Archivio Depositphotos
SVIZZERA
28.06.20 - 09:150
Aggiornamento : 10:44

Grandi aziende svizzere? Mancano le donne

Le donne sono sottorappresentate ai vertici delle principali aziende elvetiche

A livello europeo, la Svizzera è all'ultimo posto

ZURIGO - Malgrado un leggero miglioramento della situazione, le donne continuano a essere sottorappresentate ai vertici delle grandi aziende svizzere. Ai piani alti dei gruppi quotati alla borsa di Zurigo sono pochissime.

Mentre nel 2016 la quota di donne nei consigli di amministrazione delle società incluse nell'indice dei titoli guida SMI era del 21%, quest'anno la percentuale è salita al 28%, secondo uno studio pubblicato oggi dalla società di consulenza e reclutamento Russell Reynolds. L'unico gruppo ad aver affidato la presidenza del cda a una donna è però soltanto Swatch, con Nayla Hayek.

Nell'anno in corso invece, solo l'11,5% delle aziende dello SMI e appena il 7,8% di quelle del listino allargato SMIM contano donne nella loro direzione. Nessuna delle 20 aziende dello SMI è guidata da una donna e solo il produttore di cemento Lafargeholcim ne ha una come direttrice finanziaria, Géraldine Picaud.

Nella classifica delle compagnie più virtuose in questo senso, spicca l'assicuratore Zurich, che presenta una quota del 27% nel comitato direttivo, seguito Credit Suisse (25%), Novartis (23%) e Lafargeholcim (20%). In fondo alla classifica ci sono aziende come Swisscom, Swiss Life, Sika e SGS, che non hanno donne nella loro direzione.

La situazione è solo leggermente migliore se si prendono in considerazione le circa 50 società quotate nell'indice allargato SMIM. Solo il gruppo chimico Ems Chemie ha una donna come CEO, Magdalena Martullo-Blocher, mentre lo specialista di veicoli stradali Bucher ne ha una, Manuela Suter, come direttrice finanziaria, proseguono gli autori dello studio.

Ems-Chemie possiede una quota femminile del 33% nel comitato direttivo, ed è seguita dal gruppo industriale Oerlikon (25%) e da Bucher (22%). Il produttore di valvole sottovuoto VAT, la società immobiliare Swiss Prime Site e il produttore di ascensori e scale mobili Schindler, invece, non ne hanno nemmeno una.

Svizzera in fondo alla classifica - Nonostante il miglioramento complessivo della situazione, la Svizzera è ancora in ritardo rispetto agli altri Paesi europei. Le più virtuose in termini di diversità di genere nel management sono le aziende norvegesi con una quota femminile del 27%, seguite da quelle di Svezia (24%) e Regno Unito (23%).

La Svizzera, con la sua quota dell'11,5% nel comitato direttivo, è in fondo alla classifica, dietro all'Italia (12%) e alla Germania (14%). La Francia ha una quota del 20%.

Comunque, «in Svizzera, la posizione dei quadri dirigenti sta diventando sempre più femminile. Se il tasso di crescita di quest'anno sarà mantenuto, i consigli di amministrazione delle 50 maggiori società avranno una quota femminile del 30% tra circa due anni», ha rilevato Matthias Oberholzer di Russell Reynolds.

Le imprese svizzere dovrebbero quindi poter rispettare rigorosamente la legislazione che, per le società quotate in borsa con almeno 250 dipendenti, prevede quote del 30% di donne nei consigli di amministrazione e del 20% fra i dirigenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 1 anno fa su tio
Prendete quelle fermate a Chiasso ;-)))
Don Quijote 1 anno fa su tio
Visto che l'andamento dell'economia Svizzera è invidiabile, perché seguire la strategia dei fanalini di coda? A me non piace la discriminazione ma odio l'illogicità delle persone come questa motivazione sterile dell'articolo
roma 1 anno fa su tio
...fastidi grassi.
seo56 1 anno fa su tio
Ci sarà un motivo!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
«Gli chiedo di mettere la mascherina. E loro mi augurano la morte»
Con l’avanzare della campagna di vaccinazione, i toni dei clienti verso il personale di vendita si sono inaspriti.
SVIZZERA
9 ore
«Senza il vaccino avremmo presto avuto un migliaio di morti in più»
Nonostante la somministrazione di due dosi di vaccino, contagi e decessi non possono essere esclusi.
FOTO
ZURIGO
13 ore
«In 40 anni mai visto niente di simile»
Frutta avariata e verdura marcia: gli agricoltori di tutta la Svizzera stanno soffrendo le conseguenze del maltempo.
SVIZZERA
19 ore
Covid in Svizzera: 853 contagi, 14 ricoveri e due decessi
Nelle ultime ventiquattro ore il 4,4% dei test è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
20 ore
Fondi del Tesoro russo: abbandonato il procedimento per riciclaggio
Il Ministero pubblico della Confederazione ha però ordinato la confisca di quattro milioni di franchi
SVIZZERA
21 ore
Attenzione ai fuochi di artificio!
I consigli degli esperti in vista dei festeggiamenti del Primo Agosto
SAN GALLO
1 gior
Famiglia colpita da alcuni rami, morto un bimbo di sei mesi
Lui e la madre erano rimasti gravemente feriti ieri pomeriggio. Nella notte il piccolo è spirato.
BERNA
1 gior
Un matrimonio che disturba
Il 26 settembre la Svizzera si esprime sull'apertura alle coppie gay. Temi e tappe di un lungo percorso.
NIDVALDO
1 gior
In viaggio con un carico di 532 chili sul tetto
Il mezzo è stato fermato lungo l'autostrada A2, in territorio nidvaldese
LUCERNA
1 gior
L'Fc Lucerna denunciato per i festeggiamenti
La Coppa svizzera potrebbe costare cara ai vincitori, a causa degli assembramenti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile