Archivio Depositphotos
SVIZZERA
20.07.21 - 06:000
Aggiornamento : 11:56

Con la fine del telelavoro, c'è più tensione in ufficio

Rivalità dovute al vaccino, ma anche a lotte di potere o ai pettegolezzi: ecco perché è cambiato il clima lavorativo

Secondo il presidente dell'Unione svizzera degli imprenditori, è importante che ora i responsabili delle aziende cerchino il dialogo per trovare soluzioni condivise

Fonte 20 Minuten / Anja Zingg
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

ZURIGO - Dopo svariati mesi passati di telelavoro, anche per M.B. è giunto il momento di tornare in ufficio in un'impresa artigiana zurighese. Ma l'atmosfera è tesa, in particolare tra i collaboratori vaccinati e quelli non vaccinati. La trentanovenne fa parte di questi ultimi, pertanto è costretta a indossare una mascherina FFP2: «Quando cammino per i corridoi, sento gli sguardi dei miei colleghi» racconta. Un'esperienza, questa, condivisa anche da altri. Per esempio K.L., che dice: «I miei colleghi non vaccinati mi guardano storto». E G.H. che - come scrive - fondamentalmente non ha voglia di rivedere gli altri: «Non mi sono mancati per nulla». Un altro lettore si dice deluso del cambiamento che percepisce sul posto di lavoro: «Persone con cui andavo molto d'accordo sono ora molto silenziose».

Situazione «parzialmente tesa» - Lo conferma Valentin Vogt, presidente dell'Unione svizzera degli imprenditori: «A volte la situazione sul posto di lavoro è tesa». In molte aziende ci sarebbero infatti conflitti dovuti all'obbligo di mascherina e alla vaccinazione. «Chi si è vaccinato si sente al sicuro e la maggior parte non vuole indossare la mascherina. Sul fronte opposto ci sono i collaboratori non vaccinati che chiedono protezione col rispetto delle distanze e la mascherina». Ora è pertanto importante che i responsabili delle aziende cerchino il dialogo coi dipendenti per trovare delle soluzioni condivise.

Il ritorno dei pettegolezzi - Per il management coach Sonja A. Buholzer, attiva a livello internazionale, il clima teso sarebbe dovuto al fatto che le lotte di potere sono più probabili in ufficio che quando si lavora da casa. E le rivalità potrebbero essere alimentate dalle riorganizzazioni aziendali e i ridimensionamenti dovuti alla crisi. E c'è di più: «I dipendenti possono nuovamente trovarsi a chiacchierare durante la pausa sigaretta», con il conseguente ritorno del pettegolezzo.

L'aumento della fobia sociale - Alla base del peggioramento del clima lavorativo c'è anche la fobia sociale: dopo mesi di telelavoro, molte persone hanno iniziato a temere i contatti sociali, afferma lo psichiatra Thomas Ihde, presidente di Pro Mente Santa, organizzazione che si impegna per la salute mentale. Una situazione, questa, che riguarderebbe soprattutto gli individui più timidi o insicuri. In effetti diverse persone si sono rivolte all'organizzazione per la paura di dover tornare a lavorare in squadra.

In determinati casi fa la sua parte anche il telelavoro mantenuto per certi dipendenti: «Se ci sono per esempio tre persone che lavorano in ufficio e due che sono ancora a casa, queste ultime devono verosimilmente prendere atto che alcune decisioni vengono prese in azienda senza la loro presenza». Una situazione che provoca malumore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
2 ore
I "no pass" riempiono la Bundesplatz
Migliaia di manifestanti si sono rinuniti oggi pomeriggio davanti a Palazzo Federale
VAUD
3 ore
UDC in assemblea: tre "no" e una risoluzione contro le città di sinistra
Marco Chiesa ha poi scoccato alcune critiche al Consiglio federale, sulle restrizioni e sull'energia
ZURIGO
4 ore
Investito sulle strisce, non ce l'ha fatta
Un 77enne ha perso la vita in seguito alla collisione con una vettura
SAN GALLO
7 ore
Un gatto fa schiantare la Maserati
Sfortunato incidente questa notte nel canton San Gallo
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
18 ore
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
21 ore
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
1 gior
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
1 gior
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
SVIZZERA
1 gior
Covid-19: altri 1288 casi e 36 ricoveri in Svizzera
Ieri erano stati registrati 1478 contagi e 13 ospedalizzazioni. Una settimana fa rispettivamente 952 e 22.
NEUCHÂTEL
1 gior
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile