keystone
VALLESE
21.10.20 - 15:060

Il Vallese decreta misure draconiane

Chiusura dei locali alle 22 e divieto di raduni di oltre 10 persone su suolo pubblico e privato.

Spiccano tra gli altri provvedimenti la chiusura di locali notturni e discoteche, le partite calcio e hockey su ghiaccio senza pubblico.

SION - Il Canton Vallese ha adottato oggi una serie di misure draconiane per lottare contro l'epidemia di coronavirus. Tra di queste figurano la chiusura dei ristoranti alle 22.00, le partite calcio e hockey su ghiaccio senza pubblico, nonché il divieto di raduni di oltre 10 persone su suolo pubblico e privato.

Cantone più colpito - Queste misure, hanno spiegato oggi le autorità di Sion in una conferenza stampa, sono necessarie in quanto il Vallese è attualmente il cantone svizzero più colpito dalla pandemia. Il numero di contagi è triplicato nell'ultima settimana e il tasso di positività per i test effettuati è salito al 28,5% (contro il 16,4% della settimana precedente).

Ricoveri in crescita - Il numero dei ricoveri continua a crescere in modo particolarmente preoccupante, e c'è il concreto rischio che l'Ente ospedaliero non sia più in grado di assorbire l'afflusso di pazienti. Di fronte a questa osservazione, il Consiglio di Stato afferma di non aver avuto altra scelta.

In vigore da domani - Le decisioni prese oggi entreranno in vigore domani e resteranno valide fino al 30 novembre al più tardi. Se vogliamo salvare la stagione invernale «dobbiamo agire subito», ha detto il consigliere di Stato Christophe Darbellay.

Le nuove misure - Tra le misure adottate si segnala l'obbligo di indossare una mascherina in tutti i luoghi di lavoro chiusi (anche sui veicoli), in particolare negli uffici pubblici e privati. Solo chi lavora da solo o non può farlo per motivi medici può rinunciare alla protezione facciale.

Le autorità hanno anche decretato il divieto di raduni e manifestazioni di oltre di dieci persone negli spazi pubblici, ma anche nelle aree private. Eccezioni possono essere pronunciate dal Consiglio di Stato.

Spicca anche la decisione di chiudere locali notturni, discoteche e postriboli. Da parte loro, bar e ristoranti dovranno abbassare la saracinesca alle 22.00. Le persone sedute allo stesso tavolo non potranno inoltre essere più di quattro (tranne se della stessa famiglia).

Le misure colpiscono anche i luoghi di intrattenimento e ricreazione, come cinema, teatri, musei, biblioteche, fitness, centri benessere, piscine, bowling, sale da concerto e altri luoghi simili che dovranno rimanere chiusi. Anche le visite a ospedali e case di cura non saranno più possibili.

L'esecutivo ha anche pronunciato un divieto degli sport di contatto (come calcio, basket e hockey, ma non il tennis). Una eccezione è prevista per i club professionistici, che non potranno però ospitare spettatori alle partite.

Le scuole rimarranno invece aperte. L'istruzione a distanza è prevista solo per scuole di livello terziario.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lorenza Masera 1 mese fa su fb
Quanti commenti ignoranti
Roberto Fri 1 mese fa su fb
Manuela Prest Colombo 1 mese fa su fb
Perché prima non gira il virus ha gli orari anche lui ?🙈🙈🙈🙈ma per favore chi gira dopo le 22.00?
Davide Pereira 1 mese fa su fb
E tanti di quelli ticinesi, di sto passo, chiuderanno invece definitivamente...
Pino Perugino 1 mese fa su fb
Francesco Gloria 1 mese fa su fb
In Ticino tra non molto sarà così,purtroppo vedo ancora tante persone che non mettono la mascherina quando entrano
Julio Dieguez 1 mese fa su fb
Hai ragione in parte, perché ci sono parecchi, se non quasi tutti, che la mascherina non la sanno usare perché non è cosa da tutti i giorni. La continuano a toccare con le mani, la portano sotto al mento o sotto al naso e la riutilizzano più volte dopo averla tenuta in tasca o chissà dove, beh per usarla così, spargendo tutto il concentrato della respirazione ed eventuali patogeni in ogni cosa che toccano, sarebbe meglio vietarla. Oggi, per la prima volta Merlani ha detto di non toccarla mai con le mani (a parte gli elastici), ma anche se ci fosse un corso obbligatorio sarebbe tempo perso. Mettere le dita nel naso e poi toccare tutto in giro è la stessa cosa, a me fa un po’ schifo.
Damiano Iannino Schipilliti 1 mese fa su fb
Francesco Gloria in Ticino già alle 21 non ti danno più da mangare
Veronica Brem 1 mese fa su fb
Sicuramente la mascherina risolverà tutto.... ma andate a...... 🤣
Andrea Nese 1 mese fa su fb
Francesco Gloria almeno i bar 2 settimane ci starebbe una chiusura alle 20 ! Soprattutto dove girano i giovani e fanno assembramenti
Marcelo Morales 1 mese fa su fb
Que fine facciamo fra un pó.
Julio Dieguez 1 mese fa su fb
L’anziano con diverse malattie potrebbe morire con un po' di anticipo, se sei relativamente giovane e sano, il CV19 dovrebbe essere l'ultimo problema, se non hai un posto statale o in una grande azienda, rischi di perdere il lavoro, sgomitare per stipendi al ribasso o chiudere l'attività in proprio. Le paure e gli interessi cambiano molto, dipende dove sei seduto...🥴
Marcelo Morales 1 mese fa su fb
Il canton Ticino e giá preparato a la chiusura a le 22.
Marcelo Morales 1 mese fa su fb
Tutti disocupati
Şerife Vurşan 1 mese fa su fb
😡😢
Fabio de Angelis 1 mese fa su fb
Ma non fanno prima a chiudere
Philippe Pippo Bolgiani 1 mese fa su fb
Fabio de Angelis se li obbligano a chiudere, qualcuno deve poi pagare la disoccupazione per tutti i lavoratori...
Fabio de Angelis 1 mese fa su fb
Philippe Pippo Bolgiani così si fallisce è poi pagano uguale in più ci saranno anche i fallimenti
Marco Garbani 1 mese fa su fb
Il problema è che i cantoni decidono ma pare che non rimborsano nulla, a differenza di quanto fatto dalla confederazione con IPG e ILR
Michelle Cella 1 mese fa su fb
Fabio de Angelis non faranno mai chiudere xké dovrebbero pagare, ci metteranno delle restrizioni x cui sarà impossibile lavorare e che ci porteranno autonomamente alla chiusura e sono cavoli nostri
Joel Schicchi 1 mese fa su fb
Fabio de Angelis cena alle 18.... praticamente merenda🤣🤣
Francesca Scoletta 1 mese fa su fb
Joel Schicchi per te è tutto regolare 😅
Vanessa Marra 1 mese fa su fb
Giada Bevilacqua
Nico Cereda 1 mese fa su fb
Che esagerazioni
Michele Bertolotto 1 mese fa su fb
Eh bhe...
seo56 1 mese fa su tio
Dovrebbe valere per tutta la Svizzera ma a partire dalle 19
Diablo 1 mese fa su tio
@seo56 tranquillo mi raccomando poi torniamo a fare il fieno e mangiare polenta e formaggio, e gli ortaggi dei nostri orti.
Diablo 1 mese fa su tio
@seo56 Si va bene e poi ? campiamo di orto , castagne , e mangiamo polenta e latte munto dalle capre nei nostri giardini ? Ma quando invocate queste azioni vi limitate ad aprire la bocca o state anche ragionando ?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
10 min
Fermato senza patente domenica. Lo ritrovano al volante giovedì
Il 51enne è incappato in un controllo radar sulla strada del Maloja
SVIZZERA
1 ora
Sabine Keller-Busse nuova responsabile di UBS Svizzera
Prima di entrare in UBS nel 2010 ha guidato la divisione clientela privata di Credit Suisse per Zurigo.
SVIZZERA
1 ora
Sunrise-UPC: svelati i nomi della nuova direzione
Sono figure di entrambe le aziende originarie: «Ora possiamo contare su una squadra eccezionale».
SVIZZERA
2 ore
Dieci persone, ma da due nuclei familiari al massimo
Sarebbe, secondo indiscrezioni, una delle misure che il Consiglio federale annuncerà oggi
ZURIGO
9 ore
Svizzera o Austria: chi sta facendo meglio nella lotta al Covid?
A differenza della Confederazione, l'Austria ha optato per un altro lockdown in autunno.
SOLETTA
12 ore
Lo stupratore di Olten: disoccupato e spacciava droga
Il vicinato parla del presunto autore dell'aggressione di domenica. Aveva già aggredito altre donne.
SVIZZERA
17 ore
Il Covid si riconosce dal respiro
Ricercatori dell'EPFL hanno sviluppato un algoritmo che permette di diagnosticarne la gravità
GRIGIONI
17 ore
I Grigioni chiudono i ristoranti per (almeno) due settimane
Con un tasso di riproduzione di 1,02, il quarto più alto in Svizzera, il Governo corre ai ripari prima delle festività
VAUD
17 ore
La scuola privata più costosa al mondo organizza feste illegali
Sabato è stata allestita un'attrazione presso l'Institut Le Rosey, sul Lago di Ginevra.
SONDAGGIO
BERNA
18 ore
«Parlarne. Trovare aiuto»: la salute mentale ai tempi del coronavirus
Il 10 dicembre si terrà una giornata per richiamare l'attenzione sulla delicata e quanto mai attuale tematica.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile