Reuters
SVIZZERA / AFGHANISTAN
08.09.21 - 11:010

Altri 33 milioni per l'Afghanistan

Il contributo della Confederazione per il paese asiatico sale così a 60 milioni di franchi

BERNA - Tenuto conto della crisi umanitaria in loco e del rischio di un collasso economico, il Consiglio federale ha deciso oggi di stanziare ulteriori 33 milioni di franchi per l'Afghanistan, portando il proprio contributo per questo paese asiatico a circa 60 milioni. Nei prossimi 16 mesi la Svizzera aiuterà così la popolazione afghana bisognosa, precisa una nota governativa odierna.

Dopo la presa del potere dei talebani, la Svizzera ha sfollato gli svizzeri attivi sul posto nonché i collaboratori afghani, e le loro famiglie, dell’Ufficio di cooperazione svizzero.

Chiuso questo capitolo, la Svizzera si concentrerà sull’aiuto umanitario. Le attività prioritarie saranno la protezione e l’assistenza a favore degli sfollati in Afghanistan e nei Paesi vicini.

Dei 33 milioni supplementari stanziati oggi, 10 provengono da crediti esistenti del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), mentre la somma restante sarà fornita sotto forma di credito aggiuntivo che dovrà venir approvato dal Parlamento.

La Svizzera reagisce così alla precaria situazione in Afghanistan, attualmente interessato da una grave emergenza umanitaria. Il rischio di un collasso economico, la persistente siccità e la carestia faranno crescere ulteriormente il numero di persone bisognose di aiuti.

La Svizzera è presente in Afghanistan dal 2002 e contribuisce con il suo programma a ridurre la povertà. Oggi la Svizzera sostiene questo Paese, tra i più arretrati, con 27 milioni all’anno, di cui 18 destinati alla cooperazione allo sviluppo e 9 all’aiuto umanitario. Inoltre, la Segreteria di Stato della migrazione si impegna nel Paese con mezzo milione di franchi all’anno.

Il programma si concentra in particolare sullo Stato di diritto e la protezione della popolazione civile, l'agricoltura, la gestione delle risorse naturali e l'istruzione di base.

La Svizzera accoglie con favore la conferenza convocata dall’ONU a Ginevra per lunedì prossimo, 13 settembre, al fine di discutere della situazione umanitaria in Afghanistan e di rafforzare l’aiuto per questo Paese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
39 min
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
3 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
SVIZZERA
6 ore
Il "certificato" sulla bocca di tutti
Si tratta del termine più significativo dell'anno elvetico. Al secondo posto "urgenza", seguita da "exploit"
Berna
17 ore
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
18 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
20 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
21 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
21 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
22 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
23 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile