Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
SVIZZERA
21.10.21 - 16:140
Aggiornamento : 21:44

Adeguamenti del Certificato, Berna tenta di tirare acqua al suo mulino?

I guariti avranno più facilmente diritto al Covid-pass, e si inizia a parlare di una prossima revoca dell’obbligo.

Ma, mentre le votazioni del 28 novembre si avvicinano, c’è chi crede che si tratti di una tattica.

Fonte 20Minuten/Patrick McEvily, Claudia Blumer
elaborata da Simona Roberti-Maggiore
Giornalista in formazione

BERNA - Il certificato Covid si fa più accessibile. In particolar modo, secondo la proposta messa in consultazione ieri dal Consiglio federale, per i guariti. Il ministro della sanità Alain Berset ha inoltre dichiarato che il Governo ha considerato e a lungo discusso l’opzione della revoca del requisito del certificato, promettendo che la situazione sarà rianalizzata a metà novembre. Questo nuovo approccio desta però sospetti in vista del voto del 28 novembre alla Legge Covid-19.

Poca trasparenza, molta strategia - Secondo il consigliere nazionale dell’UDC Thomas Matter è chiaro che il Consiglio federale prenderà le sue decisioni in base all’umore della popolazione e ai possibili effetti sul voto. I sondaggi attuali parlano di un probabile sì alla Legge Covid-19, tuttavia, secondo Matter, questo sarebbe dovuto alla scarsa trasparenza delle informazioni rilasciate dal Governo nel libretto di voto. L’oggetto del requisito del certificato non è nemmeno menzionato, sottolinea Matter, nonostante rappresenti l’elemento centrale della diatriba. 

Basta con le regole - Secondo Matter, le misure andrebbero abolite ora: «Tra pochi mesi saranno due anni che conviviamo con queste restrizioni. L'UDC è dell'opinione che ora si debba imparare a convivere con questo virus. E questo significa: porre fine alle misure».

Probabilmente si marcerà sul posto - Il politologo Thomas Milic non crede invece che le misure annunciate ieri dal Consiglio federale avranno un impatto importante sul voto. E non ritiene che il leggero aumento dei casi registrato negli ultimi giorni possa portare a un cambiamento sensibile dell’opinione pubblica. Come per altre questioni politiche, spiega Milic, si può osservare che anche per l'argomento Covid nuove scoperte o sviluppi portano solo molto raramente a cambiamenti di opinione. Permane però una certa incertezza rispetto al risultato finale, conclude, perché il disegno di legge potrebbe mobilitare, soprattutto tra i sostenitori del no, molte persone che non votano di frequente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
35 min
«Un generale dell'elettricità? Non siamo in guerra»
SImonetta Sommaruga rifiuta l'idea proposta dall'UDC: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità».
SVIZZERA
1 ora
Bambini, donazioni raddoppiate
La Catena della solidarietà festeggia numeri in crescita, a favore dell'infanzia
SONDAGGIO TAMEDIA
4 ore
Dal tabacco ai media: come voterete il 13 febbraio?
Manca meno di un mese al primo appuntamento alle urne del 2022. Partecipate al nostro sondaggio
ZURIGO / QATAR
10 ore
Il boss della FIFA ora vive in Qatar
In attesa dei Mondiali, in novembre, Gianni Infantino si è trasferito nell'emirato da ottobre.
SVIZZERA
11 ore
Quando al rifiuto dell'imbarco segue la violenza
Nel 2021 si sono moltiplicati gli episodi di passeggeri in escandescenza, anche all'aeroporto di Zurigo
SONDAGGIO
SVIZZERA
13 ore
Lavorare quattro giorni alla settimana con lo stesso stipendio
È così in alcune grandi aziende internazionali. Ma alcune piccole imprese elvetiche stanno sperimentando il modello
VAUD
15 ore
Grave incidente sulla A9: un morto e tre feriti
È successo oggi all'altezza di Chardonne, nel Canton Vaud. In un secondo incidente si registra un ulteriore ferito
SVIZZERA
18 ore
Piloti vaccinati a terra, anche se servirebbero in cabina
Swiss resta ferma sull'obbligo di vaccinazione. E cancella i voli in assenza di personale
SVIZZERA
20 ore
«Influenza per i vaccinati? È un affronto»
L'infettivologo ticinese Andreas Cerny mette in guardia sui rischi della nuova strategia federale su Omicron
BERNA / SVEZIA
21 ore
Schianto mortale in Svezia: il camion circolava illegalmente
Il mezzo scontratosi con il minibus che trasportava sette giovani svizzeri appartiene a una ditta che estrae minerali.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile