Keystone
Era il 24 febbraio del 1970 quando oltre 1,8 milioni di metri cubi di neve travolsero Reckingen.
+5
VALLESE
24.02.20 - 06:000

Cinquant'anni fa la valanga su Reckingen, morirono 30 persone

La neve spazzò case e accantonamenti militari nel piccolo villaggio dell'Alto Vallese

RECKINGEN - Era il 24 febbraio del 1970 quando, alle 5.05, oltre 1,8 milioni di metri cubi di neve travolsero il villaggio di Reckingen, nella valle di Goms (VS), provocando la morte di 30 persone. Sono passati 50 anni da quell'evento, una delle pagine più nere della storia elvetica legate alle slavine. Tra le vittime c'erano sei bambini, cinque donne e 19 militari.

La neve spazzò case e accantonamenti militari nel piccolo villaggio dell'Alto Vallese. La valanga, staccatasi a 2'500 di altitudine dal pendio dell'Alp Bächji, è stata la più letale del 20esimo secolo. Nelle settimane precedenti aveva nevicato molto in tutta la regione e a causa del vento si erano formati accumuli instabili alti fino a sei metri.

Inizialmente la responsabilità venne addossata ai militari, rei di aver effettuato voli supersonici ed esercizi di tiro nei giorni antecedenti la tragedia. Le indagini scartarono entrambe le teorie, poiché non vi erano stati voli di questo tipo e alcuni esperti del Laboratorio federale dei materiali avevano stabilito che le onde sonore generate dai colpi non avrebbero potuto causare il movimento della coltre di neve.

I primi soccorritori, altri militari presenti nel vicino villaggio di Gluringen, giunsero sul posto dopo appena 40 minuti. In totale, per le operazioni di salvataggio e recupero vennero impiegati 950 soccorritori militari e civili, 13 cani da valanga, 14 macchinari edili e tre elicotteri. L'ultimo dei 29 morti sepolti fu recuperato dopo quattro giorni, mentre la 30esima vittima perì in ospedale.

A cinquant'anni dalla tragedia, il comune di Goms ha organizzato due commemorazioni.

Keystone
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Covid-19: la fiducia degli svizzeri in Berna è cresciuta
Lo sostiene un sondaggio della Ssr, in Ticino una maggioranza vorrebbe obbligatorie le mascherine quando si esce
SVIZZERA
2 ore
Lufthansa ristruttura e anche la flotta di Swiss sarà ridotta
Le misure di risparmio introdotte per far fronte alla pandemia toccheranno anche la compagnia rossocrociata
ZURIGO
4 ore
Tossisce contro un poliziotto, arrestato
L'uomo faceva parte di un gruppo che stava molestando i passanti a Winterthur ieri sera.
SVIZZERA
4 ore
Anche Raiffeisen vede nero: il PIL elvetico crollerà
Una tabella mostra il confronto delle previsioni con gli altri Istituti economici
SVIZZERA
4 ore
L'economia pressa il Governo
I democentristi chiedono al Consiglio federale di discutere una «apertura con misure di protezione specifiche».
SVIZZERA
6 ore
Il coronavirus potrebbe costare fino a 35 miliardi di valore aggiunto
Anche dopo l'allentamento delle misure, l'impatto dipenderà molto dal contesto economico internazionale.
BERNA
7 ore
Controlli di polizia rafforzati durante la Pasqua
Il Governo federale spiega il lavoro della polizia durante l'emergenza Covid-19
SVIZZERA
8 ore
«Non privilegiare l'aviazione rispetto agli altri settori»
La richiesta arriva da 46 gruppi, divisi tra organizzazioni e partiti politici
SVIZZERA
8 ore
Il virus rallenta in Svizzera
Il nostro Paese ha una delle più alte incidenze in Europa, ma la curva epidemica sembra appiattirsi.
BERNA
9 ore
Anche la SSR introduce il lavoro ridotto
I settori interessati sono i dipartimenti Operazioni di SRF, RTS e RSI, le unità Access Services e Service Technologies
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile