Deposit
SVIZZERA
17.06.19 - 06:050

Rimborsi “mini” per le vittime di stupro: «È una presa in giro»

Per chi è vittima di violenze è previsto un indennizzo statale fino a 15'000 franchi, di solito però si arriva a molto meno. Come mai?

ZURIGO - Chiunque sia stato vittima di un crimine grave che ne abbia leso l'integrità fisica, psicologica o sessuale ha diritto a ricevere dallo Stato una somma come riparazione. L'importo è generalmente regolato dall'Ufficio federale di giustizia in una linea guida. Per quanto riguarda i reati di stupro alla vittima il totale massimo stabilito è di 15'000 franchi. In pratica però questa cifra non viene mai assegnata ed è spesso di molto inferiore.

Il motivo è da ricercare in tutta una serie di “attenuanti” che riducono la somma anche in casi parecchio gravi, come riportato dalla rivista giuridica Jusletter. Un esempio che può valere per diversi altri: il caso di una donna che, dopo la violenza, ha necessitato di tre settimane di ricovero in clinica. Per lei sono stati erogati solo 7'000 franchi. Come mai? Prima dello stupro – al quale si era opposta con forza – aveva avuto un rapporto consensuale con quello che sarebbe poi diventato il suo aguzzino.

«In generale c'è una certa resistenza, si tende a fare il possibile per non dare troppo», spiega la consigliera al Nazionale Rosmarie Quadranti (Pbd) che ha sottoposto al Consiglio federale un'interpellanza per l'aumento degli importi. Si schierano con lei Verdi liberali, Ps e Ppd per chiedere alle autorità che non si tiri in ballo la presunta complicità per ridurre riparazioni.

«Con queste decisioni si prendono in giro le vittime», commenta Regula Schwager portavoce dell'associazione contro gli abusi Castagna, «la colpa in questi casi dev'essere sempre al 100% del perpetratore».

Stando a Sandra Müller Gmünder che si occupa dell'Aiuto alle vittime del Cantone Zurigo, le cose stanno cambiando: «I casi gravi sono rari», conferma lei che garantisce, «ci si sta muovendo perché le cose, anche dal punto di vista della cultura, cambino». E pure a livello federale «l'ammontare massimo verrà rivisto verso l'alto».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
4 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
9 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
13 ore
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
SVIZZERA
14 ore
Unia: «Si riduca l'orario di lavoro per tutti, referendum se aumenta l'età pensionabile»
Ecco cosa è emerso dall'assemblea dei delegati del sindacato, oggi a Berna
SVIZZERA
16 ore
«Misure tardive, andiamo verso una catastrofe»
L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»
SVIZZERA
18 ore
«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»
Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»
SVIZZERA
18 ore
«Diffondono il virus senza rendersene conto»
L'epidemiologa Susi Kriemler suggerisce la via dei test regolari per tracciare e contenere i contagi tra i giovanissimi
SVIZZERA
1 gior
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
1 gior
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile