Deposit
SVIZZERA
25.04.20 - 08:350
Aggiornamento : 09:47

Il coronavirus ha reso la Svizzera un po' più sicura

Con il lockdown meno furti con scasso, violenze e incidenti stradali. Ma chi rubacchia nei supermercati ancora c'è

Fonte 20 Minuten/Qendresa Llugiqi
elaborata da Filippo Zanoli
Giornalista

ZURIGO - Pandemia e lockdown fanno rima con molti meno crimini, soprattutto i furti con scasso. Per non parlare poi degli incidenti stradali.

Lo dicono le cifre ufficiali, confermate anche dalle stesse gendarmerie: «Si tratta di totali davvero molto bassi», ha raccontato a 20 Minuten Florian Schneider, della Polizia cantonale di San Gallo analizzando i dati riguardanti il periodo fra il 23 marzo e il 24 aprile: il calo è significativo e si attesta attorno al 20% con 76 casi rispetto ai 95 del 2019.

Una tendenza, questa, confermata anche nei cantoni di Argovia e Berna: «È evidente che i ladri sono disincentivati ad entrare nelle case quando la gente vi è per forza di cose confinata», spiega la portavoce della Cantonale bernese Jolanda Eggert che però non può fornire cifre, «per quanto riguarda i furti negli edifici commerciali e nelle aziende la tendenza non è ancora chiara».

Se il canton Zurigo è più o meno sulla stessa linea degli altri, controtendenza è la città di Winterthur: «All'inizio dell'emergenza coronavirus i furti sono precipitati», conferma Michael Wirtz della polizia comunale, «dopo un breve periodo di assestamento sono ritornati rapidamente a salire tornando al livello dell'anno precedente. I ladri hanno disertato gli appartamenti ma hanno iniziato a prendere di mira i negozi».

Sono diminuite anche le risse legate all'alcol e i crimini violenti in generale: «Il motivo è semplice, bar e locali notturni sono chiusi», commenta Schneider. La paura che con la quarantena vi fosse un'esplosione di casi di violenza domestica - invece - non si è fortunatamente pragmatizzata: «È una preoccupazione che non ha trovato riscontro, e per fortuna», spiega Wirz.

Strade deserte si traducono in molti meno incidenti: con un totale più o meno dimezzato rispetto al 2019, anche se mancano i dati statistici: «A Winterthur, si sono più che dimezzati», afferma Wirz, «da 105 a 45 ma non sono ancora numeri definitivi». Una situazione, questa, simile anche negli altri cantoni: «È naturale che una situazione calma per quanto riguarda il traffico abbia un effetto positivo sul numero di incidenti», aggiunge Bernhard Grase della cantonale di Argovia.

C'è ancora chi rubacchia in negozio: tendenza invece non sempre uguale in tutta la Svizzera, è quella che riguarda i taccheggiatori. In alcune città e cantoni è in calo - a causa della chiusura di diversi negozi e delle entrate limitate dalle misure igieniche - in altri no. Fra questi ultimi c'è San Gallo: «Riceviamo aggiornamenti costanti, il totale è pressoché invariato rispetto al 2019», conclude Schneider.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
1 ora
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
2 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
SVIZZERA
3 ore
«La Svizzera offrì 1,25 milioni per liberarci»
Daniela Widmer è tornata a parlare del sequestro di cui fu vittima nel 2011 mentre si trovava in Pakistan col fidanzato.
FOTO
TURGOVIA
3 ore
Si tuffano nel Reno e non riemergono più
Una donna di 23 anni e un uomo di 28 risultano dispersi da ieri sera.
SVIZZERA
3 ore
Crisi cardiache: per paura del virus si muore a casa
Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown. Una situazione che rischia di ripetersi
SVIZZERA
20 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
20 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
21 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
22 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A migliaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile