keystone
ZURIGO
07.04.21 - 23:000

«Se i disordini saranno troppi, la polizia raggiungerà il limite delle proprie capacità»

Una manifestazione sul Covid ad Altdorf (UR) e poi proteste che minacciano di essere violente nei dintorni di Zurigo.

Questo il programma del prossimo week-end. Polizia e Autorità si domandano come dovranno affrontare la situazione.

ZURIGO - Rivolte a Zurigo e Winterthur, ma anche una manifestazione sul Coronavirus ad Altdorf (UR). Il prossimo fine settimana si prevede caldo. Su Internet si moltiplicano le segnalazioni di eventi illegali, tanto da preoccupare le Autorità.

«Se si va avanti così la polizia non sarà più in grado d'intervenire», sottolinea il Consigliere di Stato sangallese Fredy Fässler. «Nonostante vi sia un'ottima collaborazione tra i Cantoni, la polizia non è attrezzata per interventi così continuativi», prosegue il presidente della Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia della Svizzera. «Quando si lavora con i giovani adulti - aggiunge -, la polizia è accompagnata da squadre speciali che intervengono dialogando, nel tentativo di spiegare la situazione. Come accaduto domenica sera nel centro di San Gallo».

Non ci sono regole concrete - Il professore di diritto costituzionale Patrice Martin Zumsteg, però, mette in dubbio procedure quali l'espulsione, ritenendo che violini i diritti fondamentali. «Se è consentito formare un'enorme coda davanti al negozio Louis Vuitton, il fine settimana nel centro di Zurigo, dovrebbe anche essere possibile riunirsi per manifestare», sottolinea l'avvocato. «Questo - spiega - perché c'è un diritto fondamentale che è quello di potersi riunire e di esprimersi liberamente. Occorre pertanto elaborare regole concrete sulle modalità di esercizio di questo diritto fondamentale, nonostante una pandemia, nel rispetto delle norme sulla distanza». «Solo perché i giovani non sono abili a partecipare a un discorso politico, non significa che non possano avere delle proprie opinioni e non debbano poterle esprimere», conclude Zumsteg.

Includere i giovani nel processo decisionale - Il problema principale per quanto riguarda i giovani «è che sono costantemente sottovalutati», spiega l'esperto Thomas Kessler: «I ragazzi vogliono assumersi responsabilità ed essere coinvolti nelle decisioni. Le loro esigenze devono essere prese sul serio, altrimenti la frustrazione verrà scaricata in modo distruttivo».

Anche Kessler vede delle incongruenze nello status quo: «Non può essere che i grandi magazzini siano sovraffollati, e i giovani non possano avere la possibilità di stare all'aria aperta secondo certe regole. La Svizzera è un Paese dell'innovazione. Deve dimostrarlo ancora una volta».

Al momento non è dato sapere se e come la polizia si stia preparando a livello nazionale per affrontare queste situazioni: «Per ragioni tattiche, non possiamo fornire informazioni circa le risorse impiegate o il lavoro preparatorio», ha spiegato, interpellata, la Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia della Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Vaccinare i giovani? «La priorità restano le persone a rischio»
Lo ha detto la responsabile Sezione malattie infettive dell'UFSP sollecitata in conferenza stampa
SVIZZERA
3 ore
Oltre 200mila vaccinazioni in una settimana
È la prima volta che si supera questa soglia da quando sono iniziate le somministrazioni.
SVIZZERA
3 ore
Altri 2 241 contagi in Svizzera, 10 morti
Altre 82 persone sono state ricoverate in ospedale. Il bollettino dell'UFSP
SVIZZERA
4 ore
Col covid gli adolescenti hanno riscoperto la TV
Per il 61% di loro la "vecchia" televisione è stata fra le principali fonti d'informazione.
FOTO
SVIZZERA
4 ore
Due monete svizzere nel Guinness dei primati
La Zecca federale Swissmint ha portato a casa due record mondiali per la numismatica.
ZURIGO
5 ore
Non tutti i medici di famiglia vogliono vaccinare, si rischiano ritardi
Pesa, da una parte, la retribuzione forfettaria garantita a ogni dose somministrata.
BERNA
7 ore
Protezione contro il terrorismo, in attesa del referendum
Nel settembre 2020 il Parlamento ha adottato la legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT).
FOTO E VIDEO
BASILEA CITTÀ
7 ore
«Ma quale Banksy, siamo stati noi»
Il movimento Sciopero per il clima rivendica l'apparizione del "Banker with Cigar" all'esposizione presso la Halle 5
SVIZZERA
9 ore
AI e reinserimento nel mondo del lavoro: troppe differenze tra cantoni
Nella Svizzera romanda e in Ticino la quota di rendite accordate supera di almeno il 27% la media nazionale.
SVIZZERA
9 ore
«La politica ordini subito il farmaco di Roche»
Berna sta attualmente negoziando una fornitura, mentre la Germania si è già assicurata l'accesso al medicamento.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile