Immobili
Veicoli
La raccomandazione dell'esperto: «Gli anziani facciano la terza dose»
Ti-Press
SVIZZERA
31.08.21 - 08:110
Aggiornamento : 10:28

La raccomandazione dell'esperto: «Gli anziani facciano la terza dose»

Per l'immunobiologo Christian Münz è importante che le persone a rischio facciano un richiamo in autunno.

L'esperto della Task Force consiglia di mettere in atto la macchina organizzativa in modo che la vaccinazione possa avvenire in settembre od ottobre. L'Ufsp sta attualmente valutando come agire.

BERNA - Gli anziani e le persone per le quali il Covid-19 rappresenta un rischio elevato dovrebbero già ricevere una terza dose di vaccino in autunno. È quanto raccomanda l'immunobiologo Christian Münz, membro della Task force scientifica Covid-19 della Confederazione.

«In Israele si constata che le reinfezioni nelle persone vaccinate possono diventare abbastanza frequenti», ha detto Münz in un'intervista ai giornali del gruppo Tamedia pubblicata oggi.

In generale, ci vuole probabilmente un anno o più perché la protezione immunitaria delle persone vaccinate scenda a tal punto da rendere possibile una malattia grave, sottolinea.

Tuttavia ciò può accadere prima, soprattutto nelle persone anziane. «Per le persone anziane che sono state vaccinate tra gennaio e marzo sarebbe opportuna una terza dose prima dell'inverno», afferma Münz.

Per raggiungere il 10-20% delle persone vaccinate per le quali la risposta immunitaria è troppo bassa, Münz ritiene che una terza dose di vaccino sia già giustificata per le persone dai 65 anni di età. Consiglia quindi di fare i preparativi in modo che la vaccinazione possa avvenire in settembre od ottobre. Anche i gruppi a rischio avrebbero bisogno di una vaccinazione di richiamo.

L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sta attualmente chiarendo se e quando saranno somministrate le terze dosi di vaccino.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / MONDO
46 min
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
2 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
4 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
4 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
5 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
5 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
6 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
9 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
SVIZZERA
11 ore
«Un generale dell'elettricità? Non siamo in guerra»
SImonetta Sommaruga rifiuta l'idea proposta dall'UDC: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità».
SVIZZERA
12 ore
Bambini, donazioni raddoppiate
La Catena della solidarietà festeggia numeri in crescita, a favore dell'infanzia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile