Alcol alla guida, i cantoni latini sono i più indisciplinati
Ti Press
SVIZZERA
17.12.20 - 12:450
Aggiornamento : 15:36

Alcol alla guida, i cantoni latini sono i più indisciplinati

In Svizzera c'è stata una crescita generale, ma è Ginevra quello con il tasso d'incidenti stradali gravi più elevato.

In cima alla graduatoria ci sono anche Vallese, Giura e Ticino. Nessun ferimento grave, nel 2019, in Appenzello interno e Obvaldo.

BERNA - Bere o guidare, bisogna scegliere. Sebbene questa massima sia a tutti nota, il tasso d’incidenti provocati dall’alcool con vittime gravi è salito a livello nazionale da 0.40 incidenti ogni 10'000 abitanti nel 2018 a 0.44 nel 2019, pari a una crescita del 10%. I dati, provenienti dal portale federale Geo.Admin.ch, evidenziano anche importanti differenze regionali.

Ginevra al primo posto - Con 1.00 caso ogni 10'000 abitanti, Ginevra rimane in testa alla classifica del tasso d’incidenti stradali legati all’alcool con feriti gravi o decessi, seguono Nidvaldo (0.93) e il Vallese (0.76). Nei tre cantoni citati, queste proporzioni sono aumentate: nel 2018 erano infatti, rispettivamente, di 0.81, 0.47 e 0.67.

Il Ticino sopra alla media svizzera - A essere al di sopra della media nazionale pari a 0.44 sono anche il Giura, con 0.68 incidenti con vittime gravi ogni 10'000 abitanti (nel 2018 0.41), il Ticino con 0.68 (0.57), Basilea Città con 0.56 (0.41), Vaud con 0.55 (0.48) e Sciaffusa con 0.49 (0.49). Contrariamente al 2018, non figurano invece più al di sotto della media nazionale, il Canton Friburgo, con 0.44 incidenti (0.38), Turgovia con 0.47 (0.37) e Glarona con 0.50 (0.25). Sono stati registrati degli aumenti anche a Lucerna, con 0.24 incidenti (0.15), Zurigo con 0.36 (0.32) e Berna con 0.38 (0.36).

Obvaldo e Appenzello Interno si distinguono in positivo - Gli unici due cantoni nei quali, nel 2019, non si è registrato alcun incidente con feriti gravi o decessi dovuti all’alcool sono Obvaldo e Appenzello interno. Uri e Appenzello Esterno, che nell’anno precedente si trovavano nella stessa situazione, nel 2019 hanno registrato, rispettivamente, 0.27 e 0.36 casi ogni 10'000 abitanti, pur restando al di sotto della media nazionale.

Meno incidenti in sei cantoni - In sei cantoni, il tasso d’incidenti con vittime gravi ogni 10'000 abitanti è diminuito nel 2019, si tratta di Basilea Campagna, con 0.17 casi (contro 0.21 nel 2018), Soletta con 0.26 (0.33), Argovia con 0.29 (0.37), San Gallo con 0.32 (0.40), Neuchâtel con 0.40 (0.45) e Zugo con 0.39 (0.48). Infine, il tasso d’incidenti con vittime gravi è rimasto stabile nei Grigioni e Svitto, con 0.25 casi ogni 10'000 abitanti.

In Romandia il maggior numero di decessi - È sulle strade ginevrine, vodesi e vallesane che nel 2019 l’alcool ha causato il maggior numero di vittime, con quattro incidenti mortali in ogni cantone. Seguono i cantoni di Berna, con tre incidenti mortali dovuti all’alcool, di Friburgo con due, dei Grigioni, del Ticino e di Zurigo con uno ciascuno. Nonostante un elevato tasso d’incidenti con vittime gravi, nessun incidente ha provocato morti sulle strade del Canton Nidvaldo.

Complessivamente, nel 2019, sulle strade svizzere l’alcool ha causato la morte di 20 persone.

Le raccomandazioni del TCS
Il TCS ricorda che, prima di mettersi in strada, occorre essere nel pieno possesso delle proprie facoltà. Durante le imminenti festività di fine anno e in assenza, a causa del coronavirus, del servizio volontario Nez Rouge, che in questo periodo riporta tradizionalmente a casa i festaioli che non se la sentono più di guidare, si raccomanda più che mai di designare in precedenza un responsabile che non consumerà alcool e che riporterà a casa tutti in sicurezza. In tutti i casi, occorre scegliere tra bere e guidare. Numerose altre informazioni sull’alcool, sui suoi pericoli, come pure consigli sono disponibili qui.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Berset vuole fare un "regalo" ai non vaccinati
Certificato di un anno per i guariti. E test sierologici parificati ai molecolari. La proposta è sul tavolo, ma...
SVIZZERA
5 ore
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
8 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
11 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
11 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
13 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
14 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
15 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
15 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile