tipress
VAUD
12.03.21 - 12:210

Genitali graffiati per legittima difesa

Il Tribunale federale ha riesaminato il caso di una donna condannata per lesioni nel 2017

LOSANNA - Il Tribunale federale ha annullato la condanna di una donna che aveva ferito il marito ai genitali durante una lite violenta. Il caso è stato rinviato alla giustizia vodese affinché lo riesamini tenendo maggiormente in considerazione la legittima difesa.

Nell'autunno del 2017, la donna aveva presentato una richiesta di misure a protezione dell'unione coniugale. Il marito aveva reagito con violenza alla convocazione. Dopo aver sferrato un pugno in faccia alla moglie, rompendole un dente, l'aveva afferrata per il collo due volte. Lei era riuscita a liberarsi mordendolo sulla mano e sul braccio ma era stata scaraventata a terra ed era rimasta in mutande. A questo punto lui aveva estratto i suoi genitali, che la moglie aveva graffiato e lacerato.

La donna era stata condannata dal tribunale cantonale vodese per lesioni semplici a 180 aliquote giornaliere da 30 franchi sospese. Per lo stesso motivo, l'uomo era stato sanzionato con 90 aliquote giornaliere da 30 franchi sospese.

In una sentenza pubblicata oggi, il TF accoglie il ricorso presentato dalla moglie. Secondo la corte, il tribunale vodese ha certo tenuto conto della legittima difesa riguardo ai morsi durante i tentativi di strangolamento, ma ha considerato che questa finisse lì senza pensare che la donna potesse ancora sentirsi in pericolo quando il marito ha calato i pantaloni.

L'imminenza del pericolo che giustifica l'autodifesa deve essere considerata durante tutta l'azione, sottolinea il TF, precisando che non è necessario che si verifichi un reato sessuale. Toccherà alla giustizia vodese riesaminare il tutto.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
27 sec
I test potrebbero rimanere gratuiti
Il maggior partito svizzero lancia una mozione volta a mantenere il costo dei test a carico dello Stato.
SVIZZERA
20 min
Nessun decesso nelle ultime ventiquattro ore
Altre 61 persone hanno dovuto ricorrere a un ricovero. Le cure intense accolgono ora il 30,9% di pazienti Covid
SVIZZERA
41 min
Col tunnel di base del Ceneri, più merci prendono il treno
Lungo la linea del San Gottardo la quota è aumentata, anche rispetto al 2019
SVIZZERA
1 ora
La nuova ondata sembra aver perso slancio
Rispetto alla precedente, le nuove infezioni da coronavirus sono rimaste stabili. Così come le persone decedute.
SVIZZERA
2 ore
«Volevano mettere a tacere un testimone», due avvocati rischiano grosso
Pesanti accuse lanciate nei confronti di due avvocati attivi nel Canton Zurigo: il processo è in corso
ARGOVIA
4 ore
Bambina di sette anni trovata morta nella Reuss
Si trovava a bordo di un gommone con la famiglia, quando è scomparsa in acqua a seguito di un incidente
SVIZZERA
6 ore
Blocher preoccupato: «I segnali di una dittatura ci sono»
L'ex Consigliere federale considera «pericoloso» il comportamento delle autorità elvetiche
SVIZZERA
13 ore
L'avvertenza "segreta" che spaventa gli scettici
Rischio di miocardite dopo il vaccino mRNA. Un'informativa di Pfizer e Moderna è diventata popolare tra i No Vax
ZURIGO
14 ore
L'attivista No Vax multato al bar: «Non pagherò mai»
Nicolas Rimoldi cacciato dal Café Elena a Zurigo. Vuole dare battaglia al certificato «fino alla Corte di Strasburgo»
SOLETTA
20 ore
Vuole recuperare l'aeroplanino, muore folgorato
Un 61enne stava cercando di liberare parte del suo aeromodello da una linea elettrica con una barra di alluminio.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile