Keystone
SVIZZERA
15.04.18 - 15:500

Società di sicurezza private: due terzi dei dipendenti insoddisfatti

Il 65% degli operatori intervistati da Unia denuncia la durezza dell'impiego

GINEVRA - Due terzi dei dipendenti delle società di sicurezza private sono insoddisfatti delle loro condizioni di lavoro: è quanto emerge da un sondaggio condotto dal sindacato Unia tra i suoi membri, riporta Le Matin Dimanche.

Nell'analisi, basata su 600 risposte, il 65% degli operatori denuncia la durezza dell'impiego. Le critiche concernono il lavoro notturno ritenuto incompatibile con la vita familiare, i lunghi periodi di servizio, il costante stress e soprattutto i salari troppo bassi.

Da parte loro i datori di lavoro ritengono che la situazione non sia catastrofica e contestano la legittimità del sondaggio, poiché vi sono 20'000 agenti di sicurezza in Svizzera. Le parti avranno molte possibilità di discutere del tema, poiché il contratto collettivo di lavoro (CLA) è in fase di rinegoziazione.

Tags
lavoro
sicurezza
dipendenti
sicurezza private
due terzi
terzi
società
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report