Archivio Keystone
SVIZZERA
09.06.20 - 23:410
Aggiornamento : 10.06.20 - 08:36

I ristoratori sono stufi di «tenere le distanze»

Il presidente di Gastrosuisse chiede ulteriori allentamenti, soprattutto per quanto riguarda la distanza sociale

Per il settore le attuali disposizioni generano ogni settimana perdite per duecento milioni di franchi

ZURIGO - Da un giorno all'altro nelle scuole la distanza di sicurezza di due metri non esiste più. Una decisione della Confederazione che ha fatto infuriare Casimir Platzer, presidente di Gastrosuisse.

Insomma, ora i ristoratori si sentono presi in giro, come scrive il Blick. Per il settore le attuali disposizioni generano una perdita settimanale di duecento milioni di franchi.

Ecco dunque che Platzer torna all'attacco e chiede al Governo federale ulteriori allentamenti. In primis si parla, appunto, della distanza di sicurezza: Gastrosuisse vuole che i due metri siano una raccomandazione e non un obbligo. In caso che tale distanza non possa essere rispettata, l'associazione si dice pronta a registrare i dati di contatto dei clienti.

Poi si parla degli orari di chiusura: per Platzer non è possibile che ristoranti, bar e discoteche debbano chiudere a mezzanotte, quando successivamente la clientela si riunisce altrove negli spazi pubblici.

Infine, il settore chiede che nei bar le consumazioni possano avvenire anche in piedi. Attualmente i clienti devono infatti stare seduti.

Il Consiglio federale valuterà ulteriori allentamenti nella sua seduta del prossimo 24 giugno. Ma per Platzer è troppo tardi: «È inaccettabile che dobbiamo aspettare fino al 24 giugno per disposizioni che potrebbero poi scattare il 6 luglio» afferma ancora dalle colonne della testata d'oltre San Gottardo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Una passeggiata durante la quarantena gli costa 2'750 franchi
L'uomo quest'estate è andato in Serbia. Al suo ritorno è stato pizzicato fuori casa e denunciato.
GRIGIONI
2 ore
«Era una persona molto umile, viveva per lo sport»
Comunità in lutto per la scomparsa del 25enne, che ha trovato la morte in baita
SVIZZERA
5 ore
Sommaruga all'ONU per la biodiversità: «Servono sforzi globali»
«I governi devono allineare i loro incentivi finanziari e sussidi ai metodi di produzione sostenibili»
BASILEA CITTÀ
6 ore
Condannato il politico UDC che tirò un pugno a uno straniero
Il Tribunale penale di Basilea Città ha inflitto all'uomo una pena pecuniaria (sospesa) per lesioni semplici.
BERNA
9 ore
Questa ciotola è tossica, contiene troppa melammina
Si tratta del piattino della serie griffata “Wildlife Turtle” prodotta dall'azienda Lässig
SVIZZERA
10 ore
Coop e Migros: cala il divario dei prezzi con Lidl, Aldi e Denner
L'ultimo confronto mostra che lo scarto tra Migros e Coop, e le altre aziende, è ora meno marcato
LUCERNA
10 ore
Una IPA fatta con l'intelligenza artificiale
L'idea di un micro-birrificio e della Scuola universitaria di Lucerna ha prodotto 500 bottiglie
BERNA
12 ore
In Svizzera 411 casi e un morto
Covid, il bollettino delle ultime 24 ore. I nuovi ricoveri sono invece 11
SVIZZERA / STATI UNITI
13 ore
Julius Bär a misura di clientela latino-americana
L'interrogativo riguarda il genere di operazione che l'istituto intende praticare
SONDAGGIO
BERNA
13 ore
Covid: tra entusiasmo e restrizioni tornano i grandi eventi
Le limitazioni imposte fanno storcere qualche naso. E ricevere il via libera non è poi così facile.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile