.
SVIZZERA
15 ore
In Svizzera 2'601 nuovi casi e 14 decessi
In discesa il tasso di positività, oggi al 7%. Si registrano inoltre altre 89 ospitalizzazioni.
ZUGO
15 ore
Fuori strada sulla A4, è grave
La donna alla guida, stando all'alcol test, era ubriaca
BERNA
16 ore
I politici spingono per gli allentamenti e il CoronaPass
I leader di partito chiedono di guardare al modello danese e creare rapidamente il passaporto vaccinale.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile