Immobili
Veicoli
getty
ZURIGO
28.01.22 - 06:000

La violenza contro il personale ospedaliero è in costante aumento

Gli ospedali di tutta la Svizzera segnalano aggressioni da parte dei pazienti

I numeri erano già alti nel 2020. Sono aumentati di nuovo l'anno scorso.

Fonte 20 Minuten/Luca Orellano
elaborata da Davide Milo
Giornalista

SONDAGGIO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

ZURIGO - Negli ospedali si sta perdendo la testa. Accadono episodi come quello vissuto da AM* e la sua collega, trovate a doversi chiudere a chiave in una stanza del reparto a causa del marito "impazzito" di una paziente.

L'uomo - riporta 20 Minuten - ha perso completamente la calma, le ha insultate nel peggiore dei modi e le ha persino minacciate di morte. Quando dalle parole ha mostrato l'intenzione di voler passare alle mani, le due donne sono scappate allertando la sicurezza che ha così potuto buttare fuori dall'ospedale l'iroso personaggio.

Il motivo di tanta furia? «Abbiamo dovuto isolare la moglie in una stanza fino all'arrivo del risultato del test», racconta AM. Questo è stato sufficiente a far perdere la testa al marito, nonostante gli fosse stato permesso di far visita alla donna in isolamento. Anche una volta a casa, l'uomo non ha ritrovato un equilibrio: «Ci ha chiamati più volte continuando a insultare noi e il resto dello staff».

Episodi simili ovunque - Episodi di ordinaria follia. Che non sono isolati. L'aggressività nei confronti del personale ospedaliero è infatti in aumento negli ultimi anni.

Sono diverse le storie come quella di AM. Diverse voci si aggiungono alla sua, dipingendo tutte lo stesso quadro. «Sono stata schiaffeggiata, afferrata per i polsi, sgridata e pizzicata innumerevoli volte», racconta un'infermiera. Un altro dipendente d'ospedale le fa eco: «L'aggressività verbale è all'ordine del giorno. Vengono deliberatamente lanciati oggetti contro di noi, gli ospiti non seguono le regole».

Numerosi ospedali, in diversi cantoni, confermano la tendenza a un incremento della violenza contro i dipendenti della sanità. «Possiamo confermare che nel 2021, all'ospedale universitario di Berna, gli episodi contro i dipendenti sono nuovamente aumentati», afferma il portavoce dell'Inselspital, Didier Plaschy. Lo stesso sottolinea come vengano registrati sistematicamente solo i casi gravi, cioè quelli in cui è necessario l'intervento del servizio di sicurezza.

Da 600 a 1600 casi all'anno - Secondo Plaschy, nel 2021 si contano oltre 1.600 casi. Si tratta di 40 casi in più rispetto al 2020, anno che aveva già segnato un numero molto elevato di violenze contro i dipendenti della sanità. Per un confronto, nel 2016 di episodi simili se ne erano contati 600.

Per Yvonne Ribi, dell'Associazione svizzera infermiere e infermieri (ASI), la pandemia ha intensificato una tendenza già esistente: «La crescente violenza contro le infermiere è un problema da anni, ma con il Coronavirus questo si è ingigantito».

Secondo Pierre-André Wagner, responsabile del servizio legale dell'ASI, la soglia di tolleranza alla frustrazione è calata enormemente: «Vi sono aspettative irrealisticamente alte, soprattutto durante la pandemia, quando il personale stesso è sovraccaricato. Ovviamente gli infermieri sono quelli che trascorrono più tempo in corsia, quindi vivono sulla loro pelle questa frustrazione».

Anche nel canton Friburgo le strutture ospedaliere sono colpite da crescenti episodi di violenza. Secondo la portavoce Catherine Favre Kruit, nel 2021 c'è stato un aumento di circa il 25% dei casi di aggressione verbale e fisica. «Questi attacchi possono provenire da pazienti, ma anche da persone che li accompagnano», sottolinea.

Lo stesso nella Svizzera orientale: «Accade da anni anche all'ospedale cantonale di San Gallo che i pazienti - o i loro accompagnatori - a volte si comportino in modo aggressivo nei confronti dei nostri dipendenti», afferma il portavoce Daniel Steimer. «Non è un fenomeno nuovo, ma è in aumento». Anche presso gli ospedali universitari di Losanna e Ginevra, tra il 2020 e il 2021, si registra un aumento in questo senso.

*nome noto alla redazione. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
26 min
Vaiolo delle scimmie, già fatte le prove per una pandemia
L’esercitazione, messa in atto alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco del 2021, ha insospettito molte persone.
GRIGIONI
46 min
Seimila sigarette nascoste un po' ovunque nel camper
Sono state trovate dai doganieri durante un controllo al valico di Martina.
SVIZZERA
1 ora
I miliardi della Banca invece del portafoglio dei lavoratori
L'iniziativa popolare "sulla BNS" è stata lanciata oggi da sindacati, PS e altre associazioni di sinistra.
ZURIGO
1 ora
Lavoro: uno svizzero su due è insoddisfatto
Uno su cinque, invece, punta a cambiare posizione entro l'anno.
SAN GALLO
16 ore
Cerca di sfuggire al ricovero, cade dal tetto e muore
Un 35enne con problemi psichici ha perso la vita questo pomeriggio ad Altstätten.
LOSANNA
16 ore
Il dottorato svizzero di Mussolini fa discutere
Venne conferito nel 1937 al Duce. Oggi una petizione chiede di revocarlo
SVIZZERA
16 ore
Cassis a Davos con la mente rivolta a Lugano
Il presidente della Confederazione ha aperto ufficialmente il WEF parlando della situazione geopolitica mondiale.
SVIZZERA
20 ore
Ricola «inganna i consumatori» secondo una consumatrice
Una donna dell'Illinois ha chiesto un risarcimento milionario accusando l'azienda di pubblicità ingannevole
SVIZZERA
20 ore
La quarta dose presto realtà
Da oggi la Confederazione consiglia una nuova vaccinazione «alle persone con un sistema immunitario indebolito».
SVIZZERA
23 ore
Commercio sostenibile: l'industria della moda sotto la lente
Public Eye ha compiuto un'analisi dei più noti rivenditori di moda in Svizzera. Zalando, Wish e Amazon nel mirino.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile