Keystone
Storni: «Railfit ha portato all’incredibile carenza di macchinisti e di assistenti alla clientela richiedendo la soppressione di 200 collegamenti al giorno per insufficienza di personale».
BERNA / CANTONE
08.12.20 - 09:340

«Buone nuove» ma non troppo su Railfit

Bruno Storni si rallegra della conclusione del programma di risparmio delle FFS.

La risposta del Consiglio federale a riguardo, però, non lo convince. Potrebbe essere più trasparente.

BERNA / BELLINZONA - Bruno Storni le definisce «buone nuove», ma la risposta che il Consiglio federale ha dato al consigliere nazionale socialista in merito alla fine del programma di risparmio delle FFS "Railfit" non lo convince. «Buone nuove» perché la replica conferma che il progetto avviato dall'ex ceo Andreas Meyer è stato «concluso» - o «abbandonato», come accusa Storni - lo scorso mese di luglio. Risposta poco convincente, invece, perché non chiarisce diversi punti.   

«Il Consiglio Federale non informa oltre, non espone risultati, afferma che Railfit 20/30 è concluso “in quanto gli obiettivi prefissati sono già stati realizzati “ (sic)», scrive Storni in un comunicato in cui rende nota la risposta alle sue recenti domande sul tema. «La tempistica per la conclusione (abbandono ?) di Railfit20/30 segue di pochi mesi il cambio alla Direzione FFS che ha visto l’uscita di scena di Andreas Meyer, ideatore del fallimentare progetto», aggiunge sibillino.

Per Storni, Railfit è stato particolarmente deleterio perché «ha portato all’incredibile carenza di macchinisti e di assistenti alla clientela richiedendo la soppressione di 200 collegamenti al giorno per insufficienza di personale».

A tal proposito, oltre a far sapere che il programma è concluso e che tutte le divisioni e i settori sono stati toccati dai tagli, nella risposta il Consiglio Federale si limitava a far sapere che «le FFS dichiarano di aver progettato e condotto il reclutamento di ulteriori macchinisti e assistenti alla clientela dal 2019, di averne attualmente in formazione oltre 400 e di aspettarsi di recuperare le carenze nel corso del 2021 nonostante i ritardi dovuti al Covid-19».

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Nuove misure anti-Covid: la soddisfazione di bar e club
Il Consiglio federale «ci ha ascoltati» si legge in un comunicato, che parla di «segnale importante» per il settore
SVIZZERA
2 ore
Ecco le nuove misure decise dal governo
Nuove restrizioni contro il Covid: è iniziata la conferenza stampa da Palazzo Federale. Segui la diretta
SVIZZERA
2 ore
I contagi in Svizzera rimangono sotto i 10mila
A livello nazionale il 75,03% della popolazione over 12 è completamente vaccinato
SVIZZERA/GERMANIA
3 ore
La Svizzera è nella black-list tedesca
La decisione di Berlino: quarantena di dieci giorni per i non vaccinati in arrivo dalla Confederazione
SVIZZERA
3 ore
Vaccinazione anti-Covid gratuita anche nel 2022, frontalieri compresi
Il Consiglio federale ha stabilito che le spese continueranno a essere assunte dall'assicurazione sanitaria obbligatoria
SVIZZERA
4 ore
L'obbligo di quarantena mette in ginocchio il turismo
L'appello del direttore dell'aeroporto di Zurigo: «Il Consiglio federale deve aggiustare rapidamente il tiro»
VALLESE
5 ore
Vuoi un vigneto in Vallese? Basta un franco
L'uva non è più redditizia e i coltivatori se ne disfano a prezzi simbolici
BASILEA
7 ore
Bus contro un muro, 9 feriti
La neve ieri pomeriggio a Basilea ha causato un grave incidente
SVIZZERA
18 ore
Cosa ci dirà questa volta Berset?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
GINEVRA
19 ore
Omicron nel campus, duemila in quarantena
Due contagi nella Scuola internazionale di Ginevra hanno fatto scattare massicce misure di contenimento
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile