Keystone (archivio)
BERNA
06.12.19 - 20:590
Aggiornamento : 30.04.20 - 12:04

Un furgone blindato assaltato anche a Berna: «Bottino da 4.5 milioni»

Il furto è avvenuto nel mese di luglio, ma è stato divulgato solo adesso. Il Tribunale Federale ha risposto picche alla richiesta di scarcerazione dell'autista, arrestato per complicità nel colpo

BERNA - Gli assalti a furgoni blindati non riguardano solo il canton Vaud. È infatti notizia di oggi che alcuni malviventi avevano derubato un portavalori che trasportava 4.5 milioni di franchi il primo luglio a Thunstetten (BE). Il caso non era mai emerso. Fino ad oggi. Il Tribunale federale ha infatti comunicato che a uno degli autori della rapina - in detenzione preventiva dal 14 agosto - è stata rifiutata la domanda di rilascio (richiesta a ottobre). 

L'uomo - da quanto si può apprendere dalla sentenza dei giudici - altri non è  che lo stesso conducente del furgone assaltato ed è reo confesso. Avrebbe infatti ammesso di aver aiutato i ladri a trasferire i soldi su un altro veicolo per poi trasportarli in un garage di Rickenbach nel canton Lucerna. Da lì i 4.5 milioni si sono volatilizzati. Tanto che le indagini sul caso sono ancora in corso. Si ritiene infatti che l'autista e un complice (attualmente in prigione nella Repubblica Ceca) abbiano consegnato il bottino a un terzo uomo che poi ha fatto perdere le proprie tracce insieme ai soldi, che non sono quindi mai stati recuperati.

Rischio collusione - Il rilascio del conducente del furgone è stato negato perché secondo i giudici vi è un «grosso rischio di collusione» e la detenzione preventiva è stata prolungata come richiesto dal Ministero pubblico. L'uomo dovrà quindi rimanere in prigione almeno fino a febbraio 2020.

La striscia nera vodese -  Diversi attacchi a furgoni blindati sono avvenuti negli ultimi anni in Svizzera e recentemente nel canton Vaud. Otto attacchi in quattro anni. L'ultimo una manciata di giorni fa a Daillens. Lo scorso agosto era invece toccato a La Sarraz, mentre un episodio analogo si era pure verificato due mesi prima a Le Mont-sur-Lausanne. Inoltre il 31 ottobre scorso le forze speciali della polizia francese hanno sventato in extremis un ennesimo attacco intervenendo in un bosco di Collonges, comune francese al confine con il canton Ginevra.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
anndo76 8 mesi fa su tio
lo avra' progettato il tex willer della leventina ? :-)
Thor61 8 mesi fa su tio
Speriamo solo che il furgone "Blindato" non sia quello dell'immagine!!! Altrimenti se lo fosse, il grado di protezione è pari al - - - - - ZERO, in pratica un sottile foglio di polimeri a "Blindatura" del furgone che appare un normalissimo furgone!!! Le blindature REALI sono altra cosa!!!
Francesco Bellopede 8 mesi fa su fb
Mentre scappavano il radar li ha presi...
Nikola Nick Zar 8 mesi fa su fb
Il nostro diritto di non essere informati? Paghiamo la billag|serafe per non informarci e tenerci nascoste le notizie...
Sandrini Sirio 8 mesi fa su fb
Fanno bene, pagano gli agenti di sicurezza 22/25 fr. all'ora e magari pretendono anche che difendono i soldi a costo della loro vita? Le assicurazioni non dovrebbero nemmeno pagare questi furti.
Val Caste 8 mesi fa su fb
La mobilità sostenibile ladri di biciclette e affini libertà di circolazione
Tiziano Regazzoni 8 mesi fa su fb
Alla faccia.....noi gente onesta a spaccarci la schiena una vita.....questi invece vivono a caviale e champagne, le assicurazioni pagano, la politica ha altro da pensare.....tutto a posto. Complimenti a questi fortunati nullafacenti......!
Paolo Longoni 8 mesi fa su fb
Vendesi qualunquismo: 18fr/kg! fino a 10kg ritiro a mano nel mendrisiotto, oltre consegna a domicilio inclusa nel prezzo.
Wanda Tettamanti-Travella 8 mesi fa su fb
Evviva la trasparenza!
Violet Barrow 8 mesi fa su fb
Dal mese di luglio tutti zitti ? Già non si puo dire perchè siamo in Svizzera e le tütt aposcht
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 min
Altri 161 casi, otto ricoveri e tre decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'269. I decessi sono 1'712.
SVIZZERA
40 min
L'infrastruttura digitale «è carente» nel settore pubblico
Il problema è emerso soprattutto nel periodo di lockdown.
SVIZZERA
49 min
Swissport vuole abbassare i salari di circa 2500 dipendenti
La società sta attualmente cercando di rinegoziare le condizioni di lavoro dei suoi collaboratori con le parti sociali
SVIZZERA
1 ora
Durante il lockdown anche il consumo di energia va giù
Crollo del 12% rispetto allo scorso anno, indica l'Ufficio federale dell'energia
BASILEA CAMPAGNA
2 ore
Muore colpita dal cavallo durante una lezione di equitazione
L'animale è inciampato durante un salto ad ostacoli. La donna è caduta a terra ed è stata travolta dal cavallo
SVIZZERA
3 ore
Vaccino: c'è la firma con l'azienda Usa, ma non per tutti
Se supererà il test clinico e sarà omologato, potranno essere vaccinate 2,25 milioni di persone.
ZURIGO
3 ore
Va alle terme, venti persone finiscono in quarantena
Una persona presente domenica nella struttura zurighese ha presentato i sintomi del coronavirus tre giorni dopo.
BASILEA
12 ore
«Per la prima volta vedremo l'assassina di nostro figlio»
Ilias tornava da scuola. Fu ucciso da una 75enne. Senza alcun motivo. Lunedì si apre il processo. Intervista ai genitori
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera si stimano 400'000 casi di coronavirus
Lo sostiene la task force Covid-19 della Confederazione: l'80-90% dei malati non sarebbe stato rilevato
SAN GALLO
17 ore
«Uno sconosciuto nudo è seduto sul mio divano»
Due fratelli di 26 e 32 anni sono stati fermati dalla polizia: erano in stato confusionale dopo aver consumato LSD
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile