Screenshot
BERNA
28.12.18 - 08:000
Aggiornamento : 14:06

Digita uno "0" di troppo, ma non dovrà pagare per il suo errore

Un internauta ha offerto 71'000 franchi (invece che 7'100) per la targa BE 868 L'Ufficio della Circolazione ha chiuso un occhio è ha deciso di annullare la vendita

BERNA - L'internauta con lo pseudonimo Melt non ha probabilmente trascorso un Natale molto sereno. Il motivo? La sera del 23 dicembre Melt è entrato nel sito dell'Ufficio della Circolazione del Canton Berna per accaparrarsi la targa "BE 868". Rilanciando, l'uomo ha però commesso un tragico errore. Ha digitato uno "0" di troppo e invece di 7'100 ha offerto 71'000 franchi.  La vendita è terminata mercoledì sera alle  21:00.

Diverse email - Chiuso durante il ponte Natalizio, l'Ufficio della Circolazione ha reagito ieri mattina alle richieste dell'uomo. «Ci ha inviato diverse email poco dopo aver fatto la sua puntata. Ci ha spiegato di aver commesso un errore nel digitare la cifra».

Errore ovvio - In questo tipo di aste online, solitamente, quel che è fatto è fatto. E chi fa l'offerta più alta si porta a casa la targa. Ma poiché in questo caso si tratta di un «errore evidente», i funzionari hanno deciso di annullare la vendita. «La targa 'BE 868' sarà rimessa all'asta il 3 gennaio 2019.»

Caso simile in Vallese - Un caso simile si era già verificato in Vallese, durante l'asta per l'ambita "VS 1". Ad un certo punto le offerte si erano impennate raggiungendo la considerevole cifra di 1 milione e 550mila franchi. Ma anche qui si è trattato di un refuso. L'uomo voleva infatti offrire 155'500 franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
32 min

No all'export di materiali "sensibili"

Il gruppo di controllo delle esportazioni della Confederazione o la SECO temevano che i materiali sarebbero stati utilizzati per lo sviluppo di armi nucleari e hanno rifiutato le richieste

ZURIGO
53 min

Disordini dopo il match tra Zurigo e San Gallo

I tifosi ospiti sono stati portati alla stazione di Altstetten mediante autobus cittadini. Sono stati danneggiati diversi finestrini. E hanno lanciato pietre, bottiglie e petardi ai poliziotti

ZUGO
1 ora

Spionaggio cinese, multato il dipendente che ha venduto i dati

Aziende asiatiche avrebbero assunto due "agenti" per rubare «piani di costruzione di attrezzature e segreti commerciali protetti da brevetti» dalla BESI Switzerland

SVIZZERA
2 ore

Sperma "scadente", l'Ufficio della sanità pubblica corre ai ripari

Al via in autunno un progetto di ricerca per verificare se e in quale misura la popolazione presenta sostanze dannose nel proprio organismo e come intervenire

BERNA
2 ore

Ferita da colpi di arma da fuoco, arrestato un uomo

La vittima, indica una nota odierna delle autorità cantonali, è stata ricoverata all'ospedale

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report