Keystone
SAN GALLO
22.09.17 - 08:080

Multa salata per un controllo radar segnalato via WhatsApp

Il lettore sanzionato sostiene che le chat sull'app siano private. In realtà, però, il confine fra pubblico e privato non è così chiaro

WATTWIL - «Questa settimana io e diverse altre persone abbiamo ricevuto un decreto d’accusa», racconta un lettore a 20 Minuten. «Nello stesso mi si minaccia di una multa di 850 franchi perché ho segnalato via WhatsApp un posto di blocco della polizia», aggiunge. Un’assurdità a suo avviso. Al nostro interlocutore risulta infatti che i controlli di polizia non possano essere segnalati pubblicamente. Le conversazioni sull’app di messaggistica, però, non sono pubbliche, sostiene: «Quello che scrivo in un gruppo WhatsApp è privato, sono cose mie. Di cosa s’immischia la polizia?», si chiede. Secondo il lettore, il gruppo WhatsApp in questione (“Rennleitung”, “Direzione di gara”) esiste da più o meno un anno e ha circa  200 membri. In esso vengono segnalati, fra le altre cose, i controlli radar nel distretto del Toggenburg e nel resto del canton San Gallo.

Ma fino a che numero di utenti un gruppo WhatsApp è “privato” e, poi, diventa “pubblico”? Come spiega Roman Dobler, portavoce del Ministero pubblico sangallese, «la Legge sulla circolazione stradale non dice a partire da che soglia un gruppo chiuso è considerato pubblico ai sensi delle disposizioni penali». In relazione alla discriminazione razziale, tuttavia, il Tribunale federale ha stabilito che un’azione è pubblica se non avviene nella cerchia familiare e delle amicizie o in un gruppo di persone legate da relazioni personali o di particolare fiducia, aggiunge Dobler. Se queste condizioni sussistono o meno dipende dai singoli casi: «Approfondiamo meglio a partire da gruppi chiusi di 30 o più persone», conclude.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Domenico Sinigagliese 3 anni fa su fb
Fate il buon vecchio colpo di lampeggianti e non se ne accorge nessuno
Igor Rigotti 3 anni fa su fb
Poi non è fare cassetta?
Nadia Tucci 3 anni fa su fb
Ma criminalità vera non ce n'è? Affari più importanti che controllare whatsapp per dare multe?
Mauro Gaggini 3 anni fa su fb
Questa è la conferma che i controlli radar non sono preventivi ma fonte di incassi per lo stato??
Rudy Jörg 3 anni fa su fb
Ferro Il ma per piasei !!! Do un va a finì tra un po'!
Daniele Pizzelli 3 anni fa su fb
Laghetto Muzzano 32 Km/h , pagati CHF 40.- ovviamente con radar occultato...
F/A-18 3 anni fa su tio
Questi controlli radar sono una maniera come un'altra per spillare soldi alla gente, con la scusa di diminuire gli incidenti stradali. A proposito, notizia di oggi, il numero degli incidenti a livello nazionali è AUMENTATO ! Cordiali saluti a tutti e buon fine settimana, ocio ai radar........sempre lo sguardo sul contachilometri cosi poi non si vede più dove si va .........
Può accompagnare solo 3 anni fa su tio
Non conosco le cifre, ma sono convinto che con le multe agli automobilisti si mantiene tutto il corpo di polizia e se no, poco ci manca! Ho avuto occasione di seguire un po' i vari gruppi di segnalazione radar e simili... non c'è davvero tregua! Sinceramente comincio ad avere un po' di paura a guidare un'autoveicolo; mi sto rendendo conto che i continui cambiamenti di velocità imposti dalla foresta di cartelli stradali e il continuo dover controllare la velocità sul tachimetro mi distolgono l'attenzione dal campo stradale. I pedoni e gli altri veicoli li guardo quasi "per sbaglio". E poi si critica l'uso del telefonino alla guida (critica per altro giusta), ma alla fine non so cosa mi distragga di più... Un piccolo aneddoto: Un mio conoscente è stato multato perché, con la licenza di allievo conducente valida per il traino di un rimorchio (oltre alla patente di guida per il veicolo che guidava) aveva al suo fianco un collega per aiutarlo nelle manovre. Il problema è che la legge permette di circolare senza accompagnatore, ma se carichi qualcuno deve avere la patente per la guida di un rimorchio. Quindi, anche se sei ancora inesperto con il rimorchio, meglio se non hai nessuno ad aiutarti per le manovre! Anche questo è accanimento e soprattutto ingiustificato. Dove abbiamo lasciato il buonsenso?
Ben8 3 anni fa su tio
Attenzione radar dopo gottardo (mobile) direzione lucerna (gurtnellen)
Fausto Martinetti 3 anni fa su fb
WhatsApp non dovrebbe essere ad uso esclusivo di una cerchia privata ? come entra la polizia , nella sfera privata ? la stasi é tornata ? o non se neera mai andata ?
Amina Domeniconi 3 anni fa su fb
Come hanno fatto a sapere che ha condiviso l'informazione in quel gruppo? Se lo hanno spiato c'era un valido motivo?
Anna Anna 3 anni fa su fb
Come era bello quando noi automobilisti ci segnalavamo i controlli?? con un lampeggiare assiduo dei fari?...altro che indiani?...che tempi?
Anna Bellini 3 anni fa su fb
Perché parli al passato? Si è sempre fatto e si fa ancora (e comunque è a rischio multa pure quello)... ;)
Stephan Kesslinger 3 anni fa su fb
Gli sta bene. :)
Evelyne Cusimano 3 anni fa su fb
Io non capisco... ci sono app che indicano dove sono posizionati e si incaponiscono su sto povero cristo?! Si pensa solo ad incassare?! ??
Samanta Carboni 3 anni fa su fb
C’è una sentenza in cui dice che la segnalazione porta al rispetto delle regole... quindi non punibile...
Mario Boostin Sti 3 anni fa su fb
Kevin Fiori Ares Menghetti Martin Zlogleda kiè
Martin Zlogleda 3 anni fa su fb
???
Alan Lux 3 anni fa su fb
Quanti buonisti nei commenti...????
Alan Lux 3 anni fa su fb
Ma scherziamo??? Un conto sono i social... un conto è il privato! Come in questo caso...
Marco Cattani 3 anni fa su fb
Non se ne può più! ???
curzio 3 anni fa su tio
Mi reco regolarmente in Germani e in Austria. Non posso non notare che alla radio pubblica, insieme alle informazioni del traffico, ti segnalano i luoghi nei quali è in corso un controllo della velocità. Esattamente come faceva la nostra Rete3 fino a qualche anno fa.
87 3 anni fa su tio
@curzio Ascoltatori ci segnalano la presenza di "giapponesi" a... <=°-)
Zico 3 anni fa su tio
a quando una multa salatissima perchè uno dice a voce" va che gio lì a ghe ul radar"....
Nuska Lis 3 anni fa su fb
Mi viene in mente Snowden, :( triste storia, la privacy è tutto una bufala.
Michele Mete 3 anni fa su fb
L'importante è diventato rubare soldi ai cittadini in qualsiasi modo, che sia beccandoli a un paio si kmh oltre il limite o inventandosi qualsiasi altra cavolata per farlo. Inoltre si viene minacciati di non far ricorso nonostante non abbia fatto nulla di male e se provi a farlo la polizia conferma la propria versione e addirittura propone ricostruzioni dei fatti del tutto sbagliate e create a favore della loro tesi. Per fortuna che lo scopo dovrebbe essere garantire la sicurezza del territorio e dei cittadini.
Cristian Minotti 3 anni fa su fb
?
Willy Bernet 3 anni fa su fb
Tizianoo stacca stacca
Barbara Prestigiacomo 3 anni fa su fb
Quale il problema l'importante è non superare il limite che ci sia segnalato oo no ma credo che la cosa più importante per la polizia sia stato non battere cassa
87 3 anni fa su tio
I radar non devono essere segnalati, MAI !!! Se l'incasso fatto dai controlli di velocità non arriva a coprire tutti i buchi finanziari del settore pubblico per l'incapacità di come viene gestito, l'unica conseguenza oltre alla presunta prevenzione dovuta alla dissuasione di premere troppo sull'acceleratore, è che chi non è capace a gestire i soldi pubblici, cerchi di inventare qualche scusa per creare un'altra tassa o modo di riscossione che vada a mungere il solito automobilista. Già adesso chi teme il controllo di velocità è pericoloso, ad esempio ad Avegno tutti quelli che circolano a 60 km/h invece degli 80 km/h permessi, sono un ostacolo. Chi circola a 30 sul 50 o 50 sull'80, crea ostruzione al traffico, stress ai conducenti accodati e di conseguenza li porta a fare manovre azzardate (p.es dove non avrebbero mai sorpassato, si vedono costretti a fare un sorpasso al veicolo lento). L'altro giorno c'era una processione su un tratto da 80 km/h, dovuta ad una persona anziana su un motorino piazzata in mezzo alla corsia con velocità di crociera a 30 km/h, seguita da un camion che non poteva sorpassare per mancanza dello spazio di accelerazione e larghezza per via del traffico dal senso inverso, e lo stesso per tutte le auto a seguire. La situazione si è sbloccata quando il motorino si è levato dalle scatole. Qualcuno ha provato a uscire per il sorpasso collettivo, per poi rientrare mesto al suo posto. Qui il controllo di velocità all'inverso non c'è stato. A causa delle tensioni causate dalla persona in motorino, si poteva rischiare un frontale. Se l'alta velocità è punibile perchè potrebbe causare incidenti, allo stesso modo lo dovrebbe essere anche il motorino che circola in mezzo alla carreggiata.
Ulysse Golden 3 anni fa su fb
ben fatto per mui
Può accompagnare solo 3 anni fa su tio
Scusate, ma in Ticino non abbiamo votato per la segnalazione dei radar?
wlemontagne 3 anni fa su tio
@Può accompagnare solo si scendi dal pero. Leggi il decreto. Sono segnalati i posti fissi ad esclusione dei controlli con radar mobili e controlli occasionali. Praticamente non serve a niente la segnalazione il radar pu?o comunque essere messo in qualsiasi posto in qualsiasi momento
Può accompagnare solo 3 anni fa su tio
@wlemontagne Ok per il decreto, ma noi cittadini (popolo sovrano) avevamo votato altro, o sbaglio?
87 3 anni fa su tio
@wlemontagne Scusalo, lui "può accompagnare solo" <X-D
albertolupo 3 anni fa su tio
@Può accompagnare solo Direi che è il Gran Consiglio che ha deciso.
Sarà 3 anni fa su tio
@Può accompagnare solo Abbiamo votato altro Molte volte...
Sarà 3 anni fa su tio
@Può accompagnare solo Molte altre volte abbiamo votato altro...
Mag 3 anni fa su tio
Tutte le persone che conosco rispettano i limiti di velocità di conseguenza mi ritrovo a non dover mai avvisare nessuno di un radar. Che situazione triste che vivo ...
Mattiatr 3 anni fa su tio
@Mag Non fa una piega il ragionamento, ma vuoi dirmi che non hai mai sgarrato? Non ti è mai capitato di non vedere il 50 e di andare a 60? Anche per così pochi chilometri orari paghi una multa salatissima. Qualche anno fa su patti chiari ne hanno parlato, un automobilista ha ricevuto una multa salatissima per aver superato un limite (non ricordo di quanto) per andare da suo padre che stava morendo in ospedale. Hanno fatto un confronto con la multa impartita ad uno STUPRATORE e il bravo cittadino che andava dal padre pagava di più. Ora in Svizzera se sei in auto non paghi quello che effettivamente fai ma quello che avresti potuto fare. ''Automobilista va a 250 in autostrada, poteva uccidere 130 persone'' POTEVA Uno che stupra rovina una vita, non potrebbe rovinare una vita, però paga meno. Tu hai capito male il messaggio che molti cercano di diffondere. Noi non ci lamentiamo per i controlli, ci lamentiamo delle multe non giuste! O alzate le pene a chi commette dei crimini di quel genere che sono terribili o abbassate le pene degli automobilisti che in confronto non fanno niente. Oppure dobbiamo iniziare a punire tutti i maggiori di 18 anni che si recano in un parco perché potrebbero stuprare le bambine? Riguardo alla questione multa perché ho segnalato un radar: 1) Possiamo dirlo, in Svizzera c'è la libertà di espressione, non contiene offese e non contrasta indagini di polizia (almeno penso). 2) La vita privata di questo individuo è stata violata. Non è lui a dover pagare ma lui che dovrebbe denunciare la confederazione. 3) Significa che e siamo spiati e controllati più di quello che dicono. Molti dicono che non si deve pubblicare le cose su facebook e che se pubblichi le cose in rete sono ca*zi tuoi. No whatsapp non è Facebook, lì le cose non le condividi. È letteralmente come se ci spiassero i messaggi, i discorsi in casa. Io non resterei indifferente. Buona giornata.
gp46 3 anni fa su tio
@Mag Con tutto il rispetto: TUTTE le persone che conosci rispettano i limiti? Li avranno già santificati da un pezzo... :)
Mag 3 anni fa su tio
@Mattiatr Il mio commento era riferito a quelli che conosco, non a me.
albertolupo 3 anni fa su tio
@Mattiatr Di sicuro il confronto di cui racconti è una bufala: uno stupratore mica riceve una multa...
albertolupo 3 anni fa su tio
@Mattiatr E se nei 50 vai a 60, paghi una multa di 120.- Fr. Che non è salatissima.
Franco Malatesta 3 anni fa su fb
Il nome della chat di Whatsapp????
Ge Nins 3 anni fa su fb
E scritto nell articolo...
Meck1970 3 anni fa su tio
La polizia non ha nient'altro da fare? Il problema è chi avverte l'altro che c'è un controllo o un radar?
Alexander Uladzimirau 3 anni fa su fb
Paolo
Eva DeeVa Poletto 3 anni fa su fb
Fondamentalmente lo scopo dei radar è fare in mondo che la gente vada piano (non fare cassetta...!!!)... trovo che segnalarli non sia poi così un crimine, cosi la gente per paura non supera i limiti e quindi i rischi di incidenti per forte velocità diminuiscono!!
Ania Righini 3 anni fa su fb
In quel caso basterebbe una lettera allora e non xxx soldi da pagare ?
Eva DeeVa Poletto 3 anni fa su fb
Ania Righini ahahah!! Beh ovvio che chi è beccato in fallo deve pagare, ma non deve essere un modo per fare cassa!! ???
Ania Righini 3 anni fa su fb
Secondo me invece lo fanno ANCHE per soldi comunque ?
Eva DeeVa Poletto 3 anni fa su fb
Ania Righini si è cosi... ma in una realtà utopica non dovrebbe esserlo!! ?
Walter Ghidini 3 anni fa su fb
In realtà dovrebbero premiarlo. Ha raggiunto il risultato di sensibilizzare gli altri utenti e farli rallentare in quel partocolare punto, probabilmente pericoloso. Se la priorità non fosse quella di fare cassetta, questo sarebbe lo scopo primario dei radar.
Eva DeeVa Poletto 3 anni fa su fb
Walter Ghidini perfettamente d'accordo con te!!
Silvana Canonica 3 anni fa su fb
Ania Righini anche!!!!!! SOPRATTUTTO!!
shooter01 3 anni fa su tio
questa è la dimostrazione che la svizzera è L'UNICO PAESE dove i radar non servono affatto per la prevenzione come in tutti gli altri paesi del mondo, ma solo a far cassetta, in un modo tra l'altro piuttosto meschino. Io parlerei senza tema di smentita di accanimento giudiziario nei confronti degli automobilisti. In questo paese è meglio essere dei passatori, piuttosto che persone che devono , per ragioni di lavoro, compiere tragitti lunghi in tempi, purtroppo, ristretti
Laura Cambi 3 anni fa su fb
Penso che le testate giornalistiche dovrebbero finalmente imparare a titolare correttamente gli articoli. Purtroppo la maggior parte delle persone non legge l'articolo (per svariati motivi) e quindi direi che per una corretta informazione i titoli non debbano fuorviare o stravolgere la notizia reale. E questo a mio avviso è un problema Molto serio. Abbiamo diritto ad una informazione chiara. Già ci sono parapiglia per un non nulla, figuriamoci quando uno si basa solo dal titolo e parte in quarta creando scompigli vari. Ticinonline puoi farlo? grazie
Patty Pedrazzi 3 anni fa su fb
Concordo! Dal titolo si capisce tutt'altro, nell'articolo poi si parla di un gruppo WhatsApp di 200 persone!
Eugenio Velardi 3 anni fa su fb
Leggere e andare a fondo nelle cose, richiede molto impegno e capacità...che purtroppo vedo scarseggiare sui social network.
Ravi Von Verwandt 3 anni fa su fb
Ho letto l'articolo, ma non ho capito...ha segnalato un posto di blocco o un radar?! Sono due cose differenti...giüscht un zic...
cambiamainagota 3 anni fa su tio
sempre tutti a lamentarsi dei radar, che servono solo a "fare cassetta".....rispettate le regole della circolazione e non verrete multati!! volete fare i furbi con la velocità, cellulari, alcool, cinture ecc....giusto essere multati!
Meno 3 anni fa su tio
@cambiamainagota Forse i controlli sono ritenuti eccessivi dai più.... poi invece c'è chi accetta tutto supinamente.
daniele77 3 anni fa su tio
@cambiamainagota concordo pienamente, il discorso non riguarda però questo,ma se è corretto multare qualcuno perchè dice che c'è un radar. la liberta di parola forse qui viene tolta, anche se capisco che la legge non lo permette. ma a dirlo non si fa danno a nessuno, anzi, magari può essere costruttivo. piuttosto aumentiamo i controlli e lasciamo dire dove sono.
cambiamainagota 3 anni fa su tio
@daniele77 in teoria sarebbe ideale, in realtà ho paura che segnalandolo rellenteremmo tutti per quei 100 metri (come per i radar fissi che si conoscono come Agno, Ambri ecc...) per poi tornare ad accellerare. Capita anche a me di prendere delle multe ma le pago perché sono in torto. Segnalare effettivamente non fai del male a nessuno a meno che (non lo hanno specificato) sia passato di li, ha visto il radar ed al volante si è messo a scrivere su Wattsup....:-)
Frankeat 3 anni fa su tio
@RubenDF io mi sono reso conto che da quando ci sono queste fonti per conoscere i radar (una volta c'erano gli sms, poi le app, in seguito la pagina fb e twitter, adesso Telegram) rispetto MOLTO di più i limiti perché sono cosciente di quanti controlli ci sono sulle nostre strade, oltretutto ben sapendo che non vengono mai segnalati tutti. Secondo me questi servizi sono un enorme opera di prevenzione, o almeno su di me fanno questo effetto da anni.
Lokal1 3 anni fa su tio
@Frankeat E esattamente così! Condivido in pieno. Ma credo che per la polizia sia più un problema di casetta! Lo so e la solita storia... Ma credo che questa ne è la prova
RubenDF 3 anni fa su tio
@Frankeat Infatti, credo anche che in un certo modo possano sensibilizzare. Poi se una persona sa che al chilometro "x" c'è un radar e rallenta per poi sfrecciare nuovamente quello è un altro discorso. Perlomeno però, ha rispettato i limiti, per poca strada ma lo ha fatto.
cambiamainagota 3 anni fa su tio
@Meno rispettare le regole della società vuole dire accettare tutto supinamente? convinto tu! si può discutere sul fatto che ci sia il 30 km/h in certi punti, oppure il limite dell 0.5%. sull' alcool ma si sa che ci sono quindi si rispettano. Ci sono persone che perché al cellulare hanno ucciso o rischiato di uccidere innocenti ma trovi ancora chi se la prende con la polizia perché fanno i controlli..... Poi il mondo è bello perché ognuno la pensa al suo modo.....
Meno 3 anni fa su tio
@cambiamainagota Certo, quando i controlli sono ritenuti eccessivi e in zone non pericolose si. Forse tu non sai che il Cantone ed i comuni hanno obiettivi di incassi per le multe, e sono obiettivi da rispettare indipendentemente se i conducenti sono più ligi o commettono più infrazioni. Quindi l'obiettivo è fare cassetta. Appunto, come dici te sono anche i limiti eccessivi, perché se in un tratto con due corsie in un unico senso mi metti il limite di 60 km qualche problema c'è..... Quello del cellulare che dici è giusto, peccato che cogliere sul fatto con il cellulare sia meno remunerativo rispetto la velocità (il radar è difficilmente contestabile e funziona a raffica, al contrario delle constatazioni del cellulare alla guida). Insomma, perché non concentrarsi più sui cellulari? Semplice, rende di meno e i controlli necessitano più personale (maggiori costi). Insomma.... non mi si venga a dire l'intenzione di far cassetta non centra nulla con i controlli di polizia. In ogni caso hai ragione, se ci si attiene strettamente alle disposizioni non si rischia nulla. E non sto dicendo nemmeno che determinati controlli non ci vogliano, purtroppo ne ho visti tanti, posizionati tipo negli ultimi 5 metri di un tratto a 30 proprio per beccare quelli che accellerano in vista di un 50. In questo caso è dura parlare di prevenzione....è più un cercare di incastrare l'automobilista.
Tato50 3 anni fa su tio
@Meno Ci sono distanze minime da rispettare, rispetto alla segnaletica, quindi se queste non lo sono la contravvenzione può essere contestata e vinci sicuramente. È quello che è avvenuto sul tratto di strada dove abito io, luogo in pratica deserto, dove l'unico posto dove piazzare il radar, in modo che non lo si vedesse, era a 10 metri dal cartello "inizio 50 km/h". Centinaia di persone hanno pagato senza fiatare poi è arrivato quello giusto, un avvocato, che ha contestato la posizione dell'apparecchio e ha vinto la causa. Qui bisognava andare a ricercare quelli che in pratica erano stati "truffati" e rimborsarli ma la strada più facile è stata quella di spostare a nord il cartello di una cinquantina di metri. Tra i merli ci sono anch'io e se sei pratico della zona si trova tra Gnosca e Gorduno deve c'è il nulla. Qui, cari ex colleghi, convengo con chi dice che è una questione di cassetta mentre nei posti "sensibili" nulla da eccepire ;-((
Mirko Zxy 3 anni fa su fb
Chissàse dei gruppi What's app controllano quando fanno la cacca ???
Siro Schürmann 3 anni fa su fb
Basterebbe non segnalare e rispettare le norme di circolazione
Tania Pimpi 3 anni fa su fb
Eccolo lì, uno che ragiona!?
Lore62 3 anni fa su tio
Meglio segnalare con il vecchio sistema, bilux a chi incroci, se ti chiedono....salutavo un amico.... XD
tarhan 3 anni fa su tio
@Lore62 E ti becchi la multa per uso improprio dei fari. E triste ma non sto scherzando!
Lore62 3 anni fa su tio
@tarhan Ci credo.... in un paese dove tutto è proibito e se non proibito è obbligato, ci si diverte ad inventare multe solo a far cassa a danno del cittadino ... ;-)
daniele77 3 anni fa su tio
credevo che la caccia alle streghe fosse finita da secoli... a mio parere dire pubblicamente che hai visto un controllo radar non può essere un reato, questa è censura, dove è finita la libertà di parola? che poi avvisare la posizione dei radar vada abusato da chi vuole andare veloce senza rischi è un altro discorso. ma la legge è questa per ora, stupida o no che possa sembrare, poi sappiamo benissimo che un giorno puoi fare una cosa e un altro no a dipendenza di come cambiano le leggi (o l'interpretazioni delle leggi).
Ben8 3 anni fa su tio
Mettevi tutti i radar in quel posto
Cinzia Cattaneo Airaghi 3 anni fa su fb
Eppure basterebbe molto semplicemente rispettare i lim8ti di velocità. A volte succede, è vero, di viaggiare un po’ più forte, ma se uno è normalmente attento si tratterà di pochi km/h e non sarà quindi una mega multa. È più sfortuna che altro. Ma segnalare cosi, permette allo scatenato di turno di che passa 90 su un tratto di 50 di evitare la multa quando sostanzialmente la merita.
Lorenza Brianti 3 anni fa su fb
Io sui 50 rispetto ma in autostrada libera senza lavori che mettono gli 80?? Vogliamo parlarne??
Ravi Von Verwandt 3 anni fa su fb
Creatori di colonne....
Pepe Ticino 3 anni fa su fb
Mettono i limiti bassi apposta per appioppare multe. Le multe sono un business miliardario in Svizzera, non per niente in molti cantoni i poliziotti devono darne un minimo ogni mese.
Roberto Settembrini 3 anni fa su fb
Non fate prima a rispettare i limiti... e ma sai... la mia auto ha 200 cv... dove andremo a finire
Frankeat 3 anni fa su tio
Chissà cosa succederà il giorno che scopriranno chi c'è dietro il gruppo di Telegram "Segnalazioni Ticino" che conta quasi 12mila iscritti. Tutti amici? :-)
navy 3 anni fa su tio
@Frankeat ciao Frankeat! Ma funziona ancora? Ancora attivo?
Frankeat 3 anni fa su tio
@navy Si, è come Paolo. Attivissimo.
navy 3 anni fa su tio
@Frankeat Scusa ma non capisco! Come Paolo?
Frankeat 3 anni fa su tio
@navy Niente, era una battuta scema, ma per capirla dovresti sapere chi è Paolo Attivissimo (che non è un nome d'arte come pensano in molti ma è il suo vero nome). Mi hai chiesto se il gruppo fosse ancora attivo e ti ho risposto che è come Paolo.... attivissimo. Nel senso che il gruppo esiste, è molto attivo e funziona alla grande. <strong>Chiaramente non volevo mettere in connessione Paolo Attivissimo con quel gruppo di segnalazioni stradali. </strong> Tra l'altro devo ancora capire come fare a mandare le segnalazioni.
navy 3 anni fa su tio
@Frankeat Ok! Paolo Attivissimo mi è noto. Pensavo ad una qualche battuta sul buon Beltra....... Ultimamente è ovunque...... Ciao e buona giornata Frankeat!
navy 3 anni fa su tio
I social network sono, a mio modesto avviso, tutto fuori che "cerchia ristretta". Ad estremizzare un tantino il ragionamento distorto fatto da chi non vuole essere multato, sarebbe come dire che un giornale (sul web o cartaceo) è un social network e pertanto da considerarsi privato. Le segnalazioni di radar ed altri controlli della polizia non vanno, per principio, segnalati a terzi. Se avviso mio fratello o mio cugino, papà o mamma è ok. Se avviso 200 persone tutte mie amiche vi è una differenza netta. Evitare sanzioni e controlli e comprensibile. Arrampicarsi sugli specchi no.
tarhan 3 anni fa su tio
Non riesco a non sorridere, per ambo le parti ben inteso.
Franz Boni 3 anni fa su fb
se non é cosi chiaro allora non si può sanzionare ok ... la legge é uguale x tutti e isolini e banda bassotti di camorino ... fanno il chiaro e scuro come vogliono ...DITTATURA made in Ti
Daniela Rusca 3 anni fa su fb
Ma leggere gli articoli no è...
Claudia Regazzoni 3 anni fa su fb
Non sapevo che Isolini fosse responsabile anche nel Toggenburgo ???? ma leggete prima!!!
Franz Boni 3 anni fa su fb
ma vanno a finire a camorino
Anna Bellini 3 anni fa su fb
Sì, certo. Anche i radar sulla Route 66 vanno a finire a Camorino, immagino... :D
Franz Boni 3 anni fa su fb
visto che tutte le strade portano a ....
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Covid, nuovi giri di vite in diversi cantoni
Raduni ridotti a Soletta. Mascherine per i docenti a Berna per gli allievi delle medie in Vallese
BERNA
6 ore
Covid, Swiss Olympic: «Servono misure uniformi per lo sport»
In alcuni cantoni gli allenamenti e le gare si svolgono ancora, mentre altrove gli impianti sportivi sono già chiusi.
SVIZZERA
7 ore
Un utile da 15 miliardi per la Banca nazionale svizzera
L'istituto centrale ha approfittato della relativa quiete estiva per riprendersi dagli effetti del confinamento
BERNA
7 ore
Pandemia e anziani: «Scaricate SwissCovid»
L'invito del Consiglio Svizzero degli Anziani: «È essenziale essere registrati»
SVIZZERA
9 ore
«I numeri peggiorano di giorno in giorno»
Il Consigliere federale promette nuove misure: «Potrebbero restare a lungo, dobbiamo valutarle attentamente».
BERNA
9 ore
Bambino piccolo travolto e ucciso da un treno
Il bimbo era finito sulle rotaie a Münsingen ed è morto sul posto in seguito alle ferite riportate
SVIZZERA
9 ore
Il tira-e-molla di Berset
Mascherine all'aperto: il governo sta decidendo le misure da annunciare mercoledì. Il ministro della Sanità cede terreno
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus: in Svizzera 17'440 casi, 259 ricoveri e 37 decessi nel weekend
Nelle ultime 72 ore sono stati effettuati 82'026 tamponi: il tasso di positività è del 21,3%
SVIZZERA
10 ore
La seconda ondata probabilmente non porterà con sé una crisi del lavoro
Secondo Adecco, potrebbe addirittura portare delle nuove opportunità: «Dimostra che l'home office funziona»
SVIZZERA
10 ore
C'è sete d'informazione, ma gli introiti dei media sono in calo
Con la pandemia crescono i fruitori, che sono però raramente disposti a pagare per i contenuti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile