Immobili
Veicoli
Keystone
GRIGIONI
20.01.22 - 12:320

«Solo la variante Delta nelle terapie intensive grigionesi»

Il medico cantonale ha fatto il punto della situazione: «C'è una certa stabilizzazione dei contagi, ma ad alto livello».

Nella conferenza stampa Marina Jamnicki ha mostrato un cauto ottimismo: «Sembra d'intravvedere una luce in fondo al tunnel».

COIRA - La variante Omicron non è ancora arrivata negli ospedali grigionesi. In tutti e sette i pazienti ricoverati nelle cure intense è stata rilevata la "variante delta". Oggi il medico cantonale ha parlato di una stabilizzazione ad alto livello.

Negli ospedali grigionesi sono ricoverati attualmente 32 pazienti affetti da coronavirus. Nei Grigioni sono circa 3'400 le persone in isolamento.

Nella conferenza stampa di oggi a Coira il medico cantonale Marina Jamnicki è apparsa cautamente ottimista. Ha detto, al cospetto della variante Omicron, la situazione nei nosocomi grigionesi è meno drastica di quanto si potesse temere. «Sembra d'intravvedere una luce in fondo al tunnel», ha commentato Jamnicki.

Il numero di casi è diminuito. «Uno dei motivi», così Jamnicki, «è la rinuncia a test aziendali e scolastici ripetitivi a causa del sovraccarico dei laboratori». Inoltre, dopo le recenti decisioni del Consiglio federale, si osserva una forte riduzione del numero di persone in isolamento e in quarantena.

Attualmente, nei Grigioni, vengono sottoposti regolarmente ai testi solo i dipendenti delle strutture sanitarie e di assistenza, i bambini della scuola dell'infanzia e quelli delle prime due classi della scuola elementare. Le mascherine saranno obbligatorie dalla terza elementare in poi a partire da lunedì prossimo fino al 5 marzo. Il direttore dello stato maggiore di condotta cantonale Martin Bühler ha comunicato che nel mese di febbraio si deciderà se introdurre nuovamente i test aziendali ripetitivi.

Nuovo servizio SMS
Marina Jamnicki ha spiegato che dopo la riduzione del periodo d'isolamento a cinque giorni, spesso si è notato che le persone infette riscontrano ancora sintomi. Per questo motivo, nei prossimi giorni sarà istituito un servizio SMS che permetterà a questi pazienti di prolungare la durata dell'isolamento di tre giorni. Dopo otto giorni, sarà inviato un altro SMS che consiglierà di andare dal medico di famiglia qualora dovessero persistere i sintomi.

Pronti 300 sanitari ausiliari
Tutte le persone che dispongono di una formazione nel settore sanitario, domiciliati nei Grigioni, ma che non esercitano la professione appresa, sono obbligate a registrarsi presso il Cantone. Il Governo retico solleciterà il loro contributo operativo nel caso in cui si dovesse verificare una penuria di personale nel sistema sanitario.

Jamnicki ha dichiarato che finora se ne sono annunciate 300. In occasione della prima chiamata all'inizio della pandemia, si erano però registrati circa 1'000 professionisti del settore sanitario. Questa discrepanza è dovuta al fatto che molte persone, che all'epoca avevano risposto "presente", ora lavorano di nuovo nelle strutture ospedaliere, per esempio nei centri di vaccinazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
marco17 3 mesi fa su tio
La verità comincia ad affermarsi. Basta isteria e allarmismi. È ora di sopprimere pass sanitari, contact tracing e altre costose misure del tutto superflue.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
13 min
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
BERNA
2 ore
I biker di Putin che rombano sulle strade svizzere
I Lupi della notte hanno ricevuto un riconoscimento da parte dell'ambasciata russa a Berna per il loro sostegno a Mosca
SVIZZERA
3 ore
Premio alla generosità per il terzo più ricco della Svizzera
Il miliardario 87enne Hansjörg Wyss ha ricevuto oggi il Gallatin Award da parte del consigliere federale Guy Parmelin.
SVIZZERA
6 ore
Nelle cure intense elvetiche ci sono 44 pazienti Covid
In Svizzera nell'ultima settimana sono stati accertati 10'788 casi, 12 decessi e 150 ricoveri
FOTO
GLARONA
7 ore
Il camion si ribalta, ferito un 22enne
Il braccio dell'autogru ha fatto rovesciare il mezzo.
SVIZZERA
9 ore
Gli svizzeri chiedono di tagliare l'imposta sulla benzina
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia. Un gruppo di lavoro sta cercando soluzioni
SVIZZERA
11 ore
Sempre più svizzeri faticano ad arrivare a fine mese
Caritas chiede aiuti statali più sostanziosi per i nuclei familiari fragili.
SVIZZERA
12 ore
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
SVIZZERA
13 ore
Criminali espulsi dalla Svizzera? Oltre il 40% resta
Sono molti i rinvii revocati dal Ministero pubblico o dai giudici.
SVIZZERA
15 ore
Uno svizzero su tre non intende donare gli organi
Con la nuova legge sui trapianti, saranno tutti donatori. Il 36% dei cittadini vuole dichiarare di rifiutare l'espianto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile