Keystone
BERNA
06.02.21 - 09:320
Aggiornamento : 14:48

Vaccino e varianti mutate: possibile serva un richiamo, la Confederazione si prepara

La vicedirettrice dell'UFSP spiega così l'ordine di ulteriori 17 milioni di dosi.

BERNA - La Confederazione si prepara a una possibile minore efficacia dei vaccini anti Covid-19 in presenza delle mutazioni del virus. Come spiega la vicedirettrice dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) Nora Kronig in un'intervista pubblicata oggi dal "Tages-Anzeiger", viene discussa in particolare la possibilità di effettuare un richiamo.

Alla domanda perché siano state ordinate altre 17 milioni di dosi, Kronig ha fatto sapere che «provvediamo precocemente perché non sappiamo quanto a lungo sia efficace il vaccino e se esso protegga dalle mutazioni, una questione attualmente molto importante».

Soprattutto vaccini a tecnologia mRNA (o RNA messaggero) possono essere adeguati velocemente, per questo sono state effettuate ordinazioni presso Curevac e Moderna.

È vero che al momento ci sono indicazioni secondo cui i vaccini di Moderna e Pfizer-BioNTech sono efficaci pure contro le varianti inglese e sudafricana, «ma esaminiamo già da diverse settimane cosa significherebbe se si rendesse necessario adattare i vaccini alle mutazioni», afferma la vicedirettrice dell'UFSP. Sembra che i vaccini a tecnologia mRNA necessitino soltanto di un'informazione supplementare.

«Inoltre discutiamo della possibilità di una vaccinazione di richiamo, contro le mutazioni», spiega Kronig. Attualmente la situazione è difficile da valutare; non è escluso che i vaccini siano troppo poco efficaci contro certe varianti del virus.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
30 min
«Ha vinto la maggioranza silenziosa»
Così la stampa elvetica ha commentato l'esito dell'attesa votazione del 28 novembre sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
1 ora
Gli svizzeri chiedono nuovi provvedimenti anti-Covid
Estensione dell'obbligo di mascherina e booster raccolgono più consensi, secondo un sondaggio rappresentativo
FOTO
SAN GALLO
2 ore
Abitazione in fiamme: un 54enne ustionato
Il rogo è scoppiato nella notte in uno stabile situato nella località sangallese di Au
SVIZZERA
11 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
15 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
15 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
18 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
21 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
21 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
21 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile