Keystone
BERNA
03.08.20 - 22:160
Aggiornamento : 04.08.20 - 08:47

Errore sui luoghi di contagio, ora c’è chi vuole vederci chiaro

La politica si fa domande. Il PLR: «Come è stato possibile?». Parla l'ex medico cantonale di Berna: «Uno sbaglio grave»

BERNA - Resta un mistero su come sia potuto succedere il clamoroso errore delll’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) in merito ai luoghi in cui ci si contagia di più. Ormai è cosa nota: venerdì l’UFSP aveva spiegato che i luoghi d'infezione erano club, bar, e discoteche.  Ieri invece il dietro front. «Ci siamo sbagliati» ha ammesso l'UFSP. Ci si contagia di più in famiglia.

L’errore è stato mal digerito da più parti, e ora la politica vuole vederci chiaro. Il PLR ad esempio ha twittato poche parole per dire che «è necessaria una spiegazione su come si è potuto verificare un errore simile e cosa si può fare affinché in futuro non succeda più. Qui si tratta di pianificare la sicurezza d'innumerevoli aziende, la cui esistenza è messa in pericolo di esistenza! # Covid19».

«I Cantoni sono bloccati se ottengono dati errati» - Nel dibattito si inserisce anche l’ex medico cantonale bernese Jan von Overbeck, che ha istituito il centro di test drive-in nel canton Berna durante la pandemia e che ha definito il tutto un «grave errore». «I Cantoni sono bloccati quando ricevono dati errati. La chiusura di club e bar sulla base di numeri errati ha gravi effetti economici. Ciò inoltre danneggia la credibilità delle misure di protezione. L’Ufficio federale della sanità pubblica non ne è uscito affatto bene». E aggiunge: «I campanelli d’allarme avrebbero dovuto suonare durante l'interpretazione dei dati. Una spiegazione potrebbe essere che l’UFSP per quanto riguarda la raccolta di dati elettronici è ferma al Medioevo. Ha sicuramente fatto progressi, ma ci sono ancora medici di medicina generale che inviano i loro dati via fax».

Di fronte a una pandemia, l’Ufficio federale deve comunicare in modo chiaro per rimanere credibile, afferma ancora il medico. «I messaggi semplici e chiari sono essenziali nella prevenzione.» L'errore è anche sfortunato perché nei negozi c'è già confusione nel requisito della maschera: «Ogni cantone cucina la propria zuppa. Il signor Berset dovrebbe ora fare un chiaro annuncio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Gli impianti sciistici tremano: «Ulteriori strette non saranno sostenibili»
Critiche alla possibili misure anti covid: «Completamente sbagliate»
SVIZZERA
4 ore
«Dentifricio e collutorio neutralizzano il virus che causa il Covid»
Un test di laboratorio parla di efficacia al 99,9%.
SVIZZERA
6 ore
Il Nazionale affossa la Legge sulle pigioni commerciali
Bocciato il progetto pensato dal Governo per alleggerire gli affitti delle attività chiuse durante il lockdown.
BERNA
7 ore
Vitamina D: in Svizzera troppi test «inutili e costosi»
È la conclusione tratta da uno studio pubblicato sulla rivista specializzata "BMC Health Services Research".
VALLESE
8 ore
Trail-running: caduta letale per una 46enne
La donna è morta sulle montagne di Saas-Fee. Il suo corpo è stato trovato domenica
FOTO
ZURIGO
9 ore
Cocaina e qat sequestrati all'aeroporto di Zurigo
I due corrieri - uno spagnolo 66enne e un olandese di 59 anni - sono finiti in manette
SVIZZERA
11 ore
I pazienti Covid da girare «come i tacos»
All'ETH hanno trovato un metodo per girare su sé stessi i malati in cure intense. E ricorda il famoso piatto messicano
GRIGIONI
12 ore
Col tunnel di base, Grigioni più vicini a Milano
Ecco il potenziamento del trasporto pubblico nel cantone retico
SVIZZERA
13 ore
Axpo e CKW realizzano una mega-batteria da 50 tonnellate
Due di queste batterie giganti verrano utilizzate per aumentare la stabilità della rete elettrica svizzera
SVIZZERA
13 ore
In Svizzera 8'782 casi nelle ultime 72 ore
Da venerdì si registrano anche 399 nuovi ricoveri e 195 decessi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile