20min/Michael Scherrer (immagine illustrativa)
SVIZZERA
09.05.21 - 11:130

Più minacce nei confronti dei docenti

Il fenomeno sarebbe dovuto all'uso più intensivo di mezzi di comunicazione digitale a causa della pandemia

ZURIGO - Sulla scia dell'uso più intensivo di mezzi di comunicazione digitale a causa anche della didattica a distanza sono aumentate le minacce e le molestie nei confronti dei docenti: lo afferma Beat Schwendimann, responsabile dell'ufficio pedagogico dell'Associazione svizzera degli insegnanti.

Il fenomeno viene osservato da tempo, ma la pandemia ha aggravato la situazione, afferma l'esperto in dichiarazioni riportate oggi dal SonntagsBlick. «I toni nella società e nella politica si sono fatti più duri negli ultimi anni, i conflitti si inaspriscono più rapidamente e con maggiore facilità: questo sviluppo sociale globale non si è fermato all'ingresso delle scuole».

Secondo Schwendimann il coronavirus ha cambiato drasticamente la vita quotidiana dei docenti: il passaggio all'insegnamento a distanza e le misure di protezione in classe hanno messo molti insegnanti sotto pressione a livello fisico e psicologico. L'epidemia ha comportato un ulteriore onere di lavoro e un crescente sforzo organizzativo.

A soffrire è il fulcro dell'attività, cioè l'insegnamento stesso. Per esempio, il lavaggio delle mani dopo la ricreazione va a scapito dei tempi di apprendimento. «Le lezioni stanno diventando più brevi, ma la materia rimane la stessa», spiega al domenicale Alessandro Mazza, preside di un istituto nel canton Berna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
41 min
Dai fornelli, un rogo nella residenza del personale dell'ospedale
È successo a Samedan: non è stato registrato nessun ferito
SVIZZERA
1 ora
Addormentarsi in Ticino, risvegliarsi ad Amsterdam o Roma
Entro il 2025 l'obiettivo di FFS è quello di proporre dieci linee e 25 nuove destinazioni per i treni notturni.
SVIZZERA
1 ora
Cinque temi federali e due cantonali: resta poco tempo per votare
Fino a mezzogiorno sarà possibile recarsi alle urne per esprimere la propria opinione sui sette oggetti in votazione.
FOTO E VIDEO
ZURIGO
11 ore
Con la Lamborghini abbatte un lampione, poi tenta la fuga
Spettacolare incidente ieri sera nei pressi di una fermata dei bus a Zolikon.
LUCERNA
18 ore
In 400 in piazza contro le misure anti-Covid
A Lucerna manifestazione non autorizzata. Quasi nessuno indossava la mascherina
GRIGIONI
19 ore
A 16 anni ruba l'auto del padre e va ubriacarsi con gli amici
La follia del giovane non è però terminata benissimo: alle 2.35 il suo veicolo è infatti uscito di strada a St. Moritz.
BASILEA CITTÀ
20 ore
Notte di sangue e lame a Basilea: tre feriti in due risse
Gli aggressori non sono ancora stati identificati dalla polizia: «Chi ha visto qualcosa si faccia avanti».
SVIZZERA
20 ore
Un Parlamento un po' più arcobaleno
È stato creato un intergruppo per i membri LGBTQ+. «L'obiettivo è coordinare gli interventi e unire le forze».
ZURIGO
21 ore
Schianto nella notte, feriti due giovani
L'incidente è avvenuto poco prima delle 23.00 a Bauma: grave un diciottenne.
BERNA
22 ore
«Già 238'000 certificati rilasciati a Berna»
Tutte le persone completamente vaccinate che avevano dato il loro consenso hanno ricevuto il codice d'accesso via SMS.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile