20 Minuten
BERNA
22.07.19 - 13:150
Aggiornamento : 15:49

Ucciso dalla polizia: «Improvvisamente ha afferrato un'arma»

Un comunicato odierno delle forze dell'ordine chiarisce la dinamica dei fatti che mercoledì scorso hanno coinvolto un 36enne fuggito da un istituto psichiatrico

BERNA - L'uomo ferito a morte mercoledì scorso dalla polizia di Berna aveva maneggiato improvvisamente un'arma da fuoco. Lo confermano le indagini in corso, condotte della polizia cantonale di Zurigo sotto la direzione della procura cantonale bernese.

Lo riferisce un comunicato odierno della procura cantonale per compiti speciali, senza precisare però di che arma si tratti.

Mercoledì scorso alle 16.45 la polizia della città federale era stata avvertita che un 36enne svizzero residente nel canton Berna era fuggito da un istituto psichiatrico. Una pattuglia della cantonale lo aveva rintracciato circa un'ora dopo in una proprietà in Kuhnweg, nel quartiere di Schönberg/Bitzius, tra il Rosengarten e il Museo Paul Klee, nella parte orientale di Berna.

Secondo quanto già riferito in precedenza, i poliziotti sono riusciti ad avvicinarsi e a parlare con il fuggitivo. Ma poi si è verificata una «situazione di grave minaccia per gli agenti», quando l'uomo ha improvvisamente afferrato un'arma da fuoco. Ciò ha portato all'uso di armi di ordinanza. Il 36enne, ferito gravemente, è morto poco dopo in ospedale.

Le indagini sull'esatto dinamica e le circostanze di quanto accaduto sono ancora in corso. Nel frattempo il procedimento è stato trasferito dalla procura di Berna-Mittelland a quella cantonale per compiti speciali. Le indagini di polizia, come di solito avviene in casi del genere, sono svolte da un corpo extra-cantonale; in questo caso da quello di Zurigo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VIDEO
BERNA
36 min
Un gruppo di ragazze se le dà di santa ragione
Il pestaggio è avvenuto venerdì a Berna. Tra le duellanti anche una diciassettenne già accusata di aggressione in passato
SVIZZERA
2 ore
Solo una persona su venti naviga gratuitamente sui treni delle FFS
Secondo le cifre delle FFS, il servizio FreeSurf è utilizzato solo dal 5% dei clienti
SVIZZERA
8 ore
Le stazioni ferroviarie più comode d’Europa: Zurigo al secondo posto
La classifica è stata stilata dal Consumer Choice Center, e la Svizzera può esserne soddisfatta
URI
15 ore
In retromarcia sull'A2 per evitare controlli
Pericolosa manovra di tre autotrasportatori, che volevano sottrarsi a un controllo perché i loro veicoli presentavano difetti tecnici
FOTO
TURGOVIA
17 ore
Scoppia la polemica su questo cartellone elettorale
La decisione di una candidata al Gran Consiglio turgoviese di farsi ritrarre con un fucile d'assalto ha riportato alla mente la strage avvenuta a Zugo
VIDEO
BERNA
17 ore
Quando l'acqua anziché cascare... risale
Curioso fenomeno quello immortalato nell'Oberland bernese. Ma c'è una spiegazione
SVIZZERA
20 ore
Il cervo dello Jägermeister ha perso il suo significato cristiano
Il TAF ha stabilito che il logo del noto digestivo, un cervo con una croce, può essere commercializzato senza ferire i sentimenti religiosi
LUCERNA
21 ore
Arrestati dopo una folle sfida notturna
Gara automobilistica ad alta velocità, in pieno centro di Lucerna, fra due giovani. Uno di loro si trovava pure in stato d'ebbrezza
SVIZZERA-CINA
21 ore
Gli svizzeri in Cina: «Abbandonati da Berna»
Il DFAE afferma di essere in contatto con i confederati che si trovano nel paese asiatico. Ma molti dicono di non essere mai stati contattati
GINEVRA
22 ore
I frontalieri arrivano da sempre più lontano
Lo storico Claude Barbier mette in guardia su un possibile problema culturale: «Spesso questi lavoratori non comprendono gli usi e i costumi locali»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile