KEYSTONE/EPA (HUGO DELGADO)
+38
NATIONS LEAGUE
08.06.19 - 14:060
Aggiornamento : 19:14

Droga e rabbia (per Mourinho) nel passato dell'imprendibile Depay

Decisivo in nazionale ma altalenante con i club, il funambolo olandese ha parlato dei suoi problemi fuori e dentro il campo

PORTO (Portogallo) – Alti e bassi, lampi accecanti e pause imbarazzanti. Fino a questo momento la carriera di Memphis Depay è stata un'altalena di emozioni e risultati. Fenomeno del calcio olandese, capace – a 21 anni – di completare una stagione da 28 reti in 40 presenze con il PSV, l'attaccante ora 25enne è passato dalla comparsata del Manchester United alla conferma del Lione. Prima dell'ultima complicata annata.

Dove la punta raramente ha sbagliato è stato in Nazionale. Solo nell'ultima stagione ha infatti trascinato gli Oranje con 7 reti in 9 partite. E tante invenzioni. Ne sa qualcosa l'Inghilterra, schiantata (anche) dalle sue accelerazioni nella semifinale di Nations League.

Tornato a essere coccolatissimo, Depay ha raccontato alcuni aneddoti relativi al suo percorso. Ha ammesso di essere stato un ragazzino terribile: "Non sono d'accordo con molte cose che ho fatto in passato e non ne sono orgoglioso – ha raccontato l'olandese nel suo libro Heart of Lion - ho vissuto al limite ma ho avuto la fortuna di salvarmi grazie al talento. Stavo in giro di notte per le strade e facevo quelle cose che un ragazzo di quell'età non dovrebbe fare, vendendo erba o partecipando a feste in cui si consumavano droghe pesanti”.

E il calcio? "Van Gaal aveva buone ragioni per mandarmi in panchina. Con Mourinho, invece, mi sentivo in fiducia e allenato ad un livello superiore, ma nulla ha cambiato la mia situazione, anche dando tutto in allenamento. Pure compagni come Ibrahimovic, Pogba o Carrick si chiedevano come fosse possibile che non giocassi. Il portoghese disse che era molto soddisfatto del mio lavoro e del mio atteggiamento, ma non mi diede mai le possibilità di giocare. E mi fece perdere la testa. Un giorno, sconvolto dalla rabbia, arrivai persino a colpire il mio migliore amico. Mi fermai prima di ferirlo, ma poi mi vergognai".

CALCIO: Risultati e classifiche

KEYSTONE/AP (Armando Franca)
Guarda tutte le 42 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
LIVE-TICKER
TOKYO 2020
LIVE
È bagarre olimpica
Ventisette titoli in palio, svizzeri in agguato
FORMULA 1
3 ore
La paura di Ralf Schumacher: «Lewis e Max? Speriamo che nessuno si faccia male...»
Il tedesco: «Hamilton è rimasto in Mercedes dopo il no di Verstappen»
SUPER LEAGUE
6 ore
Braga è obiettivo: «Il risultato non è giusto, non posso criticare i miei ragazzi»
La compagine bianconera ha perso all'esordio contro lo Zurigo: «Il campionato è ancora lungo».
SUPER LEAGUE
7 ore
Successi esterni per Servette e Basilea
I ginevrini hanno piegato il Sion 2-1, mentre i renani la matricola Grasshoppers 2-0.
SUPER LEAGUE
8 ore
«Siamo stati molto aggressivi, ma i dettagli non ci sono stati favorevoli»
Michael Facchinetti: «Non penso che l'anno scorso ci sia stato un match in cui abbiamo avuto così tanto possesso palla».
SUPER LEAGUE
10 ore
Esordio indigesto: il Lugano inciampa in casa
La truppa di Braga è stata sconfitta a Cornaredo dallo Zurigo con il punteggio di 2-0.
TENNIS
13 ore
Il re di Gstaad è Casper Ruud
Il tennista norvegese ha prevalso in finale contro il francese Hugo Gaston.
TOKYO 2020
23 ore
Continuano le emozioni a Tokyo
Tennis, nuoto, scherma, taekwondo e molto altro
MERCATO
1 gior
Lovric tra Sassuolo, Lugano e... Modric
Il centrocampista bianconero su un possibile futuro in Italia: «La Serie A è la Serie A...»
SUPER LEAGUE
1 gior
Bentornata Super League: pazzo YB, che rimonta
Partita palpitante alla swissporarena: sotto 3-1 a poco più di mezzora dalla fine, i bernesi si sono imposti 4-3
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile