Keystone
SVIZZERA
11.04.19 - 17:100

«I pesticidi nei campi bio? Ci sono ma diminuiscono»

Agroscope confuta lo studio dell'università di Neuchâtel secondo cui il 90% dei terreni agricoli dell'Altopiano sarebbero contaminati

BERNA - Nei suoli gestiti secondo le norme dell'agricoltura biologica i prodotti fitosanitari diminuiscono con il passare degli anni. È quanto rileva oggi la stazione di ricerca Agroscope, tornando sullo studio dell'Università di Neuchâtel reso noto negli scorsi giorni, secondo il quale oltre il 90% dei campi coltivati in maniera eco-responsabile dell'Altopiano svizzero sono contaminati da pesticidi.

Gli esperti di Agroscope stanno portando avanti dallo scorso anno una ricerca sulle tracce di oltre 40 prodotti fitosanitari in diversi suoli e sistemi agricoli, viene sottolineato nel comunicato. Le concentrazioni di questi prodotti sono il risultato di immissioni verificatesi sull'arco di diversi anni.

Dove è praticata l'agricoltura biologica il numero e la concentrazione dei principi attivi diminuisce con il passare degli anni, viene precisato. Il fatto che una sostanza chimica sia presente nell'ambiente non consente inoltre di trarre conclusioni sul suo impatto sugli organismi viventi e sulle loro funzioni, secondo Agroscope.

Il programma di ricerca condotto da quest'ultima si concluderà nel 2020 e intende evidenziare in quale misura i residui riscontrati si ripercuotono sulle comunità microbiche composte da funghi e batteri presenti nel suolo. Queste influenzano numerosi processi e svolgono funzioni chiave sia per la fertilità sia per la biodiversità dei suoli.

Nella sua nota Agroscope sottolinea come la valutazione dei rischi ecotossicologici dei prodotti fitosanitari sia un compito complesso, persegue obiettivi diversi e dà immancabilmente adito ad accese discussioni, in particolare per il fatto che nei vari studi vengono applicati metodi e procedure differenti che si traducono in risultati diversi.

Non bisogna inoltre dimenticare che la lavorazione del suolo, la concimazione e le monocolture hanno generalmente un impatto di gran lunga maggiore sulla biologia del suolo rispetto alle tracce di prodotti fitosanitari, conclude la stazione di ricerca.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 2 anni fa su tio
Alla faccia del Bio....
Thor61 2 anni fa su tio
@seo56 Il "Bio" non esisteva nemmeno ai tempi di mio nonno, poichè si metteva il ramato e alcuni anche il famoso DDT, immaginarsi oggi!!! Oggi si vende il "Bio" cinese che di bio non ha NULLA, men che meno l'acqua, quella che bevono è praticamente inquinata, immaginarsi quelle nere (Da indagini televisive) che usano nei campi!!! Il bio permette di incassare almeno il triplo di quadagno allo stesso prezzo di costo. Saluti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
1 ora
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
FOTO
FRIBURGO
2 ore
Parcheggio sotterraneo distrutto da un incendio
Diversi veicoli sono stati distrutti nella notte
GRIGIONI
2 ore
Tragedia sul Piz Russein: due morti
Sono stati travolti da una valanga a lastroni, che li ha trascinati per quasi 1000 metri.
ZURIGO
13 ore
«Dai 10 anni devono poter decidere se vaccinarsi»
Il tema è di forte attualità. E l'UFSP ha aperto il dibattito anche sui social.
BERNA
17 ore
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
SVIZZERA
18 ore
Coronavirus: in calo casi, ricoveri e decessi
Rispetto a quella precedente, la scorsa settimana tutti gli indicatori sull'andamento epidemiologico sono diminuiti.
SVIZZERA
20 ore
Il radar “sfasato” che la polizia svizzera continua a usare
Può segnare fino a 11 km/h in più e ha problemi con le superfici rifrangenti, l'allarme dal produttore
BERNA
21 ore
Covid: 2300 positivi e 42 vittime
Sull'arco di due settimane, il numero totale di infezioni scende a 18'893.
ZURIGO
22 ore
I ricercatori dell'ETH scoprono il tallone d'Achille del coronavirus
Lo studio potrebbe portare allo sviluppo di un medicinale per combattere il Covid-19.
SVIZZERA
23 ore
Disoccupazione e penuria di personale, il paradosso post Covid
Se da un lato le aziende licenziano dipendenti, dall'altro cercano nuovo personale diversamente qualificato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile