Archivio Keystone
NEUCHÂTEL
09.10.20 - 13:250

Nel Lago di Neuchâtel ci sono 4'500 tonnellate di munizioni

Si tratta di un'area nelle vicinanze di una riserva naturale. Le autorità stanno valutando se rimuoverle

NEUCHâTEL - Nel Lago di Neuchâtel ci sono circa 4'500 tonnellate di munizioni, nelle vicinanze di un poligono di tiro utilizzato dall'aeronautica militare per quasi cento anni. Il Dipartimento della difesa a novembre deciderà se rimuovere le munizioni.

Carolina Bohren, portavoce del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), ha confermato quanto annunciato ieri sera nel programma "10vor10" della televisione svizzera tedesca SRF.

Il poligono di tiro si trova di fronte alla Grande Cariçaie, una riserva naturale lunga quaranta chilometri sulla riva sud-orientale del Lago di Neuchâtel, composta da brughiere, foreste umide e zone con acque poco profonde. Nel 2015 l'esercito ha fatto controllare la qualità dell'acqua nei pressi del poligono. Le misurazioni non hanno mostrato alcun inquinamento significativo. Per questo né il DDPS né le organizzazioni ambientaliste hanno finora ritenuto necessario agire.

Sulla base delle fotografie subacquee scattate dal collettivo di ricerca francese Odysseus, Pro Natura chiede ora all'esercito d'intervenire. «Con il tempo, i metalli pesanti saranno rilasciati nell'ambiente», ha spiegato Marc Vonlanthen, presidente di Pro Natura Friburgo a "10vor10".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
5 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
5 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SVIZZERA
11 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
11 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
12 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
13 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
13 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
14 ore
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
15 ore
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
15 ore
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile