Keystone
STATI UNITI
21.09.20 - 13:300

«Lady Gaga era il mio più grande nemico»

La cantante ha parlato in un'intervista della sua lotta contro la depressione e della difficile convivenza con la fama

NEW YORK - «Odiavo essere famosa, odiavo essere una star». La fama non è sempre stata rose e fiori per Lady Gaga, che in un'intervista concessa ieri a CBS Sunday Morning ha svelato alcuni nuovi lati della sua difficile lotta contro lo spettro della depressione.

Nel suo ultimo album, "Chromatica", la star italo-americana dedica ampio spazio alla questione della salute mentale. «Non c'è una sola canzone in quell'album che non sia veritiera, non una», ha detto ricordando come nei momenti più difficili era arrivata a identificare nel proprio alter-ego artistico il suo antagonista. «Il mio più grande nemico è Lady Gaga, ecco cosa pensavo». Ora fortunatamente non è più così.

Ma cosa c'era di così «oscuro» in quel periodo? La cantante ha rivelato che a un certo punto si era letteralmente «arresa», arrivando a pensare anche al suicidio praticamente «ogni giorno». «Mi sono sentita esausta e sfruttata», ha raccontato, ricordando le difficoltà di convivere con il suo status in mezzo alla gente. «È come se fossi un oggetto e non una persona».

Le ombre non hanno però oscurato la necessità di esprimersi attraverso la musica. «Lo giuro sul figlio che non ho ancora avuto, non so come mai ma è qualcosa che devo fare». «Ho scoperto - ha detto Lady Gaga - che anche quando non volevo più vivere, sapevo comunque come scrivere una canzone».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile