Archivio Depositphotos
SVIZZERA
18.06.20 - 23:300

Al bando il tabacco aromatizzato: una proposta che mette a rischio la shisha

Secondo il consigliere nazionale Benjamin Roduit, l'effetto rinfrescante avvicina i giovani al fumo

I gestori dei locali che offrono la pipa d'acqua non ci stanno: «Potremmo chiudere subito»

BERNA - I tabacchi aromatizzati andrebbero vietati. Una direttiva analoga esiste già nell'Unione europea. E ora il consigliere nazionale Benjamin Roduit (PPD) chiede che venga introdotta anche in Svizzera. Il provvedimento riguarderebbe il tabacco per shisha, ma anche le sigarette al mentolo e con click.

«I prodotti arricchiti con aromi spingono i giovani a fumare, rendendoli più velocemente dipendenti» afferma il deputato. Gli aromi rendono la gola meno sensibile al fumo. «E l'effetto rinfrescante, per esempio del mentolo, porta a inalare più fumo». Tali prodotti si pongono quindi in contrapposizione, sempre secondo Roduit, alla lotta contro il consumo di tabacco. «La Confederazione investe molto nella prevenzione, ma allo stesso tempo permette la vendita di prodotti che promuovono il fumo».

La reazione - Non ci stanno i gestori dei locali che danno la possibilità di fumare la shisha. «Un divieto del genere metterebbe a rischio il settore. Potremmo chiudere subito» afferma Adem Corca, titolare del shisha lounge Binzgarten a Zurigo. Tra le conseguenze si conterebbe quindi un aumento dei disoccupati e di spazi vuoti. E non servirebbe a nulla la possibilità di offrire del tabacco per shisha neutrale. «Non possiamo costringere i clienti a fumare una determinata varietà di tabacco».

Corca ritiene inoltre che il divieto proposto non darebbe nessun contributo alla prevenzione. Sarebbero infatti rare le persone che fumano la shisha quotidianamente. «Non si tratta di una dipendenza, bensì di qualcosa di culturale che riunisce le persone».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
10 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
10 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
12 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
15 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
15 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
15 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
15 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
18 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile