© Urs Jaudas/Tages-Anzeiger
Axel Lehman, a capo di UBS Svizzera.
SVIZZERA
12.01.21 - 08:350
Aggiornamento : 10:13

Chiudono 44 filiali, la conferma di UBS

Axel Lehmann ha confermato il ridimensionamento: è questione di costi

In particolare hanno influito le abitudini dei consumatori, che sono sempre più digitali

ZURIGO - UBS intende ridimensionare la propria rete di succursali elvetiche, chiudendone 44 su 240 con l'obiettivo di ridurre i costi. Lo ha confermato oggi alla "Neue Zürcher Zeitung" Axel Lehmann, responsabile per la Svizzera della grande banca.

A sparire saranno piccole filiali, ha aggiunto Lehmann nell'intervista concessa al quotidiano zurighese. L'anno scorso UBS aveva già soppresso 28 unità. Stando alla NZZ, le chiusure avverranno in tempi brevi e saranno ripartite su tutto il territorio.

Il manager ha spiegato tramite una similitudine perchè l'istituto abbia optato per tale provvedimento. Non è possibile continuare a mantenere un negozietto di paese se i clienti fanno acquisti online o preferiscono recarsi presso i supermercati, ha affermato Lehmann, che lascerà la sua carica a Sabine Keller-Busse da febbraio. Insomma, le abitudini dei consumatori si stanno spostando verso i servizi digitali e la pandemia non ha fatto altro che accelerare questo cambiamento.

La misura era nell'aria da tempo. Ieri, le testate di CH Media hanno riferito di come l'istituto fosse pronto a far scomparire quaranta filiali. Già a novembre invece, il sito web Inside Paradeplatz aveva parlato di una cinquantina di chiusure.

La scorsa estate un provvedimento simile è stato annunciato anche da Credit Suisse. Il numero due bancario svizzero è intenzionato a ridurre da 146 a 109 le proprie succursali nella Confederazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
blob 10 mesi fa su tio
Buonasera a tutti, Tato50 ha perfettamente ragione. Io sono imbranato e mi faccio aiutare per i pagamenti via computer dalla mia compagna..ma appunto sbaglio anche io , dovrei alzare il sedere e andare in banca o in posta a fare versamenti o altro . Così facciamo solo il loro gioco. Ê anche vero che non è più così facile come una volta, banche chiuse o distanti, idem per gli uffici postali.. insomma per spostarsi bisogna prendere l'auto o il bus o farsi fare i pagamenti da qualcuno. Una volta una addetta in un supermercato mi ha invitato ad usufruire della cassa "fai da te" le ho risposto , no grazie , soprattutto perchè se tutti facessimo così ,lei non sarebbe più al posto di lavoro ma a casa ..licenziata. Ma ripeto quello che ha scritto è giustissimo la colpa è ..anche nostra.
Tato50 10 mesi fa su tio
Mi sembra che la decisione presa, alla faccia di chi la critica, è unicamente da addebitare a NOI . Vorrei sapere, a parte qualcuno che si reca ancora allo sportello o negli uffici, quanti di noi fanno tutte le operazioni bancarie tramite internet. Dai pagamenti, agli spostamenti di contante da un conto all'altro, agli ordini permanenti, alle richieste online di offerte ipotecarie ecc. ecc. Adesso manca solo che inventino un computer che faccia anche da Bankomat che ci tolgono anche questi. Quindi non tiriamo in ballo i "bonus" milionari , che a me fanno schifo, ma facciamoci un esame di coscienza perché a queste chiusure siamo NOI che abbiamo contribuito. Consideriamo che l’attuale CEO, che è subentrato a Ermotti, dove era prima ha fatto chiudere, se non erro, una quarantina di succursali quindi andiamo avanti così e non meravigliamoci se altre "salteranno" ;-(( Ora ci si mette pure Credit Scuisse e anche in questo caso vale quanto soprascritto. Io, nella succursale della mia Banca, vado solo a trovare le Signorine che mi offrono un caffè dalla "macchinetta" alla faccia del Covid ;-)))
seo56 10 mesi fa su tio
Vergognoso..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
6 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
7 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
8 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
9 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
10 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
13 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
21 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
1 gior
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile