Tipress (archivio)
Secondo i piccoli contadini, la modifica contenuta nella Politica agricola 22+ rischia di portare a una carenza di agricoltori.
SVIZZERA
28.05.19 - 14:330

Formazione e pagamenti, la "formula" non piace ai piccoli contadini

La proposta di aumentare le esigenze nell'ambito formativo non è considerata una buona strada. L'associazione vuole piuttosto un'offerta continua più ampia

BERNA - All'Associazione dei piccoli contadini non piace l'idea di aumentare le esigenze nell'ambito della formazione per poter beneficiare dei pagamenti diretti. A suo avviso, questa modifica delle ordinanze, contenuta nel progetto Politica agricola 22+, rischia di portare a una carenza di agricoltori.

Se il rafforzamento della formazione professionale iniziale e continua è importante, la proposta di aumentare le esigenze non è la buona strada da seguire, scrivono i piccoli contadini in una nota odierna.

Il Consiglio federale vuole mantenere soltanto la formazione classica che conduce all'Attestato federale di capacità (AFC) per aver diritto ai pagamenti diretti. Il Governo giustifica questa decisione con la complessità della gestione di un'azienda agricola.

Ma questa via è spesso ardua quando viene effettuata come formazione secondaria o di recupero. Coloro che seguono un apprendistato sull'arco di due anni o il corso di formazione per l'ottenimento dei pagamenti diretti (OPD) non avrebbero più diritto alla manna federale. Possono tuttavia seguire i moduli economici obbligatori per l'esame professionale al fine di poterli ottenere.

Più formazione - Anziché fissare più esigenze in materia di formazione, l'Associazione dei piccoli contadini vuole un'offerta continua più ampia e una migliore permeabilità in ambito formativo. A suo avviso, la formazione OPD, che è oggetto di critiche reiterate, costituisce un cursus formativo particolarmente importante.

Grazie a questa possibilità, numerose persone più in là con gli anni o che dispongono di un'altra formazione iniziale possono ancora lanciarsi nell'agricoltura. Potranno così rimpolpare i ranghi dei contadini svizzeri accanto a titolari di formazioni tradizionali e colmare una lacuna considerevole: in particolare, grazie a un contatto spesso forte con la popolazione, potranno praticare un'agricoltura più vicina ai consumatori, scrive l'associazione.

Durante la procedura di consultazione del progetto del Consiglio federale Politica Agricola 22+, l'UDC e il PPD si sono mostrate critiche nei confronti del rafforzamento delle esigenze professionali alle quali dovranno attenersi gli agricoltori per ottenere i pagamenti diretti.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
37 min

Atterraggio turbolento per un piccolo due posti

Il velivolo è rimasto danneggiato. Pilota e passeggera se la sono però cavata senza ferite

ZURIGO
1 ora

Dramma familiare, il padre collaborava con la Polizia

Quattro persone sono morte giovedì a Affoltern am Albis. Il quartiere è sotto shock mentre perseguono le indagini per chiarire le circostanze esatte della tragedia

VIDEO
BERNA
1 ora

Fattoria distrutta da un incendio a Kirchberg

Persone ad animali sono stati messi al sicuro. Niente da fare invece per l'edificio

OBVALDO
3 ore

Moto in fiamme dopo un frontale, grave un centauro

Il giovane si è scontrato con un'auto che era finita nella sua corsia

NIDVALDO
15 ore

Guasto alla funivia, turisti riportati a valle in elicottero

150-200 persone sono rimaste bloccate sulla cima dello Stanserhorn a causa di un problema tecnico

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile