lettore 20 minutes
+ 5
VAUD
07.08.18 - 18:110
Aggiornamento : 22:53

Il Lemano come non l'avete mai visto: «Sembrava l'apocalisse»

Scene di panico ieri a Vevey. Ma anche eroiche, come quella che ha visto il proprietario di un noleggio di pedalò soccorrere i propri clienti in balia delle onde

VEVEY - Sono impressionanti le immagini che arrivano dalla Romandia, che ieri pomeriggio è stata colpita da una tempesta trasformando improvvisamente il Lemano in un vero e proprio mare in burrasca. Di conseguenza, chi stava navigando sulle acque del lago, in battello, barca a velo o pedalò, si è velocemente ritrovato in difficoltà.

È stato il caso ad esempio dei clienti di José Justo, che noleggia barche e pedalò davanti alla Place di Marché di Vevey. L'uomo non ha però esitato un istante e si è lanciato in soccorso delle ultime barche che ancora si trovavano al largo e che erano ormai in balia delle onde, sotto lo sguardo di molti testimoni che hanno ripreso la scena.

Salvataggio eroico - «Ha dapprima rimorchiato un pedalò, poi è partito per aiutare quattro persone su un motoscafo», ha raccontato la figlia Marie a "20 minutes". Le operazioni di salvataggio hanno avuto successo, anche se José ha riportato una ferita alla mano. «Si è procurato un profondo taglio al dito medio. Ma nonostante ciò ha preso il suo scooter e si è recato da solo in ospedale», continua. Medicato, è sfuggito per poco all'amputazione del dito.

Scene di panico - Un altro abitante di Vevey racconta il caos che regnava, aggiungendo che è incredibile come tutti ne siano usciti incolumi. «All'inizio, quando il vento si è alzato, era solo una leggera brezza. Poi, rapidamente, sembrava l'apocalisse. Abbiamo visto una barca a vela, al largo, in grande difficoltà. Una persona è caduta, scivolando all'indietro. In quel momento era il panico, tutti erano pietrificati. Vicino al noleggio di pedalò, chi stava nuotando ha raggiunto a fatica la riva e sono stati aiutati dalle persone sul molo, che li trascinavano fuori con delle aste.

La tempesta ha danneggiato pure le strutture di noleggio barche, tra cui diversi pontili. Per poter riaprire saranno necessari dei lavori di riparazione. «Mio marito verrà ad aiutarci e cercheremo di aprire al più presto. Nel peggiore dei casi, ci rifaremo con qualche giorno di libero che ci permetterà di riprenderci da tutto questo», conclude Marie.

lettore 20 minutes
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
2 ore
La Confederazione teme attentati ai consiglieri federali
I componenti dell'esecutivo figurano tra i funzionari particolarmente minacciati. Secondo l'esperto, una scorta fissa sarà presto necessaria
BERNA
9 ore
Rapina a mano armata alla biglietteria FFS
Ladri in azione alla stazione di Burgdorf, nella capitale. È in corso una caccia all'uomo
ZURIGO
13 ore
Uomo gravemente ferito da colpi d'arma da fuoco
Il 32enne aveva chiamato la polizia dicendo di essere inseguito. Ancora da chiarire la dinamica dell'accaduto
SVIZZERA
15 ore
L'epica spedizione di Mike Horn e Børge Ousland è finita
Dopo quasi tre mesi fra i ghiacci dell'Artico, i due sono stati recuperati dalla nave Lance. Nonostante qualche gelone, sono in buona salute
ARGOVIA
16 ore
Incendi dolosi a Merenschwand: carcere preventivo per uno dei sospettati
Si tratta di un 37enne svizzero. Venerdì erano state fermate dieci persone
SVIZZERA
16 ore
«Gli standard sulla verdura dei supermercati sono irrealistici»
Lo sfogo di un coltivatore Bio che deve buttare metà delle sue patate perché “troppo grandi”, lui: «Nessuno si lamenta: hanno paura»
BERNA
19 ore
Sciare sulla Jungfrau non sarà per tutti
Le Jungfraubahnen intendono limitare l'accesso alle piste sopra a Wengen e Grindelwald. Questione di tutela ambientale e marketing
BERNA
21 ore
Iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili": «L'opuscolo contiene errori»
L'Associazione svizzera degli inquilini chiede al Consiglio federale una rettifica urgente. Si vota il 9 febbraio
SVIZZERA
21 ore
I genitori al pronto soccorso "sclerano", sicurezza rafforzata
I numeri sulle aggressioni negli ospedali sono impressionanti: in un anno 1500 al CHUV di Losanna, 1200 all'Inselspital di Berna, 900 all'ospedale di Zurigo e 5000 all'HUG di Ginevra
SVIZZERA
21 ore
Poco spazio per lavorare: i dipendenti di Swiss protestano
Sui nuovi A320 Neo la superficie a disposizione nelle cucine di bordo sarà ancora più limitata, lamentano gli assistenti di volo. La compagnia relativizza
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile