Keystone
SVIZZERA
17.01.21 - 13:470

«I ragazzi a scuola sono più al sicuro che altrove»

Lo sostiene Stefan Wolter, da qualche settimana membro della task force della Confederazione.

Per questo, contrariamente a quanto vorrebbe parte della comunità scientifica, non vanno chiuse: «I bambini si incontrerebbero altrove, senza piani di protezione e senza controlli»

ZURIGO - I ragazzi sono più al sicuro dal Covid nelle scuole che altrove: lo sostiene Stefan Wolter, direttore del Centro svizzero di coordinamento della ricerca educativa (SKBF/CSRE), da poche settimane entrato nella task force Covid-19 della Confederazione.

«Se le scuole sono chiuse, i bambini si incontrano altrove senza piani di protezione e senza controlli», spiega l'esperto in un'intervista pubblicata oggi dalla NZZ am Sonntag. «Questo tende a portare ad altre infezioni; i bambini sono spesso più sicuri a scuola che a casa».

Se gli istituti scolastici venissero chiusi, i danni per i bambini sarebbero potenzialmente enormi, argomenta Wolter. Rischiano infatti lacune nell'istruzione e possibili problemi psicologici. «Soprattutto per i bambini e i giovani che stanno per cambiare scuola, questo può avere un serio impatto su tutta la loro carriera successiva», afferma il direttore del CSRE, l'organismo che pubblica periodicamente un rapporto sul sistema educativo elvetico.

Stando al domenicale, il 54enne è stato ammesso nel comitato di specialisti che consiglia il governo federale su raccomandazione dei direttori cantonali dell'istruzione. In quell'ambito fa da contrappeso agli epidemiologi e virologi che spingono per la chiusura delle scuole.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CITTA'
2 ore
Novartis collabora alla produzione di un nuovo vaccino
Il gruppo farmaceutico renano prevede di avviare la produzione di principi attivi nei prossimi mesi.
BERNA
3 ore
Dibattito urgente sul coronavirus il 17 marzo
Lo terrà il Consiglio nazionale. Saranno cinque gli interventi parlamentari riguardanti la pandemia in corso.
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera 1'223 contagi e 9 morti in 24 ore
Restano stabili i numeri della pandemia, che sinora ha registrato 561'068 casi accertati
SVIZZERA
4 ore
Antenne 5G nel mirino dei ricattatori
Ignoti hanno incendiato un impianto di Swisscom, chiedendo agli operatori di versare milioni a favore dei bambini
SVIZZERA
5 ore
Massacrarono una donna a martellate: condanna confermata
Il Tribunale federale ha respinto i ricorsi inoltrati dagli autori del tentato assassinio avvenuto nel 2016 a Ginevra
SVIZZERA
5 ore
Che anno da record per le dogane
Boom di merci contraffatte e più sequestri di droga ai valichi. Chiusi valichi secondari e al via controlli sistematici
BERNA
6 ore
Brutto colpo per aeroporto di Berna, Flybair congela attività
Il primo esercizio dell'azienda si chiude con una perdita di 760'000 franchi
ZURIGO
6 ore
Crisi Swiss: «Un salto indietro di 50 anni»
Le vendite hanno subito una flessione di oltre il 70%. Previsto un ridimensionamento del 10%.
SVIZZERA
6 ore
Sulla Legge Covid-19 il Governo sia «meno centralista»
Il Consiglio agli Stati auspica la concessione di una «maggiore fiducia» ai Cantoni.
ZURIGO
9 ore
La popolazione sostiene le misure del Consiglio federale
In alcuni casi, addirittura, avrebbe decretato misure più severe.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile