Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
21.06.20 - 08:060
Aggiornamento : 12:41

Migros rinuncia ai moretti? Le vendite schizzano

La ditta di Waltenschwil è indietro di 5'000 scatole sugli ordini.

Il 73enne Robert Dubler non ha mai temuto il ritiro dagli scaffali, ma non si aspettava una richiesta simile.

Fonte 20 Minute/Bianca Lüthy
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

WALTENSCHWIL - Sono passati dieci giorni da quando Migros ha deciso di eliminare i "moretti" (in tedesco "Mohrenköpfe", teste di moro) dai suoi scaffali. «Abbiamo deciso di togliere il prodotto dal nostro assortimento. L'attuale dibattito in corso ci ha spinti a rivalutare la situazione», aveva twittato l'azienda. L'aveva poi seguita Manor:  «Il nome del prodotto è insidioso e può avere connotazioni negative. Vista l'attuale situazione, abbiamo deciso l'immediato ritiro dai nostri scaffali».

Qual è stata la reazione della popolazione? Le vendite di Dubler a Waltenschwil (Argovia) sono schizzate alle stelle. Tanto che per una scatola di moretti bisogna attendere fino a due settimane. È stato lo stesso Robert Dubler, 73 anni, a raccontarlo all'Aargauer Zeitung. «Stiamo lavorando con turni più stretti e organizzati. Non riusciamo a produrre abbastanza moretti da stare dietro alla richiesta».

Attualmente, Dubler ha un ritardo di 5'000 scatole. Sul sito internet dell'azienda i clienti vengono invitati a ordinare una sola scatola alla volta. 

L'accusa di razzismo non spaventa il 73enne, così come il fatto che Migros abbia rimosso i suoi prodotti dai propri scaffali. «Anche se tutti i rivenditori smettessero di acquistare i miei moretti, non ci farebbero chiudere» , aveva affermato, aggiungendo che il 50% delle vendite avviene direttamente.

Di certo il 73enne non si aspettava che la domanda sarebbe esplosa in questa maniera.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
Disoccupazione e penuria di personale, il paradosso post Covid
Se da un lato le aziende licenziano dipendenti, dall'altro cercano nuovo personale diversamente qualificato.
SVIZZERA
1 ora
Al confine con la Germania c'è un grande viavai
Il turismo degli acquisti è di nuovo possibile senza limitazioni. E in moltissimi ne hanno approfittato.
SVIZZERA
3 ore
Hotel e ristoranti, 40mila posti di lavoro in fumo
Il dato riguarda esclusivamente il 2020. Particolarmente colpiti i ristoranti che dipendono dal turismo d'affari.
SVIZZERA
5 ore
«Vaccinati e senza mascherina»
Per il Governo federale le persone immunizzate non trasmettono il virus. C'è quindi chi chiede la revoca dell'obbligo
SVIZZERA
17 ore
La spesa oltre confine? Sì, ma in Germania
Il governo tedesco ha aperto le porte al turismo di giornata (e dello shopping). Quello italiano invece temporeggia
SVIZZERA
20 ore
Quindi da giugno si torna tutti in ufficio, come funzionerà con i test?
Home office obbligatorio addio, ma per rientrare bisognerà farsi testare regolarmente. Tutto quello che c'è da sapere
SVIZZERA
20 ore
È tempo di Santi di ghiaccio
La credenza popolare trova conferma al nord delle Alpi
ZURIGO
21 ore
Fuga ad alta velocità dalla polizia, al volante c'era un quattordicenne
L'episodio si è verificato la scorsa notte nel Canton Zurigo. E non è stato l'unico inseguimento
SVIZZERA
22 ore
I gioielli della figlia adottiva di Napoleone venduti per 1,5 milioni
Sono stati battuti all'asta a Ginevra. Si trattava di nove pezzi, che erano stimati a 430'000 franchi
FOTO
COIRA
22 ore
Urla e spintoni per un anno gratis al Kfc
L'iniziativa lanciata dalla catena di fast food ha scatenato una rabbiosa corsa a "chi arriva primo"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile