Immobili
Veicoli
20min/Micheal Scherrer
SVIZZERA
20.12.21 - 08:360
Aggiornamento : 10:04

«Il 2G plus è uno schiaffo in faccia ai vaccinati»

Da oggi anche i doppiamente vaccinati di "lunga data" dovranno subire alcune restrizioni, in attesa del booster.

Chi ha deciso solo di recente di sottoporsi alla vaccinazione, invece, gode di maggiori libertà. La politica: «Il certificato è obsoleto e va ripensato».

Fonte Bettina Zanni / 20 Minuten
elaborata da Adriano De Neri
Giornalista

BERNA - Doppiamente vaccinati, ma nonostante questo ancora lontani da toccare con mano la normalità. La regola del 2G, entrata in vigore da oggi, obbliga infatti coloro che non hanno ancora effettuato la terza dose a utilizzare la mascherina per andare al ristorante o al cinema. Ma non solo. Perché per andare in piscina o in discoteca i doppiamente vaccinati dovranno comunque presentare un tampone negativo (2G plus). Una regola, questa, da cui saranno esentate le persone - attualmente il 16% dei vaccinati - che hanno già effettuato la terza dose o che sono state vaccinate o sono guarite negli ultimi quattro mesi. In pratica chi ha tergiversato nel vaccinarsi ora gode di maggiori "privilegi" rispetto a coloro che avevano deciso di vaccinarsi immediatamente.

«Schiaffo per i vaccinati» - Queste restrizioni per i doppiamente vaccinati "di lunga data" sono giudicate «troppo severe» da diversi politici. «Il 2G plus è uno schiaffo in faccia per le persone che si sono immediatamente vaccinate e in un certo senso rende il loro certificato senza valore», precisa il consigliere nazionale del PLR Marcel Dobler a 20 Minuten. Il politico sangallese punta il dito contro una vaccinazione che si è rivelata «meno efficace del previsto».E in effetti la Task Force nazionale conferma la diminuzione dell'efficacia con il passare del tempo. «La terza dose - precisano gli esperti - aumenta la protezione contro la delta fino al 95% e quella contro la Omicron dal 60 all'85%».

«Certificato obsoleto» - L'attuale certificato Covid-19 con validità di un anno per i guariti e i doppiamente vaccinati non è più attuale con le nuove misure messe in atto dal Consiglio federale. «È obsoleto», sottolinea Peter Metzinger, che negli scorsi mesi è stato il responsabile della campagna a favore della legge Covid-19. «Se la protezione vaccinale e il virus cambiano, anche il certificato deve essere adattato e aggiornato. Ed è una cosa che bisogna fare al più presto». 

«Booster nuovo standard» - L'avvento di Omicron ha poi ulteriormente rimescolato le carte. E ha convinto il Consiglio federale a dare un'accelerata con le vaccinazioni di richiamo. Per il consigliere nazionale del PS Mustafa Atici (BS) il «booster dovrebbe diventare il nuovo standard per il certificato Covid-19».

«Il 2G plus va abolito» - La politica, da questo punto di vista, chiede ai Cantoni un'accelerazione nella somministrazione della terza dose. «Bisogna essere più rapidi possibili», precisa ancora Dobler che però si dice contrario alla sostituzione della doppia vaccinazione con la tripla. «Il 2G plus va abolito», conclude il consigliere nazionale liberale radicale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
14 min
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
1 ora
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
2 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
FOTO
URI
3 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
BERNA
6 ore
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
7 ore
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
9 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
11 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
12 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
SVIZZERA
13 ore
«Quando usciamo in passeggino la gente che lo vede pensa che sia vero»
Aisha, 19 anni, è una “mamma-reborn” con due bimbi che in realtà sono bambole iperrealistiche: «Non potrei vivere senza»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile