deposit
SVIZZERA
29.04.19 - 13:250
Aggiornamento : 16:45

«Il tabacco per la shisha rende più della droga»

Stando alle stime delle dogane svizzere, quasi l'80% del tabacco per narghilè consumato in Svizzera viene importato illegalmente. Con ampi margini di profitto per i commercianti

BERNA - «Conosco persone che sono passate dal traffico di droga al traffico di tabacco per narghilè. È meno pericoloso e rende alla grande». La NZZ am Sonntag, ha intervistato una persona che conosce molto bene il mercato illegale della Svizzera romanda. E spiega che il contrabbando di questo prodotto è in piena ascesa nel nostro Paese. Secondo lui, ci si può intascare fino a 2'000 franchi di profitto supplementare con una tonnellata di tabacco. I recenti sequestri effettuati a Zurigo e Basilea dimostrano come si tratti di un fenomeno che interessa tutta la Svizzera.

Urs Bartenschlager, vicedirettore dell'Amministrazione federale delle dogane (AFD), conferma: «Riteniamo che circa l'80% del tabacco per narghilè consumato in Svizzera non sia stato importato legalmente». Secondo il quotidiano, questo dato riguarderebbe sia i privati, sia i professionisti che gestiscono i shisha-bar. La fonte, che desidera rimanere anonima, spiega: «La maggior parte di questi esercizi ha sugli scaffali scatole di tabacco acquistate legalmente che riempiono con prodotti contrabbandati».

Grandi sequestri - Secondo Abu Heba Houssam, in passato il più grande importatore di tabacco per shisha in Svizzera, la Confederazione è in parte responsabile per questo fiorente mercato nero. Nel maggio del 2015, Berna ha infatti deciso di aumentare significativamente la tassa d'importazione. Da allora, la tassa sul tabacco si compone di una quota fissa di 38 franchi al chilo e di una quota del 25% del prezzo di vendita al dettaglio (in precedenza era del 12%).

Di conseguenza, con questo aumento, l'importazione legale di tabacco per narghilé è drasticamente diminuita. Passando da 860 tonnellate nel 2014 a 50 tonnellate nel 2018. Per contro, alle dogane si sono moltiplicati i sequestri. Nel gennaio di quest'anno, a Zurigo, sono ad esempio state confiscate 1,4 tonnellate di tabacco importato illegalmente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 ora

Anche se insoddisfatti, molti svizzeri non cambiano lavoro

Un terzo di chi è scontento della propria occupazione resta dov'è. La consulente: «Alla lunga ciò ha della conseguenze»

BERNA
2 ore

L’esercito recluterà anche i trans

Creato il servizio "Diversity Swiss Army" che agevolerà e supporterà l’entrata delle persone transgender nell’esercito svizzero

SVIZZERA
3 ore

Sono già più di 100 le antenne 5G installate

Swisscom intende fornire entro fine 2019 la nuova tecnologia al 90% della popolazione. «Le novità spaventano, ma l'espansione è frenata da false informazioni»

ZURIGO
4 ore

Il 19 giugno sotterriamo le mutande in giardino

È l’azione promossa da Agroscope per il “Giorno della vita sotterranea”, in linea con la campagna internazionale #SoilYourUndies. Serve a conoscere la biodiversità del suolo

FOTO E VIDEO
SVIZZERA
16 ore

L’allerta si concretizza: mezza Svizzera sotto l’acqua, muore una turista

Non solo pioggia, ma anche grandine e forti raffiche di vento. A Ginevra chicchi da 5 centimetri di diametro. 23 mm di pioggia in dieci minuti nel canton Vaud

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report