Keystone
URI / NIDVALDO
24.01.19 - 16:590

In fuga sull'A2 dopo un furto, presi dopo oltre 50 chilometri

I due presunti autori, due georgiani, sono sospettati di altri reati. Saranno colpiti da un divieto d'ingresso sul suolo elvetico ed espulsi

ANDERMATT - Lungo inseguimento, a lieto fine, martedì sera sull'autostrada A2 tra i cantoni di Uri e Nidvaldo. Due presunti ladri georgiani sospettati di aver commesso un furto ad Andermatt (UR), sono stati fermati dalla polizia ad oltre cinquanta chilometri di distanza in territorio di Stans (NW).

Stando a una nota odierna della polizia urana, martedì verso le 17.30 le forze dell'ordine sono state avvertite che un furto sarebbe stato compiuto in uno negozio di articoli sportivi ad Andermatt. I due autori sono fuggiti in auto in direzione nord e sono stati segnalati poco tempo dopo sull'A2 all'altezza di Altdorf.

Qui è iniziato il lungo inseguimento tra malviventi e polizia, alla quale hanno prestato man forte in territorio di Buochs (NW) i colleghi della cantonale nidvaldese. Vari, ma inutili, i tentativi per fermare i due malfattori, che nella loro corsa hanno messo in pericolo altri conducenti.

Allo svincolo di Stans Nord, a più di 50 chilometri di distanza dal luogo del furto, un'altra pattuglia di poliziotti nidvaldesi è riuscita a bloccare la fuga dei due ladri. È poi emerso che entrambi sono sospettati di vari altri furti. Per questo sono stati denunciati e consegnati alle autorità della migrazione. Saranno colpiti da un divieto di ingresso in Svizzera ed espulsi verso il loro Paese di origine.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
13 min
Daniel Koch: «La questione delle mascherine? Sopravvalutata»
"Mister Coronavirus" esprime la sua opinione sulle ultime decisioni del Consiglio federale.
ZURIGO
1 ora
«Sono quasi finito nel fiume, sarei potuto morire»
Un 30enne ha cercato di fuggire dalla polizia zurighese, lo scorso venerdì.
LUCERNA
6 ore
Lucerna pensa all'obbligo di mascherina per licei e scuole professionali
Anche altri cantoni stanno valutando l'introduzione di obblighi analoghi.
SVIZZERA
6 ore
Allergici, attenti alle gallette di riso integrale di Migros
L'USAV denuncia la presenza di latte non dichiarato. Nessun problema per chi tolleri bene questo ingrediente.
ARGOVIA
7 ore
Si ribalta la carrozza, cinque in ospedale
L'incidente è avvenuto ieri sera in una strada forestale vicino a Brittnau.
ZURIGO
9 ore
Volantinaggio contro l'obbligo di mascherina
Il direttore dell'Ufficio federale della sanità pubblica: «Fake news»
BERNA
9 ore
Caduta fatale sulla Jungfrau
L'incidente è avvenuto domenica mattina mentre un gruppo di alpinisti stava scendendo dalla vetta della Jungfrau.
SVIZZERA
11 ore
Raddoppiano i casi di encefalite da zecche
Meteo e coronavirus potrebbero essere la causa: il semi-confinamento ha spinto più gente in mezzo alla natura
SVIZZERA
11 ore
Coronavirus in Svizzera: i nuovi contagi sono 63
Complessivamente nel nostro paese 32'946 persone sono risultate positive al virus
ZUGO
12 ore
Una fiammata, il pompiere muore nell'esercitazione
Dopo una lotta durata tre settimane, il 37enne non ce l'ha fatta
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile