KEYSTONE
Le FFS non sono mai state in condizioni peggiori, secondo una sindacalista del SEV.
SVIZZERA
03.12.19 - 12:070

La direzione delle FFS «è lontanissima dalla realtà»

L'azienda non è mai stata in condizioni peggiori, secondo un'esperta del Sindacato del personale dei trasporti SEV

di Redazione
Ats

BERNA - Le FFS non sono mai state in condizioni peggiori: lo sostiene una sindacalista del SEV, che vede la direzione dell'azienda completamente fuori dalla realtà. A suo avviso le continue riorganizzazioni hanno condotto a una acuta carenza di personale, mentre i vertici puntano sulla digitalizzazione trascurando il normale esercizio ferroviario.

La tragica vicenda del capotreno morto a Baden (AG) a causa della chiusura difettosa della porta di una carrozza ha mostrato le molte lacune delle FFS e continua ad avere un impatto importante sui dipendenti, spiega Barbara Spalinger, vicepresidente del Sindacato del personale dei trasporti SEV, in un'intervista pubblicata dal portale informativo Watson.

«Che si tratti di controllori, della manutenzione o di macchinisti, secondo la nostra analisi sussiste una carenza di personale in ogni attività delle FFS», sostiene l'esperta. «Questo è ovviamente dovuto a gravi errori di pianificazione e alle innumerevoli riorganizzazioni, che devono essere immediatamente interrotte». Tanto più che nei prossimi anni andranno in pensione 10'000 collaboratori delle FFS, fa notare.

Le responsabilità di Meyer - Quale CEO, Andres Meyer ha la responsabilità della situazione. «Durante il suo mandato ha promosso un cambiamento culturale a favore della digitalizzazione, che in alcuni casi è sensato. Ma negli ultimi anni le FFS hanno trascurato l'esercizio ferroviario. Le FFS esistono per gestire i treni, non per produrre auto volanti», sottolinea Spalinger.

«Un altro problema è che la direzione del gruppo è lontanissima dalla realtà e dall'esercizio ferroviario», prosegue la sindacalista che fra l'altro già partecipò allo sciopero delle donne del 1991. «Le FFS sono un'azienda molto grande ed estremamente complessa. Le informazioni importanti e le valutazioni non sempre raggiungono il posto giusto. Questo è un altro motivo per cui il personale non si fida più dei suoi capi. Al momento l'impresa è tutt'altro che in buone condizioni».

Dipendenti stressati - I ritardi dei treni sono tutto meno che eccezioni. «Le carrozze sono spesso sporche, le porte chiuse a chiave, le finestre presentano graffiti: per quanto ne so io le FFS non sono mai state così male come adesso». Questo si ripercuote sui dipendenti. «Se in un treno cinque servizi igienici non possono essere utilizzati i passeggeri diventano furiosi. I collaboratori delle FFS si trovano così sempre più spesso a fungere da parafulmini per clienti ferroviari frustrati».

«Ho l'impressione che i dipendenti delle FFS, nonostante tutti gli ausili digitali, siano molto stressati», insiste la vicepresidente del SEV. «La cosa peggiore è la carenza di personale: ci sono stati giorni in cui mancavano 30 macchinisti solo a Zurigo, immaginate un po' cosa significhi». Al momento la fluttuazione del personale è ancora bassa, ma vi sono comparti in cui in seguito a riorganizzazioni un terzo delle maestranze ha lasciato il lavoro o è stato spostato: in tal modo vanno perse molte conoscenze.

Il nuovo manager - Secondo Spalinger, per succedere ad Andreas Meyer - che in settembre ha fatto sapere che lascerà la stanza dei bottoni al più tardi a fine 2020 - non potrà essere assunto un manager qualunque: «Il nuovo responsabile dovrà mantenere alto il servizio pubblico e sentire che le FFS fanno parte dell'identità svizzera».

Ticino e FFS - L'intervista alla sindacalista arriva in un giorno in cui una nuova notizia rischia di non provocare giubilo fra i clienti di FFS in Ticino: è infatti emerso che i nuovi Giruno che saranno attivi con il cambio di orario per alcuni collegamenti sull'asse del San Gottardo saranno meno capienti dei treni usati attualmente. 20 Minuten ha calcolato che solo domenica pomeriggio e sera vi saranno 400 posti in meno dal Ticino in direzione della Svizzera tedesca.

Questo è voluto, hanno fatto sapere a 20 Minuten le FFS: i Giruno sono concepiti per i collegamenti internazionali, verso l'Italia, e hanno meno posti in prima e seconda classe. Gli ICN invece, pensati per il traffico interno alla Svizzera, hanno più capacità. Peraltro non è ancora chiaro quando i Giruno raggiungeranno Milano e altrove: per il momento i nuovi convogli circoleranno solo nella Confederazione.

Secondo le FFS le capacità sono sufficienti: ammettono però che in giorni di punta i posti potrebbero essere pochi e che i clienti si potrebbero perciò arrabbiare. Con l'apertura della galleria di base del Ceneri sarà però possibile ricorrere a treni a due piani sull'asse nord-sud.

Nel frattempo le FFS consigliano a chi parte dal Ticino di privilegiare gli Intercity, visto che gli Eurocity arrivano già praticamente pieni dall'Italia. E se proprio si punta sugli Eurocity di prenotare il posto. Per chi può essere flessibile, l'azienda propone di scegliere orari meno di punta, approfittando così anche di biglietti a prezzo scontato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Flavio Boffi 11 mesi fa su fb
Meyer vai alla mecca...
Desirée Besomi 12 mesi fa su fb
Alex Hudson
Alex Hudson 12 mesi fa su fb
Desirée Besomi Non so più nemmeno che cosa dire Michelle Frank
ugobos 12 mesi fa su tio
tutti contro l aeroporto? bhe non vedo nessun problema tanto se devo usare il treno ci vado nei orari dov é praticamente vuoto. gl altri che si arrangino visto che pensano solo per loro
Stefanie Kuemin 12 mesi fa su fb
Da pena in ch
fakocer 12 mesi fa su tio
Notate il sorriso dell'Andres Meier. È stato il segno più marcante dei suoi dieci anni della sua presenza (escludo intenzionalmente "attività") . Essendo la bestemmia ed il turpiloquio civilmente esuli nel contesto dei commenti, mi disciplino al silenzio.
skorpio 12 mesi fa su tio
La foto dice tutto!! Uno con una faccia così lo prenderei a sberle per una settimana...
Mattiatr 12 mesi fa su tio
@skorpio Il fatto che espone la faccia è l'ultima cosa che bisogna criticargli visto che a contrario nostro lui lo fa :-)
Lourmarin 12 mesi fa su tio
Ma pure la dirigenza FFS e RP in Ticino sembrano completamente fuori dal mondo reale. Dopo anni di promesse e scuse non sono più credibili. E a furia di parlare a frasi fatte, ripetute e scontate si sono resi assai antipatici. Peccato
KilBill65 12 mesi fa su tio
Questi manager non sanno neanche come e' fatto un treno, non gli interessano i problemi dell'utenza, l'unico loro interesse sono le cifre e basta!!!.....Sarebbe ora di mettere una persona adeguata a sistemare i problemi reali, e trattare umanamente anche chi lavora per le FFS......Forse le cose potrebbero cambiare in meglio!!!....Insomma rivogliamo le FFS come era una volta!!!.....
TI.CH 12 mesi fa su tio
Banda di lucratori e di incapaci e menefreghisti.
Maurizio Roggero 12 mesi fa su fb
Il classico manager che ha distrutto l’azienda e se ne andrà con un cospicuo buono uscita.... 😡🤬😤
Flavio Boffi 12 mesi fa su fb
Maurizio Roggero non è scemo lui, ma le FFS...
Telassim Alberti 12 mesi fa su fb
😄 https://youtu.be/qF_qVOIlkno
Nesh online 12 mesi fa su fb
Voi che potete fatevi sentire!!!
Alessandro Milani 12 mesi fa su fb
Ci vuole il parere di un esperto x scoprire la mer....?!vigliacchi
Max Bartolini 12 mesi fa su fb
Vogliono prendere il monopolio e obbligare il Ticino ad usare i treni per prenderr un aereo... quando non sono neanche piu in grado di dare posti a sedere sui treni
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
41 min
Caso FIFA: Platini e Blatter indagati per truffa
Il procedimento penale riguarda un controverso pagamento da parte di Blatter.
GINEVRA
1 ora
Covid, Ginevra chiede aiuti per 10 miliardi
Il parlamento ginevrino chiede inoltre all'esecutivo federale di estendere gli aiuti a tutte le imprese in difficoltà.
SOLETTA
3 ore
Assalto al portavalori, malviventi in fuga senza bottino
La polizia solettese ha avviato un'importante operazione di ricerca.
BERNA
4 ore
A Berna i ristoranti dovranno chiudere prima
Il cantone ha deciso un ulteriore inasprimento delle misure di protezione contro il coronavirus.
SVIZZERA
5 ore
Sempre meno svizzeri disposti a vaccinarsi
Un sondaggio dell'Ufsp rivela che la percentuale dei favorevoli è crollata dal 60% di marzo al 49% di ottobre.
BERNA 
7 ore
«Evitiamo di annullare tutti i progressi fatti finora»
L'UFSP è consapevole che la gente si sta stancando delle misure restrittive e invita a tenere duro
SVIZZERA
7 ore
Blick bacchettato per violazione della privacy
Il quotidiano ha pubblicato dati privati di una donna, rendendola facilmente identificabile.
SVIZZERA
9 ore
Altri 4'312 casi, 209 ricoveri e 141 decessi
Nelle ultime ventiquattro ore sono stati effettuati 27'266 test, con un tasso di positività del 15,8%.
SVIZZERA
10 ore
Tutti in montagna per sfuggire al virus, è boom di interventi del soccorso alpino
Lo confermano i dati del Club Alpino Svizzero che ha pubblicato i dati dei primi nove mesi del 2021
SVIZZERA
10 ore
Verde metallizzato, ecco la nuova vignetta autostradale
Costerà come sempre 40 franchi e sarà valida dal primo dicembre al 31 gennaio 2022.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile