Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA / GERMANIA
27.09.18 - 09:250

Winterthur, crocevia dei combattenti dell'Isis

Una giovane tedesca è stata arrestata a Düsseldorf. Ma non è l'unica ad essere partita per la Siria dopo aver preso parte a un raduno organizzato a Winterthur nel 2013

ZURIGO - Molte strade portano a Winterthur, o perlomeno quando si parla di jihad. È quanto scrive il "Tages-Anzeiger" riferendosi alle molte persone che transitano dalla città del Canton Zurigo prima di andare a combattere per lo Stato Islamico (ISIS). Una di queste è Sarah. Nel 2013, la quindicenne adolescente tedesca ha partecipato ad un raduno salafita presso un hotel di Winterthur.

Appena un mese dopo, continua il quotidiano, Sarah si è recata in Siria, nei pressi di Aleppo. All'inizio del 2014, ha sposato Ismail, un cittadino con doppia nazionalità  (tedesca e turca) con cui ha avuto tre figli. Dopo la caduta del califfato, la famiglia si è trasferita sei mesi fa in Turchia, dove è stata arrestata. La scorsa settimana, Sarah è stata espulsa verso la Germania dove è stata arrestata dalle autorità del suo Paese.

Propaganda in rete - La giustizia tedesca incolpa la giovane donna di aver imparato come maneggiare le armi da fuoco poco dopo il suo arrivo in Siria. È probabile che facesse parte della polizia religiosa dell'ISIS, il cui ruolo è anche quello di far rispettare il rigoroso codice di abbigliamento imposto alle donne. Sarah è anche accusata di fare propaganda su internet e di istigare altre persone a unirsi a lei in Siria.

Le ricerche del quotidiano mostrano che la tedesca di Costanza non è l'unica ad essere partita per la Siria dopo aver partecipato al raduno organizzato a Winterthur nel 2013. Nel dicembre 2014 anche due adolescenti di Zurigo, fratello e sorella, si erano uniti ai ranghi dell'ISIS. Tornati in Svizzera dalla fine del 2015, sono in attesa di processo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO / QATAR
11 min
Il boss della FIFA ora vive in Qatar
In attesa dei Mondiali, in novembre, Gianni Infantino si è trasferito nell'emirato da ottobre.
SVIZZERA
1 ora
Quando al rifiuto dell'imbarco segue la violenza
Nel 2021 si sono moltiplicati gli episodi di passeggeri in escandescenza, anche all'aeroporto di Zurigo
SONDAGGIO
SVIZZERA
2 ore
Lavorare quattro giorni alla settimana con lo stesso stipendio
È così in alcune grandi aziende internazionali. Ma alcune piccole imprese elvetiche stanno sperimentando il modello
VAUD
5 ore
Grave incidente sulla A9: un morto e tre feriti
È successo oggi all'altezza di Chardonne, nel Canton Vaud. In un secondo incidente si registra un ulteriore ferito
SVIZZERA
7 ore
Piloti vaccinati a terra, anche se servirebbero in cabina
Swiss resta ferma sull'obbligo di vaccinazione. E cancella i voli in assenza di personale
SVIZZERA
9 ore
«Influenza per i vaccinati? È un affronto»
L'infettivologo ticinese Andreas Cerny mette in guardia sui rischi della nuova strategia federale su Omicron
BERNA / SVEZIA
11 ore
Schianto mortale in Svezia: il camion circolava illegalmente
Il mezzo scontratosi con il minibus che trasportava sette giovani svizzeri appartiene a una ditta che estrae minerali.
SVIZZERA
13 ore
Un registro svizzero degli strascichi
Diversi scienziati invocano uno studio sistematico dei casi di long-Covid. Per capire cosa ci aspetta
SVIZZERA
1 gior
«Meglio pensare che siamo tutti già contagiati»
Il governo rinuncia alla strategia dei test? Per l'organizzazione dei laboratori medici, avrebbe senso
SVIZZERA
1 gior
«Dose booster? I più giovani preferiscono ammalarsi»
La popolazione non a rischio mostra reticenza rispetto alla vaccinazione di richiamo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile