20min/Marco Zangger
SVIZZERA
07.10.21 - 09:170
Aggiornamento : 11:29

I genitori vogliono bandire il logo TCS dalla pettorina

È presente da decenni. Ma ora c'è chi ritiene che in questo modo i bambini vengano usati per veicolare pubblicità

Fonte 20 Minuten / Christina Pirskanen
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

ZURIGO - I bambini le indossano lungo il tragitto da casa alla scuola dell'infanzia. Stiamo parlando delle pettorine, i triangoli catarifrangenti che vengono prodotti da circa quarant'anni dal TCS. E che presentano anche il logo dell'associazione.

Un logo che ora fa discutere alcuni genitori: «È sconvolgente che il TCS sfrutti i nostri bambini per fare pubblicità e allo stesso tempo agisca contro i loro interessi» afferma Andrea Hüsser, coordinatrice della campagna “Kindsgi-Bändel ohne Werbung” (Pettorina senza pubblicità). Una campagna che mette a disposizione adesivi gratuiti per coprire i loghi.

Si tratta di adesivi di animali, ma anche riportanti la cifra “30”. Hüsser sottolinea, infatti, che il TCS rappresenta principalmente gli interessi degli automobilisti, non quelli di pedoni o bambini. E ce si oppone contro il limite di velocità a trenta chilometri orari: «Per noi questa è una grande contraddizione».

La reazione del TCS - «Siamo un po' stupiti e ci dispiace che attraverso le pettorine si stiano cercando di trasmettere dei messaggi politici» afferma Daniel Graf, portavoce del TCS. Dire che l'associazione sia del tutto contraria ai trenta chilometri orari sarebbe inoltre sbagliato: «Il TCS accoglie favorevolmente e sostiene le zone 30 e 20 nelle strade di quartiere, soprattutto nelle vicinanze delle scuole» sottolinea Graf.

Lo zampino di Campax? - Il portavoce sospetta che l'azione che si batte contro il logo dell'associazione sulle pettorine sia controllata dall'organizzazione Campax. «Da un lato, secondo Campax, i bambini non dovrebbero veicolare messaggi pubblicitari, ma va bene se lo fanno con il “bollino 30” per le questioni sostenute da Campax» dice Graf. Un'accusa, questa, che Hüsser respinge fermamente: «L'azione è condotta esclusivamente da me e da altri due promotori». E spiega che Campax sostiene la campagna soltanto con l'invio degli adesivi e mettendo a disposizione una pagina web.

20min/Marco Zangger
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Zugo
1 ora
Aperta un'inchiesta preliminare contro la società di provider Mitto AG
Un dipendente avrebbe consentito a terzi di sorvegliare senza autorizzazione degli utenti di telefonia mobile
SVIZZERA
3 ore
Coronavirus, il 4% delle varianti analizzate corrisponde a Omicron
Si tratta dei dati relativi ai virus sequenziati nel corso dell'ultima settimana
ZURIGO
4 ore
Sedici anni di prigione per aver ucciso la fidanzata
I fatti sono avvenuti nel 2020 a Hombrechtikon, nel Canton Zurigo. Riconosciuto colpevole un 48enne polacco
SVIZZERA
5 ore
Obbligo di vaccinazione per gli equipaggi Edelweiss
Seguendo l'esempio di Swiss, ai dipendenti è stato dato tempo fino al 2022 per farsi vaccinare
FOTO
SVIZZERA
6 ore
La capsula futuristica dove si può morire da soli potrebbe presto arrivare in Svizzera
Ne è certa Exit International. Il dispositivo, che funziona senza farmaci, si può fare anche con una stampante 3D
SVIZZERA
7 ore
«Abbiamo toccato il record di casi da inizio pandemia»
Alta tensione nelle strutture ospedaliere: il Consiglio federale mette migliaia di militi a disposizione dei Cantoni.
SVIZZERA
8 ore
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
9 ore
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
11 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
SVIZZERA
14 ore
Il "certificato" sulla bocca di tutti
Si tratta del termine più significativo dell'anno elvetico. Al secondo posto "urgenza", seguita da "exploit"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile