Immobili
Veicoli
Tamedia
GRIGIONI / GLARONA
31.08.21 - 16:490

Il virus chiude le scuole di Maloja e Linthal

Nel frattempo domani si ritorna alla normalità alle elementari di Malans, ma con la mascherina

BREGAGLIA / GLARONA SUD - Le scuole di Maloja, frazione di Bregaglia (GR), e di Linthal, frazione di Glarona Sud, hanno chiuso i battenti in seguito all'individuazione di vari casi d'infezione da coronavirus. Intanto da domani l'insegnamento torna alla normalità a Malans (GR).

A Maloja venerdì 20 alunni e tre insegnanti sono risultati positivi, indica una lettera ai genitori della direzione scolastica del Comune di Bregaglia di sabato. Nel testo, pubblicato anche sul sito del Comune, si precisa che la sede rimarrà chiusa fino a lunedì prossimo 6 settembre compreso.

Attesi risultati dei test a Vicosoprano - La missiva indica inoltre che ieri mattina sarebbero stati effettuati test salivali negli istituti di Vicosoprano e Stampa. Gli scolari sono poi rientrati al loro domicilio, con il materiale in vista di un eventuale insegnamento a distanza. Le due sedi sono rimaste chiuse in attesa dei risultati delle analisi.

In una nota odierna le autorità scolastiche indicano che i test in tredici classi su quattordici sono risultati negativi. Un problema tecnico in laboratorio ha fatto di molto ritardare il risultato per la sesta classe di Vicosoprano, i cui risultati potrebbero giungere solo in tarda serata.

Linthal: casi dopo campo di nuoto - Quasi simultaneamente a quanto avviene in Bregaglia, anche in terra glaronese si è assistito a un'apparizione di casi tra i bambini della scuola elementare. Una decina dei 70 alunni della sede di Linthal sono risultati positivi, indicano oggi le autorità cantonali sul loro sito. I test sono stati effettuati venerdì a causa di casi sospetti dopo un campo di nuoto in cui tutte le classi sono state mescolate per una settimana.

Fino a domani, oltre alla scuola elementare, rimane chiusa anche la scuola dell'infanzia, in quanto frequentato da sorelline e fratellini dei bambini risultati infetti.

Ritorno alla normalità a Malans - Intanto la situazione alla scuola elementare di Malans, nei pressi di Landquart, da domani torna alla normalità, indica un comunicato odierno dell'Ufficio dell'igiene pubblica del Cantone dei Grigioni.

Lo scorso 24 agosto le autorità avevano indicato che 50 persone, tra cui 46 allievi delle elementari, erano risultate positive al Covid-19. Oggi, quando ormai sono noti gli esiti di tutti i test, si contano tredici positivi supplementari, ma tutti all'interno di famiglie già colpite dal coronavirus, sottolinea l'ufficio.

«Ciò dimostra che, oltre alle misure igieniche e relative al distanziamento, l'isolamento e la quarantena rimangono i provvedimenti fondamentali per contenere la pandemia».

Contrariamente all'insegnamento in presenza classico, almeno fino al 9 settembre, ossia fino alla data dei test regolari di settimana prossima, nella scuola di Malans sarà obbligatorio indossare la mascherina.

Tra i positivi del focolaio di Malans figurano soprattutto persone che sono ritornate dalle vacanze.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
46 min
Gas russo. Sarà un inverno difficile anche in Svizzera?
Mosca potrebbe stringere ulteriormente i rubinetti. Questo potrebbe avere conseguenze anche per il nostro Paese?
SVIZZERA
2 ore
Critiche al Governo, Cassis e Keller-Sutter con "l'estintore"
I due consiglieri federali, intervenuti all'assemblea dei delegati PLR, hanno smorzato le polemiche
SVIZZERA
4 ore
«Più cooperazione, anche con la NATO, per proteggere la Svizzera»
Il presidente del PLR Thierry Burkart favorevole anche all'acquisto di nuovi aerei da combattimento
GINEVRA
5 ore
Con l'auto tra le bancarelle del mercato, un ferito a Ginevra
Il conducente non era in condizioni tali da poter guidare. Si indaga per capire se aveva consumato alcol o droghe.
SVIZZERA
8 ore
Benzina ancora a peso d'oro. Ecco perché
Senza piombo e Diesel restano ancora oltre i due franchi. A dispetto del prezzo del greggio in discesa. Perché?
SVIZZERA
16 ore
Sorveglianza dei cellulari, privacy a rischio
Le forze dell'ordine hanno aumentato l'utilizzo delle intercettazioni per svolgere le indagini. Qualcuno si preoccupa.
SCIAFFUSA
17 ore
Esce di strada e piomba sulla scalinata del centro commerciale
Il conducente, un 35enne, ha avuto un malore.
SVIZZERA
19 ore
Graziati dopo una truffa milionaria alle FFS
Tre dipendenti, con un loro complice esterno, hanno ottenuto una riduzione della pena grazie all’ammissione di colpa.
FOTO
BERNA
23 ore
La Torre del Moron perde pezzi: «Fa male al cuore»
Inaugurata 18 anni fa, l'opera di Mario Botta ha subito gravi danni tra martedì e mercoledì: «Diversi scalini divelti».
SVIZZERA
1 gior
Il mitico coltellino svizzero spegne 125 candeline
Era il 12 giugno 1897 quando lo svittese Carl Elsener decise di proteggere il modello che diventerà un'icona del paese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile