Freepik
TARGET
21.09.20 - 10:530

WhatsApp Business: che cos'è e come può aiutare le imprese locali

Esaminiamo i tanti pregi dell’applicazione di messaggistica creata per aiutare aziende e clienti a comunicare tra loro

In un periodo storico in cui gli strumenti digitali stanno facendo la differenza per realtà economiche delle più disparate dimensioni, un nuovo protagonista ha cominciato da mesi a fare capolino sul web: si tratta di WhatsApp Business, un’applicazione parallela alla principale WhatsApp Messenger, la piattaforma di messaggistica che conta ormai due miliardi di utenti nel mondo.

Sono quindi moltissime le persone che la utilizzano per scambiarsi messaggi, foto, documenti, video con i propri cari e con i gruppi di amici e parenti. Lo strumento è talmente comodo e veloce, che ha velocemente soppiantato gli SMS, ormai ritenuti obsoleti da molti degli stessi utenti, così come da tanti esperti di marketing che si occupano di creare campagne pubblicitarie.

Il lato business di WhatsApp, infatti, non ha tardato a mostrarsi: ancora prima che nascesse l’app specifica e strutturata, molti professionisti nel mondo dei servizi e del retail avevano già cominciato a utilizzarla per comunicare con i propri clienti, approfittando della sua praticità.

WhatsApp Business è nata per andare incontro a queste nuove esigenze e migliorare ancora di più l’esperienza per le attività che scelgono la piattaforma. Dal lato dell’utente, nulla cambia rispetto a un classico scambio di messaggi sull’app: sono i gestori delle realtà commerciali ad avere vantaggi e semplificazioni. Vediamo insieme come, nello specifico, questo strumento può integrare la comunicazione via web di queste attività.

 

WhatsApp Business: come funziona?

Si tratta di una vera e propria app, autonoma rispetto al WhatsApp “classico”. Si può scaricare in via del tutto gratuita dagli store Android e iOS e, a detta dei suoi stessi creatori, è nata proprio per permettere una comunicazione più agile tra le aziende e i clienti.

Una volta scaricata l’app, è possibile creare il proprio profilo aziendale: ciò significa che tra le informazioni specifiche della nostra attività potremo inserire tutti i dettagli più utili agli utenti, come indirizzo, contatti o sito web, affinché essi possano consultarli con facilità. Chi utilizzerà WhatsApp Business per il proprio lavoro non dovrà rinunciare, sullo stesso telefono, ad avere anche la versione “normale” dell’app per potersi tenere in contatto con i propri amici privatamente.

Le funzioni di messaggistica di cui dispone sono, ovviamente, più numerose, e studiate per tornare utili a una realtà commerciale. Attraverso l’app, sarà possibile formulare un messaggio di benvenuto dedicato a chi ci scrive per la prima volta, oppure una comunicazione di assenza per informare gli utenti sulla nostra reperibilità. Se lo vorremo, sarà anche possibile creare delle risposte automatiche che funzionano in modo molto simile ai chatbot, per assicurarci che i nostri clienti abbiamo un riscontro veloce e preciso sulle domande più frequenti che ci vengono poste.

Tra i vantaggi pratici dell’utilizzo di WhatsApp Business figura anche la possibilità di collegare e sincronizzare questo account alla pagina Facebook. Chi preferirà contattarci su WhatsApp invece che su Messenger, quindi, avrà modo di farlo in maniera veloce e intuitiva. Non solo: è possibile anche dare la possibilità, all’interno di un’inserzione a pagamento, di inserire un pulsante che rimandi direttamente a una conversazione su WhatsApp. Invece del classico “Invia un messaggio” su Messenger, di conseguenza, con un semplice tap si potrà inviare un messaggio su WhatsApp.

Non dimentichiamo una caratteristica chiave di tutte le piattaforme deputate al marketing digitale: le statistiche. Anche WhatsApp Business, infatti, mette a disposizione di aziende e professionisti un servizio di analytics utile a scoprire di più sul proprio pubblico e a migliorare le proprie strategie promozionali. Monitorando, ad esempio, quanti e quali messaggi vengono letti, potremo capire dove la nostra comunicazione presenta lacune o punti di forza.

 

Perché inserirlo nella propria strategia di marketing?

Siamo entrati, ormai da qualche tempo, in quella che si definisce “l’era del marketing conversazionale”. Disponendo degli strumenti per farlo, infatti, gli utenti preferiscono la comunicazione diretta e interattiva con le aziende e sulle aziende, e si aspettano che queste intavolino un dialogo con loro, in cui gli interlocutori siano sullo stesso piano, e si ascoltino a vicenda.

Per questo, molte piattaforme stanno integrando dei chatbot specifici che, automatici o no, dimostrino subito ai clienti che i professionisti e le imprese sono disponibili a confrontarsi con loro. Per lo stesso motivo, WhatsApp Business può diventare un prezioso strumento, non solo per ottimizzare le comunicazioni a senso unico, informando i clienti sui nostri aggiornamenti, ma anche per offrire un canale intuitivo e veloce tramite cui formulare domande, richieste e fornire feedback.

Questo filo diretto non deve per forza limitarsi alle fasi che precedono o seguono l’acquisto, ma può - e dovrebbe - rimanere aperto in ogni momento dell’esperienza di acquisto, che in questo modo sarà più facilmente personalizzabile, supportata da un’assistenza presente e umana, si concluderà prima, più spesso e con maggiore gratificazione da entrambe le parti.

Affinché lo strumento dia i risultati sperati, però, è bene assicurarsi che esso sia integrato alle piattaforme che portano i clienti a contattarci: Facebook e Instagram Ads, ad esempio. E poi, anche un semplice messaggio automatico dovrà allinearsi il più possibile con l’identità dell’azienda, con il suo tone of voice generale, con gli obiettivi che si prefigge.

 

Sempre più spesso, le piattaforme web cambiano, e si adattano non soltanto alle esigenze della comunicazione privata, ma anche a quelle di chi vuole integrare il loro utilizzo nelle proprie strategie di promozione e vendita. Si tratta di un trend ormai consolidato, che ha spinto tanti esperti del settore a mettersi in campo per aiutare le aziende a valorizzarle, traendone risultati in termini di visibilità e aumento del business. Se anche tu vuoi avvicinarti a clienti attuali e potenziali e comunicare con loro su canali veloci ed efficaci, contattaci per una consulenza gratuita. Sapremo indicarti come e perché investire nel digital marketing, al fine di ottenere il successo che desideri.

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.

ULTIME NOTIZIE Target
Target
45 min
Postare su Instagram da pc: ora (finalmente) sarà possibile per tutti
Dopo Creator Studio per pagine e account business, arriva l’attesissimo Instagram Desktop Posting
Target
5 gior
Addio alle pagine dei risultati di Google: arriva lo scorrimento continuo
Quanto servirà adesso posizionarsi al meglio sui motori di ricerca, e come cambieranno le tecniche SEO per riuscirci?
Target
1 sett
Facebook è morto, lunga vita a Facebook! (Seconda parte)
Scandali politici, un algoritmo penalizzante, aumento dei costi per l’advertising: il social di Zuckerberg è a rischio?
Target
2 sett
Facebook è morto, lunga vita a Facebook! Parte 1 di 2
Reach organica ai minimi, problemi di dati e privacy, fuga dei giovani. Ha ancora senso investire su questo social?
Target
3 sett
Il successo su Instagram? È questione di formato
Ogni tipo di contenuto che possiamo pubblicare sulla piattaforma ha degli scopi precisi: scopriamoli tutti insieme
Target
3 sett
Bias: pregiudizi della mente che ci inducono in errore. E che i marketer utilizzano
Molte scelte quotidiane, anche d’acquisto, sono legate a scorciatoie mentali rapide, impulsive e spesso illogiche.
Target
1 mese
Ecco le parole che migliorano le vendite creando emozioni
Alcune espressioni delle campagne pubblicitarie aumentano la percezione di fiducia ed empatia e il desiderio d’acquisto
Target
1 mese
Pricing psicologico: come determinare sempre il prezzo giusto
Minuscole variazioni incoraggiano i clienti a comprare determinati prodotti piuttosto che altri: scopriamole insieme.
Target
2 mesi
Aumentare le vendite online curando lo ZMOT: che cos’è il Momento Zero della Verità
Le regole di base da seguire per trarre il meglio quando un potenziale cliente si informa su di noi
Target
2 mesi
Come curare la propria immagine sul web
Come ci presentiamo, offline e online, fa la differenza: ce lo ha raccontato Michele Di Paolo, consulente d’immagine
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile