Keystone (archivio)
SVIZZERA
14.12.19 - 12:350
Aggiornamento : 14:19

"Veiko" mostra i muscoli: venti fino a 160 km orari

Le raffiche calde e tempestose hanno spazzato la Svizzera la scorsa notte. E in montagna aumenta il pericolo valanghe

di Redazione
ats

BERNA - Venti tempestosi e caldi hanno spazzato la Svizzera la notte scorsa. MeteoSvizzera ha rilevato raffiche tra i 60 e i 110 km/h in pianura, e ancora più forti, fino a 160 km/h, in quota. Il vento proveniente da sud-ovest ha fatto salire la temperatura fino a 11 gradi.

A causa della depressione denominata "Veiko", la polizia cantonale bernese, ad esempio, ha ricevuto circa 20 chiamate relative alla tempesta tra le 05.00 e le 10.00. La maggior parte riguardano alberi caduti o oggetti che sono volati via.

Il servizio meteorologico della TV svizzero tedesca SRF prevede che il vento, anche se di forza minore, sarà sempre tempestoso fino a domani mattina.

I venti hanno perturbato il traffico aereo all'aeroporto di Ginevra, che ha subito alcuni ritardi e quindici deviazioni: invece di atterrare a Cointrin, tre aerei sono stati dirottati a Zurigo e dodici a Lione. Da lì, sempre in aereo, rientreranno nella città di Calvino quando le condizioni lo permetteranno, ha spiegato la portavoce dell'aeroporto Madeleine von Holzen a Keystone-ATS.

La situazione si è fatta sentire anche per le gare di sci. A St. Moritz (GR) hanno costretto gli organizzatori ad abbassare il punto di partenza del Super G femminile. In Francia, lo slalom maschile previsto in Val d'Isère è stato semplicemente annullato.

La tempesta "Veiko" segue la prima grande nevicata di questo inverno, che ha anche depositato un sottile strato di neve su gran parte della pianura. Questa nevicata e le attuali temperature hanno fatto aumentare il pericolo di valanghe in montagna.

In gran parte del Vallese il pericolo è "elevato" (grado 4 su 5), riferisce l'Istituto per lo studio della neve e delle valanghe WSL.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Studentessa covid-positiva, 109 persone messe in quarantena
È successo ad Arlesheim, a casa tutta la classe e anche i partecipanti a una festa del locale centro giovani
SVIZZERA
8 ore
Il clima ha avvicinato i giovani alla politica?
La questione climatica è diventata un tema di grande importanza per i giovani, nonostante la politica sia poco seguita
ZURIGO
9 ore
Condannato per l'omicidio della moglie, in seconda istanza il tribunale lo assolve
La donna uccisa nel 2009 a colpi di pistola aveva una relazione extraconiugale, per il giudice però mancano le prove
SVIZZERA
10 ore
Christine Lévy sarà (anche) “Miss. Corona”
La nuova direttrice dell'UFSP da ottobre guiderà ad interim la Task Force per il coronavirus
SVIZZERA
11 ore
Pochi medici di famiglia fino al 2030, poi c'è ottimismo
Lo sostiene l'Associazione Medici di famiglia e dell'infanzia Svizzera (mfe)
SVIZZERA
12 ore
«Ora tocca a voi!»
La campagna dell'Ufficio federale della sanità pubblica è indirizzata a tutti ma in particolare ai giovani
SVIZZERA
13 ore
Per Migros sarà un anno da record
Più attenzione ai piccoli negozi con la pandemia: «Se la gente lavora di più a casa, farà acquisti dietro l'angolo»
ZURIGO
13 ore
Tre Pink Panther in gabbia
Condanne tra cinque e sette anni e mezzo di prigione per tre presunti membri della banda balcanica di rapinatori.
ZURIGO
14 ore
Non metti tua figlia in quarantena? Arriva la polizia
Gli agenti hanno suonato il campanello alle 21.25 e hanno consegnato al padre la lettera del medico cantonale
SVIZZERA
16 ore
Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»
Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile