Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
24.12.21 - 14:200
Aggiornamento : 20:32

Piovono offerte di lavoro: «I dipendenti hanno buone possibilità di un aumento»

Le posizioni aperte nel nostro Paese sono attualmente 235'185.

Pochi lavoratori disponibili soprattutto nelle industrie che hanno sofferto gravemente delle misure anti-Covid.

ZURIGO - In cerca di lavoro? La scelta in Svizzera è tra 235’185 posti vacanti. Un record assoluto per il nostro Paese, secondo l’analisi di x28, società di analisi specializzata nel mercato del lavoro.

Al momento si registra un numero particolarmente elevato di posizioni scoperte nei settori che hanno gravemente risentito delle misure anti-pandemiche. Nella ristorazione e nel settore alberghiero ci sono, ad esempio, 10’150 posti di lavoro aperti. Si tratta di ben 484 posti di lavoro in più rispetto a dicembre 2020. Nel settore del turismo si contano invece, attualmente, 849 offerte di lavoro, il ​​133% in più rispetto allo scorso anno. Allora ce n'erano solo 365.

Se si guarda invece alle singole professioni, anziché ai settori, gli infermieri hanno la scelta più ampia in assoluto: a metà dicembre, erano pubblicate 6’395 offerte di lavoro. Rispetto al 2020 si parla però di 347 posti in meno. 

Le qualifiche più ricercate includono poi gli elettricisti di montaggio, con 5’047 posti vacanti, gli sviluppatori di software, con 4’332, e i consulenti di vendita, con 3’346.

Un fenomeno, questo, da ricondurre alla pandemia. Durante i lockdown e il lavoro ridotto molti dipendenti avrebbero infatti avuto più tempo per riflettere e riconsiderare la loro situazione professionale. «Soprattutto in settori come la ristorazione, durante le chiusure molti si sono riorientati», afferma Carole Kläy, capoprogetto di x28. A giocare un suo ruolo sarebbe stata poi anche la diminuzione di lavoratori stranieri che accorrono in Svizzera.

Secondo Marco Salvi, economista di Avenir Suisse, l’attuale trend rappresenta un'opportunità per il personale. «Ora i dipendenti hanno buone possibilità di un aumento salariale», afferma. 

È inoltre probabile che la carenza di manodopera continui, commenta infine Simon Wey, capo-economista dell’Associazione svizzera dei datori di lavoro. «In molti settori mancano persone qualificate, e questa carenza non farà che peggiorare». Le cause sarebbero l'invecchiamento della società, l'immigrazione immutata e la forte crescita di posti di lavoro nell'economia svizzera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
5 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
6 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
7 ore
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Trovato un pollice mozzato
Il dito è stato rinvenuto nel retro di un condominio con annesso ristorante. La sua provenienza è tuttavia ignota.
SVIZZERA
8 ore
«Va migliorata la comunicazione in tempo di crisi»
È una delle raccomandazioni del Consiglio svizzero della scienza che ha analizzato la gestione della pandemia
SVIZZERA
8 ore
Stato sociale? Aiuto allo sviluppo? «No, tocca all'esercito»
Per il consigliere agli Stati Werner Salzmann (UDC) l'esercito ha perso capacità negli ultimi anni.
BERNA
18 ore
Cassis tratta «gli scagnozzi di Putin» con i guanti?
La Svizzera non ha comunicato l'espulsione di alcun diplomatico russo. Ciò non vuol dire che siano ancora tutti qui
FOTO
BERNA
19 ore
Le fiamme divorano la stalla
È il decimo episodio nella zona. Recentemente altri nove incendi avevano toccato le proprietà di alcuni abitanti
SVIZZERA
20 ore
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile