Immobili
Veicoli
AFP
SVIZZERA
24.01.22 - 11:210

In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare

La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città

BERNA - La richiesta di vaccinazioni contro il Covid-19 per i bambini tra i cinque e gli undici anni stenta a decollare in Svizzera: finora ne hanno approfittato solo in 32'000, pari a una quota nazionale del 5,2% - Ticino: 2,6%; Grigioni: 3,63% - che ha ricevuto almeno una dose. Tale percentuale nasconde però importanti variazioni regionali.

La possibilità di vaccinare i più piccoli è data dall'inizio dell'anno. La quota più bassa di bambini vaccinati si registra al momento nella Svizzera occidentale, con meno del 2%: a Neuchâtel solo l'1,4% ha fatto ricorso alla vaccinazione, il valore più basso, mentre la percentuale più elevata è a Ginevra (1,8%), stando ai dati dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) dello scorso 20 gennaio riportati stamane dalla radio della Svizzera tedesca SRF.

"Campioni" della vaccinazione tra i soggetti tra i cinque e gli undici anni sono i due cantoni di Basilea: 11,75% a Basilea Campagna e 12,8% a Basilea Città. A Zurigo e Berna tali percentuali sono, rispettivamente, del 7,74% e del 7,1%. A livello numerico, Zurigo è in testa con più di 8'600 bimbi vaccinati, seguito da Berna con circa 5'000 giovani che hanno ricevuto una dose di vaccino.

A radio SRF, la portavoce del Dipartimento cantonale della sanità bernese, Gundekar Giebel, ha dichiarato che all'inizio la domanda era abbastanza elevata: si trattava di genitori che volevano assolutamente che i loro pargoli venissero vaccinati al più presto; queste persone si sono annunciate già durante la prima settimana del mese.

Giebel non si è detta sorpresa del fatto che, nel frattempo, la richiesta di vaccino per i più giovani sia scemata: solitamente, i bambini che si infettano col coronavirus registrano un'evoluzione molto leggera della malattia. A Zurigo, stando a Jérôme Weber, del Dipartimento della sanità, la situazione è diversa: la domanda rimane molto elevata, ha spiegato alla SRF.

Stando ai dati dell'UFSP pubblicati online, oltre i cantoni romandi, la quota di vaccinati tra i più piccoli rimane debole - ossia inferiore o uguale al 3% - nel Ticino (2,6%), a Glarona (2,1%), San Gallo (2,7%), Appenzello Interno (2,9%) e Obvaldo (3%). Sopra la media svizzera, oltre a Zurigo, Berna e le due Basilea, si situano Argovia (7,4%), Zugo (6,7%), Lucerna (6,4%), Soletta (5,8%) e Nidvaldo (5,1%).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
40 min
Altri milioni per proteggere il bestiame dal lupo
La Confederazione mette a disposizione fondi supplementari a sostegno dell'economia alpestre tradizionale
SVIZZERA
1 ora
L'imposta sulla benzina non si tocca (per ora)
Il Governo ritiene che al momento non sia necessario adottare provvedimenti. Ma la situazione è sotto osservazione
SVIZZERA
1 ora
Stati Uniti impressionati dalle sanzioni svizzere
La dedizione delle autorità svizzere nell’applicare le sanzioni contro fondi russi ha riscosso l'ammirazione americana.
SVIZZERA
2 ore
«La comunità politica Ue è un'opzione per la Svizzera»
Il presidente del Centro Gerhard Pfister invita il Consiglio federale a valutare la proposta di Emmanuel Macron
FRANCIA / SVIZZERA
12 ore
«Complice di crimini contro l'umanità». Socia di Holcim sotto accusa
Avrebbe versato diversi milioni nelle casse dello Stato Islamico e ad altre organizzazioni per un impianto di cemento
SVIZZERA
16 ore
Superata la soglia dei 50'000 profughi ucraini in Svizzera
Continua incessante l'esodo di persone in fuga dalla guerra. La SEM: «401 iscrizioni nelle ultime 24 ore».
SVIZZERA
20 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
21 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
23 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
1 gior
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile